Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 08-04-2017 14:05
in Cronaca | Visto 2.175 volte

Pani quotidiani

Operazione antidroga dei Carabinieri di Bassano del Grappa: un arresto a Rosà e sequestro record di 16 chili di hashish

Pani quotidiani
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa hanno tratto in arresto ieri sera il marocchino 54enne Mohamed Tebbai per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Da qualche tempo infatti giungevano ai militari dell'Arma segnalazioni di movimenti sospetti nel comune di Rosà, potenzialmente riconducibili allo spaccio di sostanze stupefacenti. Volendo vederci più chiaro, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bassano si sono messi in moto, cominciando ad analizzare la tipologia delle segnalazioni, anche per verificarne la veridicità.
A distanza di qualche giorno l’attenzione degli investigatori si è focalizzata su una vecchia conoscenza, appunto il Tebbai, che diversi elementi raccolti vedevano come nuovamente in piena attività di spaccio di hashish. Il nordafricano era già stato arrestato difatti nel 2005 dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Vicenza e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bassano del Grappa con 40 kg di hashish.
È partita così un’indagine “vecchio stile” degli uomini del NORM, fatta di due settimane circa di pedinamenti ed appostamenti estenuanti, visto il carattere estremamente guardingo del soggetto. Nel corso dell'attività di monitoraggio venivano colti ripetuti passaggi sospetti all’incrocio fra la via Bertorelle di Rosà ed il vicino Bar dei Tigli, con il Tebbai che spesso si avvicinava alla sua autovettura Fiat Punto, sita nei pressi del locale cimitero. Da qui la supposizione che il magrebino potesse occultare qualcosa all'interno della macchina.
Per questo motivo nella serata di ieri è stato deciso di effettuare un intervento sul Tebbai al momento in cui si fosse nuovamente introdotto nell'autoveicolo. Al fulmineo intervento dei Carabinieri l'uomo non ha opposto resistenza.
Quanto è stato ritrovato ha stupito anche gli stessi militari: all’interno dell’auto, disposti in varie parti, dal bagagliaio agli spazi interni dell’abitacolo, sono stati infatti rinvenuti e sequestrati ben 16 kg di hashish, fra panetti e pregiati ovuli di resina di hashish, dall’accresciuto principio attivo. Sequestrati inoltre 2050 euro quale provento dell’attività illecita. L'uomo è stato così tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associato alla Casa Circondariale di Vicenza su disposizione del Pm di turno Hans Roderich Blattner della Procura della Repubblica di Vicenza.
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa, da ieri comandati dal luogotenente Antonio Bellanova, hanno così inferto un altro durissimo colpo nella lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando materiale illecito per un controvalore al dettaglio di oltre 160.000 euro.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti