Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 08-03-2019 18:57
in Politica | Visto 1.767 volte
 

Impegno per Pavan

Domani nel Brolo di Palazzo Bonaguro la presentazione ufficiale di Elena Pavan, candidato sindaco del centrodestra. Sarà presente la coalizione al completo, compresa la civica Impegno per Bassano

Impegno per Pavan

Il candidato sindaco del centrodestra Elena Pavan

Non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra. Ma oramai i giochi sono fatti ed è tutto pubblicamente e reciprocamente risaputo (“alla luce del sole” non si può dire).
Al centrosinistra bassanese che candida a sindaco Angelo Vernillo, il centrodestra risponde candidando a sindaco Elena Pavan. Vale a dire il nome che circola già da dicembre, con la differenza che adesso è il nome ufficiale. Non tanto per l'investitura che era ormai cosa fatta, ma per la squadra che la sostiene che adesso è completa.
La presentazione ufficiale di Elena Pavan, 40enne avvocato bassanese, componente del direttivo della sezione cittadina della Lega, quale candidato sindaco del centrodestra avverrà domani mattina alle 11.30 nel Parco Brolo di Palazzo Bonaguro. In destra Brenta, ma è solo una coincidenza con l'orientamento della coalizione.
La notizia nella notizia è che dell'alleanza che la sosterrà in campagna elettorale, in forma di liste strutturate o di candidature singole, oltre ai soliti noti (Lega, Forza Italia, Amo il Veneto, Fratelli d'Italia, associazione Rinascita 2019, associazione Destra Brenta) rimane a fare parte, e sempre ufficialmente, anche Impegno per Bassano. Ieri sera la civica del coordinatore Massimo Gianesin e dell'attualmente non più candidato sindaco Roberto Marin ha rotto gli indugi, decidendo per l'adesione al progetto elettorale della coalizione.
“La lista civica Impegno per Bassano, all’indomani della sconfitta elettorale del 8 giugno 2014, ha lavorato senza sosta e senza interesse alcuno all’unità del centrodestra all’interno del consiglio comunale e in città, e si è fatta principale promotrice dell’accordo di coalizione firmato nell'aprile 2018 - afferma un comunicato trasmesso dalla civica in redazione nel pomeriggio -. Come dalle indicazioni dell’assemblea degli iscritti del 13 febbraio e anche di ieri, 7 marzo, nella sostanziale unanimità è stato confermato il lavoro svolto di questi 5 anni per l’unità del centrodestra, con la ferma volontà di correre insieme per le imminenti elezioni amministrative.”
“La nostra lista - prosegue la nota - ha un principio: il valore della coerenza. Ha un obiettivo: il bene comune della città. Abbiamo un tracciato verso questo obiettivo che si chiama responsabilità. La scelta che abbiamo fatto è sostenuta dall'intenzione di fornire una sicurezza ed un obiettivo alla città. Per sicurezza intendiamo un'evoluzione del modo di amministrare la città rispetto alla filosofia degli annunci vista in questi anni. Lo scopo è riportare nella nostra città l’entusiasmo di uno sguardo verso il futuro.”
“Impegno per Bassano - continua il testo - intende portare alla coalizione del centrodestra un contributo serio e qualificato, con idee, progetti e persone per realizzare la Bassano che vogliamo; portare nel centrodestra unito la differenza che siamo, portare il nostro progetto politico, portare il nostro modo di intendere la politica cittadina e l'amministrazione di Bassano.” “E, giusto per sfatare un “mito”, non ci siamo preoccupati dei posti in giunta, ma forte e decisa è la volontà di tracciare delle linee guida che possano assicurare governabilità e una squadra di governo capace, con esperienza e professionalità - conclude Impegno per Bassano -. Tutto ciò è la base per una buona amministrazione, che non è né ideologica né partitica, non ha colore, ma è fatta di scelte politiche per i bisogni concreti dei cittadini.”
“Si è chiuso positivamente un percorso abbastanza lungo e impegnativo - commenta il segretario cittadino della Lega Roberto Gerin -. È stata fatta chiarezza e il gioco di squadra è molto compatto.” “Non abbiamo mai parlato di sedie - conferma Gerin -. Agli amici di “Impegno”, come agli altri, ho detto che verrà data la giusta rappresentatività sulla base dei voti. È giusto che chi ottiene di più il consenso dei cittadini sia maggiormente rappresentato.”
Impegno per Pavan, dunque. E da domani, in mezzo al verde del Brolo, è definitivamente campagna.