Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Politica

Cult Movie

Il nuovo presidente della Commissione comunale Cultura è Paola Bertoncello del PD, proposta dalla maggioranza di centrodestra. Si dissocia Fratelli d’Italia. Pietrosante: “Leggo questa nomina come l’ennesimo tentativo di piacere alla sinistra”

Pubblicato il 12-12-2023
Visto 9.465 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero


Cult Movie

La neo presidente della Commissione Cultura Paola Bertoncello (Foto da Facebook/Paola Bertoncello)

Il nuovo presidente della Commissione comunale Cultura è Paola Bertoncello del PD, proposta dalla maggioranza di centrodestra. Si dissocia Fratelli d’Italia. Pietrosante: “Leggo questa nomina come l’ennesimo tentativo di piacere alla sinistra”

Gioiscono i produttori di pop corn: ai Municipios Cinemas c’è un nuovo Cult Movie.
È il film in programmazione da qui alle elezioni comunali 2024: Fratelli d’Italia che alza la voce sui fatti dell’amministrazione comunale, pur non facendone parte.
Chiarisco subito: tutte le formazioni politiche e civiche, anche quelle che attualmente non sono rappresentate in consiglio comunale, sono libere di esprimere il proprio parere e di criticare l’operato dell’amministrazione cittadina. Ci mancherebbe. Il fatto è che Fratelli d’Italia esprime i suoi giudizi come se fosse una sorta di governo ombra, dando la parola ai suoi iscritti che siedono sui banchi di via Matteotti con un altro nome ufficiale (#PavanSindaco) ma con la tessera della Meloni in tasca.
Il primo ciak del Cult Movie 2023-24 riguarda l’elezione del nuovo presidente della Commissione comunale Cultura, riunitasi nel tardo pomeriggio di ieri.
Il nuovo presidente, eletto dai suoi colleghi commissari, è Paola Bertoncello, capogruppo del Partito Democratico. Alla vicepresidenza di commissione è stato invece eletto il consigliere Nicola Schirato della Lega.
Paola Bertoncello prende di posto di Chiara Tessarollo (Forza Italia-Cittadini di Bassano) eletta lo scorso 21 novembre presidente del consiglio comunale.
Segni particolari: il nome della capogruppo del PD è stato proposto dalla maggioranza di centrodestra, in una confluenza di consensi nei riguardi di una figura stimata indipendentemente dagli schieramenti, nonché sempre presente nel campo delle manifestazioni culturali a Bassano.
In tutti questi anni l’abbiamo vista ovunque: dagli appuntamenti di Operaestate Festival e dalle attività di Dance Well, di cui è anche danzatrice praticante, agli eventi del Museo Civico e alle mostre d’arte di ogni ordine e grado in città, fino alla presentazione del libro su Teofilo Folengo a cura degli Amici di Merlin Cocai di pochi giorni fa al Monastero di Campese.
Insomma, per usare il linguaggio dei giovani d’oggi, una presidenza di Commissione che ci sta.
Tuttavia, il consigliere bifocale Gianluca Pietrosante (ufficialmente del gruppo consiliare #PavanSindaco, di fatto ormai presente in maggioranza a nome di Fratelli d’Italia) ha votato contro la candidatura proposta.
È lo spunto di un comunicato stampa trasmesso oggi dal Circolo di Bassano del Grappa di FdI, a firma del portavoce Nicola Giangregorio, nel quale si dichiara “lo stupore per questa decisione, per noi incomprensibile”.
Per questo, come afferma la nota, “con il nostro consigliere Gianluca Pietrosante abbiamo convintamente votato contro”.
Eccola qua, la sindrome da governo ombra: il partito che nel 2019 non ha raggiunto il 3% e non ha eletto in amministrazione alcun rappresentante, oggi si considera parte integrante dell’amministrazione stessa, utilizzando Pietrosante come testa di ponte e usando i verbi al plurale.
Il motivo dell’opposizione alla candidatura Bertoncello? Lo spiega nella nota stampa lo stesso Gianluca Pietrosante: “Ho votato fermamente contrario alla sua nomina perché, oltre a non sapere niente nemmeno il mio partito, trovo inusuale indicare una esponente del PD che non ha esitato a portare i centri sociali in Piazza contro il sottoscritto - e non solo - nell'estate del 2022.”
Eccolo qua, il partito.
Ancora Pietrosante afferma di leggere tale nomina “come l'ennesimo tentativo di piacere alla sinistra” e dichiara di sperare “che questa attitudine non sia, come al solito, predominante in vista della prossima tornata elettorale”.
Ed eccolo qua, il richiamo alle comunali 2024. CVD: Come Volevasi Dimostrare.
E per quanto riguarda il Cult Movie, relativo non solo alla Cultura, mi sa che siamo appena ai titoli di testa.

Comunicato sulla nomina a Presidente di commissione Cultura della Consigliera Paola Bertoncello

Ieri sera si è svolta la seduta della Commissione Cultura, che aveva come punto all'ordine del giorno la nomina del nuovo Presidente in sostituzione della neo eletta Presidente del Consiglio Chiara Tessarollo.
Il nome su cui è ricaduta la scelta è stato quello della consigliera Paola Bertoncello esponente del PD cittadino.
Fratelli d'Italia ha appreso con stupore questa decisione, per noi incomprensibile, e con il nostro Consigliere Gianluca Pietrosante abbiamo convintamente votato contro.
Chiaramente nessun giudizio sulla consigliera Paola Bertoncello, che è certamente degna persona, ma il tema è la coerenza politica.
Come già sottolineato nel comunicato di qualche settimana fa, a proposito della nomina per la carica del Presidente del Consiglio, la nostra è una posizione che non ammette contraddizioni, nel rispetto di coloro che hanno votato per il centrodestra.
Dopo quanto avvenuto con la nomina, successivamente ritirata, di Paola Concia da parte del Ministro Valditara, anche nel nostro piccolo ci troviamo a dover sottolineare l'incoerenza per una nomina culturalmente lontana dai nostri principi.
Il Consigliere Gianluca Pietrosante:
“Ho votato fermamente contrario alla nomina di Paola Bertoncello perché, oltre a non sapere niente nemmeno il mio partito, trovo inusuale indicare una esponente del PD che non ha esitato a portare i centri sociali in Piazza contro il sottoscritto - e non solo - nell'estate del 2022. Non ne faccio, in ogni caso, una questione di “poltrone”: mi rendo conto che a sei mesi dalle elezioni i temi per il bene della città sono altri. Piuttosto leggo tale nomina come l'ennesimo tentativo di piacere alla sinistra, espressione della solita sudditanza psicologica e culturale di una parte del centrodestra. Spero che questa attitudine non sia - come al solito- predominante in vista della prossima tornata elettorale.”

Il portavoce di Fratelli d'Italia Bassano del Grappa
Nicola Giangregorio

Più visti

1

Attualità

08-04-2024

La Terra è rotonda

Visto 12.066 volte

2

Politica

09-04-2024

Carraro in carriera

Visto 10.708 volte

3

Politica

09-04-2024

Centro(destra) giovanile

Visto 10.297 volte

4

Attualità

10-04-2024

Calci di rigore

Visto 9.844 volte

5

Attualità

11-04-2024

Pavan for President

Visto 9.609 volte

6

Politica

11-04-2024

Old Wild Finco

Visto 9.609 volte

7

Politica

08-04-2024

Di tutto, di più

Visto 9.443 volte

8

Attualità

09-04-2024

Reportich

Visto 9.347 volte

9

Attualità

11-04-2024

W le Women

Visto 9.054 volte

10

Politica

12-04-2024

Cavallin Marin

Visto 8.353 volte

1

Politica

18-03-2024

Coalizione da Tiffany

Visto 19.889 volte

2

Attualità

19-03-2024

L’Asparagruppo

Visto 15.130 volte

3

Politica

06-04-2024

Teatro Verdi

Visto 13.640 volte

4

Politica

22-03-2024

Cuando Calenda el sol

Visto 13.620 volte

5

Politica

05-04-2024

Mazzocco in campagna

Visto 12.667 volte

6

Politica

21-03-2024

Tavoli amari

Visto 12.420 volte

7

Cronaca

20-03-2024

I Pfas di casa nostra

Visto 12.162 volte

8

Attualità

08-04-2024

La Terra è rotonda

Visto 12.066 volte

9

Politica

25-03-2024

Io Capitano

Visto 11.287 volte

10

Attualità

27-03-2024

Dove sito?

Visto 11.218 volte