Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Attualità

The Special One

“Viaggio al De Fabris partendo da me”. Alla Chiesetta dell’Angelo la mostra del giovane artista Alessandro Cipriano, “ragazzo speciale” che ha superato le barriere nella comunicazione esprimendosi con la pittura

Pubblicato il 09-12-2022
Visto 8.459 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Ma guarda un po’. Vengo invitato alla conferenza stampa di presentazione di una mostra d’arte in Chiesetta dell’Angelo e scopro invece una bellissima storia di integrazione attraverso l’arte.
È la storia di Alessandro Cipriano. Alessandro è un “ragazzo speciale”, come lo presenta un entusiasta assessore comunale alla Cultura Giovannella Cabion.
Un giovane che dipingendo sulla tela abbatte le barriere di quella comunicazione che non riesce pienamente ad esprimere nell’atto del parlare.

Da sin: Giovannella Cabion, Paolo POL Polloniato, Alessandro Cipriano e Antonella Lamonaca (foto Alessandro Tich)

Alessandro, nato a Bassano 22 anni fa, soffre infatti di un disturbo dello spettro autistico.
Un problema che potrebbe costituire un insormontabile limite nelle relazioni sociali e che invece, con l’arma non convenzionale dell’energia creativa, si trasforma in un sorprendente linguaggio espressivo per rapportarsi con gli altri.
Il titolo della mostra, “Viaggio al De Fabris partendo da me”, racchiude in poche parole il senso della vena artistica esplosa nell’animo del giovane autore.
Come racconta la mamma di Alessandro, Diana Cristofaro, tutto è iniziato il giorno in cui assieme al figlio era andata ad un incontro per le pre iscrizioni al Liceo Artistico “G. De Fabris” di Nove. Non perché Alessandro avesse dimostrato particolare propensione per l’arte. Anzi: fino a quel momento la sua capacità di creare opere pittoriche era rimasta una dote nascosta. Ma è bastato che una docente del De Fabris gli chiedesse di tracciare un disegno su un foglio per scoprire il suo talento fino allora inespresso.
Da allora il percorso scolastico ed artistico del ragazzo bassanese al Liceo di Nove è stata un’esperienza in crescendo, grazie in primis alla docente di sostegno Antonella Lamonaca, a tutti gli altri insegnanti e anche - cosa non da poco - a tutti i compagni di classe.
Uno dei docenti che lo ha seguito al De Fabris è Paolo Polloniato, in arte POL, il noto artista novese della ceramica, a sua volta protagonista della mostra “Il bianco senza tempo” allestita fino al 26 febbraio al Museo della Ceramica di Palazzo Sturm.
“Come insegnante ho subito capito l’approccio molto originale di Alessandro con la pratica pittorica - riferisce Polloniato alla stampa -. Ho sempre voluto che i suoi compagni “normodotati” ammirassero il suo talento. È stato un progetto di inclusione molto evoluto.”
“È un talento che ha cambiato la nostra scuola, il modo di vivere la diversità e di andare oltre le cose - afferma con orgoglio l’insegnante di sostegno e curatrice della mostra Antonella Lamonaca -. È lui che ha insegnato a noi docenti la traiettoria giusta nel vedere la scuola.”
E la traiettoria, nel frattempo, non si è ancora conclusa. Oggi Alessandro Cipriano frequenta con profitto l’Accademia di Belle Arti a Venezia. Al contempo prosegue con il suo percorso di artista presso l’Atelier F di Villa Angaran San Giuseppe a Bassano e presso l’Atelier di pittura Fondazione Martin Egge Onlus di Venezia.
E, come dice il solito saggio, scusate se è poco.

Nella mostra alla Chiesetta dell’Angelo, aperta al pubblico fino al prossimo 8 gennaio (tutti i giorni dalle 17 alle 20), è esposta una selezione di dipinti della recente produzione dell’autore. Sono opere che evidenziano il suo gesto artistico, tendenzialmente espressionista e profondamente “intuitivo”, che si distacca dai cliché accademici per orientarsi verso forme estreme e anatomie dilatate. Uno specchio deformante della realtà umana che ne propone una visione interiore, disincantata, eppure distintiva della personalità dei soggetti ritratti.
Un’anima creativa, come scrive Sandro Gazzola nella presentazione della mostra, “che ha reso Alessandro agli occhi dei genitori, degli insegnanti e degli amici una personalità totalmente nuova, prima di allora sconosciuta, perché se nei suoi atteggiamenti apparenti potrebbe sembrare distratto, in realtà lo si scopre propenso ad un’osservazione analitica dell’universo, fatta di segni precisi e colori definiti”.
Il tutto reso sulla tela con uno stile, come osserva ancora Antonella Lamonaca, “veloce, diretto, energico, capace di esternare l’essenziale da ciò che osserva e rappresenta”.
La mostra, patrocinata dall’assessorato comunale alla Cultura e realizzata in collaborazione col Liceo Artistico De Fabris, accende quindi i riflettori su un artista di casa dietro la cui produzione pittorica emerge un fulgido esempio di riscatto e affermazione personale.
Nel presentare l’evento espositivo, l’assessore Giovannella Cabion si illumina d’immenso e parte addirittura dai massimi sistemi: “Dopo Canova, i Da Ponte e POL Polloniato aggiungiamo oggi un altro tassello del nostro percorso a 360 gradi per valorizzare i talenti del nostro territorio.”
Sempre l’assessore rivela che appena una settimana prima si era tenuta una riunione della commissione per le mostre del Comune di Bassano nella quale era stato dato il via libera al progetto espositivo per il periodo natalizio in Chiesetta dell’Angelo.
“Il Liceo De Fabris mi ha risposto: ce la faremo - racconta ancora l’esponente di giunta -. E in pochi giorni la mostra è stata allestita.”
Non è la prima volta che il giovane artista espone al pubblico, avendo già “quattro-cinque mostre all’attivo”, ma questa senza dubbio è la più importante, per sede e per contenuti.
Scrive Alessandro Cipriano nel volantino di presentazione della mostra:
Il disegno è la mia voce e la tela è sempre pronta ad ascoltare. Traccio strade possibili e riconoscibili, mescolando colori e materiali che parlano di me.”
Grande Ale. Dopo e come Mourinho (scusami ma sono interista) sei uno Special One.

Più visti

1

Politica

27-02-2024

Marinweek

Visto 10.214 volte

2

Attualità

25-02-2024

The Sound of Silence

Visto 10.067 volte

3

Attualità

25-02-2024

Robe di Tappa

Visto 9.994 volte

4

Cronaca

26-02-2024

Centro Schei

Visto 9.861 volte

5

Attualità

29-02-2024

Tar Wash

Visto 9.732 volte

6

Attualità

28-02-2024

L’uovo alla C.U.C.

Visto 9.636 volte

7

Attualità

26-02-2024

Eau de Toilette

Visto 9.564 volte

8

Politica

29-02-2024

Giovine e sbadato

Visto 9.539 volte

9

Politica

28-02-2024

Si Salvini chi può

Visto 9.278 volte

10

Attualità

26-02-2024

DG La7

Visto 9.256 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 20.761 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.774 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.926 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.730 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.583 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.469 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.395 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 11.164 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.972 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.911 volte