Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 12-10-2019 21:31
in Attualità | Visto 1.832 volte
 

Lezione di tedesco

Caso Mühlacker: il Comitato Gemellaggi tedesco mette il “like” all'articolo “Fango Über Alles” ma stempera la polemica. L'elegante stile di chi ha donato 10.000 euro alla città di Bassano per la giostra inclusiva in Parco Ragazzi del '99

Lezione di tedesco

La giostra 'universal design' installata con il contributo del Comitato Gemellaggi di Mühlacker (foto Alessandro Tich)

Oltre la birra? C'è altro. Tanto altro. L'incredibile caso delle offese gratuite e delle contumelie disinformate nei confronti della città gemellata di Mühlacker apparse sui social a seguito dell'esaurimento delle scorte della birra allo stand degli amici tedeschi della Fiera Franca dello scorso weekend ha rinfocolato, se non altro, l'attenzione dei bassanesi sul più che quarantennale gemellaggio tra Bassano e la cittadina del Baden-Württemberg.
Non era questo lo scopo dei leoni da tastiera anti-mühlackeriani, ma questo è stato il risultato. Ne scrivo nuovamente - in questa che è la seconda e spero ultima volta in cui mi occupo di tale assurda vicenda - perché il rischio da evitare è che passi il messaggio della validità o meno del gemellaggio in base all'esclusivo criterio scientifico del “magna & bevi”, fondato sulla quantità di bottiglie di birra portate allo stand della Fiera Franca. Come se il Partnerschaftskomitee ovvero il Comitato Gemellaggi di Mühlacker non fosse un sodalizio di volontari il cui compito è quello di promuovere in campo culturale, sociale e sportivo la conoscenza reciproca in senso europeista (leggasi, anche in italiano: www.partnerschaftskomitee-muehlacker.de/), ma si trattasse di un'associazione enogastronomica la cui unica missione è quella di dissetare una volta all'anno, e possibilmente anche sfamare, i gemellati bassanesi. Suscitando criteri di valutazione equivalenti non ad un'analisi delle cose fin qui svolte in oltre quarant'anni di rapporto diretto fra le due città, ma al punteggio per una Birreria su TripAdvisor.
Birreria da schifo, oltretutto, visti i giudizi sparati da taluni sulla città da cui i nostri gemelli tedeschi provengono. Ovviamente il fanghificio scatenato dalla discussione postata su Bassano Senza Censura è fuorviante e lo sanno bene anche i referenti del Partnerschaftskomitee di Mühlacker. I quali, sulla pagina Facebook di Bassanonet, hanno messo il loro “like” al nostro articolo “Fango Über Alles” che ha descritto e commentato tutte queste simpatiche cose. Attestando in questo modo la concordanza e la condivisione, favorita dalle strade senza confini messe a disposizione dal web, rispetto a quanto nel nostro articolo è stato riportato e sottolineato.
Ma, nel farlo, ci hanno anche impartito una lezione di tedesco.

Chi si aspettasse infatti da parte di Mühlacker una reazione uguale e contraria all'azione subita, secondo il terzo principio della dinamica, rimarrebbe deluso. Nessuna polemica, nessuna contro-offesa, nessun astio improvviso. Anzi. Nella pagina Facebook del Comitato Gemellaggi della città tedesca (www.facebook.com/Partnerschaftskomitee.Muehlacker/) il membro onorario Manfred Schäfer ha postato ieri pomeriggio un video accompagnato dal seguente testo in tedesco e in italiano: “Dopo i numerosi commenti sulla partnership… qualche foto per rilassarsi.” Scrivono gli amministratori della pagina Fb del Partnerschaftskomitee a corredo del post: “Tante grazie a Manfred Schäfer per questo foto-collage in questi tempi alquanto turbolenti.” Il video, della durata di 3 minuti e mezzo, presenta un collage fotografico con alcune immagini significative dei 40 anni del gemellaggio, concentrate in particolare nei periodi dei sindaci Bizzotto e Cimatti. Celebrazioni, incontri tra persone, incontri tra i giovani, feste, spettacoli, personaggi noti: fotogrammi di vita e di storia reale nelle due città che raccontano di un gemellaggio vissuto, e in quanto tale vero.
Al termine del video compare la scritta in tedesco e in italiano: “Eine Partnerschaft der Herzen funktioniert auch ohne Bier - Una partnership di cuori funziona anche senza birra”.
È lo stile elegante di una comunità che si dimostra superiore alla quantità di improperi che le si sono rivolti. E che lancia tra le righe il chiaro messaggio di voler continuare il rapporto di amicizia con Bassano secondo i valori e i princìpi costruiti in oltre quattro decenni di conoscenza e frequentazione reciproca. Ma è tutta la pagina Facebook del Comitato Gemellaggi tedesco a traboccare di vicinanza alla nostra città.
Basta darle una veloce scrollata per vedere le foto non solo dell'ormai celeberrimo stand dell'ultima Fiera Franca e dei due sindaci Elena Pavan e Frank Schneider che brindano (con due boccali di birra, natürlich) all'apertura della manifestazione, ma anche della partecipazione del borgomastro Schneider, sempre a fianco del sindaco Pavan, alla cerimonia del 28 settembre in Viale dei Martiri per il 75simo anniversario dell'Eccidio del Grappa compiuto dalle SS tedesche. Ma ancora le foto della partecipazione bassanese alla Strassenfest di Mühlacker dello scorso settembre e varie foto artistiche della nostra città condivise dalla pagina Fb “Visit Bassano”.
Insomma: la comunità di Mühlacker dimostra grande e sincera attenzione nei confronti di Bassano del Grappa. Non solo a parole, ma anche con atti concreti.

Pochi bassanesi sanno infatti che l'anno scorso, in occasione del quarantennale del gemellaggio, il Partnerschaftskomitee della città tedesca gemellata ha fatto una donazione di 10.000 euro al Comune di Bassano. Un gesto bellissimo ma non eccezionale, visto che tutti i proventi dell'attività del Comitato, compresi gli incassi delle famose birre alla Fiera, vengono reinvestiti in iniziative di promozione culturale e in opere di utilità sociale. I 10.000 euro, nella fattispecie, sono stati donati per l'acquisto e l'allestimento della giostrina inclusiva “universal design”, con rampa di accesso per i bambini disabili, collocata in Parco Ragazzi del '99. Sulla giostrina, una targa bilingue in italiano e in tedesco attesta quanto segue: “Questa giostra universal design è stata installata con il contributo del Comitato Gemellaggio di Mühlacker. 12 maggio 2018.”
La notizia della donazione per il gioco inclusivo mi è stata resa nota dal consigliere comunale di maggioranza Riccardo Torre, reduce dalla trasferta a settembre alla Strassenfest di Mühlacker in rappresentanza del Comune di Bassano assieme all'assessore Stefania Amodeo, e mi viene confermata anche dal consigliere di minoranza Roberto Campagnolo che all'epoca era l'assessore comunale ai Lavori Pubblici. Campagnolo mi informa inoltre che i 10.000 euro donati dal Comitato della città gemella hanno permesso di coprire quasi la metà della spesa per l'installazione della giostra, che ammontava a circa 25.000 euro. Basterebbe solo questo fatto per dare una definitiva risposta a chi si è chiesto a che pro Bassano sia gemellata con questo “postaccio” tedesco. E proprio Riccardo Torre, consigliere del gruppo #Pavan Sindaco, che oltre a recarsi alla Strassenfest ha avuto il compito di ricevere gli ospiti tedeschi e di fare gli onori di casa in occasione della Fiera Franca, si dice particolarmente amareggiato di questo inutile polverone sollevato via social.
“Tantissima amarezza - dichiara Riccardo Torre a Bassanonet -, perché avendo avuto il piacere di conoscere le persone di Mühlacker, che sono state gentilissime e carinissime, sia in accoglienza e sia quando sono venute a Bassano, mi sono trovato veramente in una situazione di estremo imbarazzo perché queste persone sono state trattate da alcuni bassanesi in una maniera bruttissima.” Chiedo quindi a Torre che cosa si può fare a questo punto. Risponde il consigliere di maggioranza: “Rafforzare ancora di più, cosa che è nostra intenzione, questo rapporto che ci lega da oltre 40 anni con i nostri amici di Mühlacker.”

Queste dunque le annunciate intenzioni dell'amministrazione cittadina, a partire dalla Fiera Franca del prossimo anno per la quale, come mi anticipa ancora Torre, è in fase di sviluppo “un progetto importante”. Ma è proprio l'amministrazione comunale il punto conclusivo di questa nostra analisi. Perché sulle contumelie lanciate da alcuni bassanesi nei confronti della città gemellata si è registrato fino ad oggi l'assordante silenzio del Comune di Bassano in quanto istituzione. È pur vero che chi a birre esaurite ha scatenato un simile putiferio sui social, aprendo le danze con la frase “ecco cosa succede, ad essere gemellati con il posto più di melma di tutta la Germania”, fa parte della dichiarata schiera di oppositori della passata amministrazione bassanese e quindi dei sostenitori dell'amministrazione attuale. Ma un governo cittadino con le palle - se davvero ci tiene a rafforzare il vincolo di amicizia con la città gemellata - dovrebbe prendere una posizione netta e dissociarsi pubblicamente da questi interventi che gettano cattiva luce sul nome di Bassano all'estero, anche se i tedeschi di Mühlacker non votano qui.