Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 11-07-2014 21:18
in Attualità | Visto 5.800 volte
 

Montegrappa & Friends

Grande festa con ospiti vip per l'apertura del negozio del lusso di Montegrappa Italia in piazza Garibaldi a Bassano, con la musica e animazione di Nick the Nightfly. E l'ospite d'onore Quincy Jones si fa fare un vestito su misura

Montegrappa & Friends

Quincy Jones tra Anna Tatangelo e Tiziana Rocca (foto Alessandro Tich)

Guarda chi si guarda. La versione riveduta e corretta di guarda chi si vede.
Il “gran opening” del Flagship Store di Montegrappa Italia in piazza Garibaldi a Bassano è innanzitutto una passerella, piuttosto rara per la nostra città, di vip e personaggi dello spettacolo invitati dalla famiglia Aquila per presenziare alla festa inaugurale - con tanto di ingresso sul “blue carpet” a beneficio dei fotografi - e per rendere omaggio alla big star dell'evento Quincy Jones.
Inevitabile, per il pubblico assiepato al di fuori delle transenne sul lato di San Francesco, allungare l'occhio per scorgere qualche celebrity e catturarla col telefonino. Compito non difficile, dal momento che nel salotto all'aperto allestito nella “zona riservata” ubicata davanti al palcoscenico, trasformato in una temporanea isola dei famosi, i soliti noti della canzone e della Tv rimangono tranquillamente “in mostra” per tutta la serata.
L'unico che la gente concentrata sulla parte libera della piazza fa fatica a vedere è proprio Quincy Jones, l'ospite d'onore della manifestazione, che prima taglia il nastro del nuovo store e compie la visita inaugurale del negozio dedicato allo shopping di lusso, nel corso della quale - oltre ad ammirare la collezione di “strumenti di scrittura” a lui dedicata, e a firmare il libro degli ospiti - si fa prendere le misure all'angolo del primo piano dedicato alla sartoria napoletana, scegliendo anche la stoffa per il vestito che gli sarà confezionato ad hoc a ulteriore sigillo della giornata bassanese.
Dopodiché, per il resto della festa, rimane seduto e “seminascosto” su una grande e profonda poltrona a lui riservata - quasi un simbolico “trono” per un re dello show business -, costantemente circondato dagli altri invitati trasformati in cercatori di autografo, in mezzo a un incessante tourbillon di foto e di selfie a cui il grande guru dello star system americano si presta comunque pazientemente e volentieri.
Ma comunque no problem: le altre celebrità - protagoniste anche della nostra photogallery correlata a questo articolo - sono ben visibili ai più, salendo anche sul palcoscenico a metà serata per ricevere un omaggio dalla famiglia Aquila, proprietaria dell'azienda festeggiata, ovvero dall'imprenditore napoletano e bassanese di adozione Gianfranco Aquila, presidente di Montegrappa, assieme ai figli.
C'è innanzitutto Anna Tatangelo, come sempre molto charmant, che all'apertura del negozio in centro storico dell'azienda controllata dalla famiglia partenopea non ha voluto mancare.
Idem per Remo Girone, notissimo volto del cinema italiano e delle fiction televisive a cominciare da “La Piovra”, “amico personale” di Gianfranco Aquila.
Tra gli ospiti di riguardo anche la sempre avvenente Clarissa Burt, celebre ex modella e attrice statunitense con cittadinanza italiana - nota ai rotocalchi del passato per la sua relazione con Massimo Troisi -, da anni rientrata negli Usa e oggi manager “di sé stessa” nel campo della cosmetica e del life&style.
Presenziano all'evento anche due dei Pooh, davvero inossidabili: Roby Facchinetti, 70 anni compiuti, e il “nostro” (nel senso di veneto) Red Canzian.
Nel parterre dei vip anche la figlia di Red, Chiara Canzian, giovane cantautrice con un Sanremo alle spalle, che interviene assieme alla madre Delia Gualtiero, ex moglie del bassista dei Pooh e cantante di una certa notorietà negli anni '80.
Meno nota al grande pubblico italiano ma autentica star internazionale della musica jazz, soul e R&B è la cantante inglese Sarah Jane Morris, che sul palco fa vedere e fa soprattutto sentire di che pasta vocale è fatta.
Si aggiunge alla lista dei “notabili” l'altissima e biondissima Tiziana Rocca, imprenditrice e manager, la “regina delle pubbliche relazioni” ovvero “la Pierre numero uno in Italia” - come leggiamo sul web -, immancabile agli eventi e ai party a cui non si può mancare.
Last but non least, anzi il grande animatore della serata: il poliedrico Nick the Nightfly, “the voice” di Monte Carlo Nights su Radio Monte Carlo, protagonista di un coinvolgente concerto live con la sua orchestra swing & jazz di 18 elementi, nel quale esibisce le sue notevoli doti di cantante in stile crooner. Buona parte dei brani del repertorio prescelto dal buon Nick sono canzoni scritte, prodotte o arrangiate da Quincy Jones, che seduto a pochi passi dal palco apprezza l'omaggio: tra queste, l'evergreen “L.A. is My Lady”, dedicato a Los Angeles e arrangiato negli anni '80 dall'illustre ospite per un certo Frank Sinatra.
Sale poi sul palcoscenico Sarah Jane Morris, che canta un brano da solista e un altro - il celebre “Raindrops Keep Falling on My Head” di Burt Bacharach - assieme a Nick: dalla sua voce esce una ventata di travolgente energia.
Nella seconda parte della manifestazione, la scena è invece per l'Alfredo Rodriguez Trio, formazione prodotta da Quincy Jones e capeggiata da Alfredo Rodriguez, musicista cubano che il suo mentore e produttore ha definito “il più grande pianista jazz in circolazione”. Fuori programma conclusivo con la giovane soprano Federica Balucani, che esegue un brano espressamente dedicato al presidente Gianfranco Aquila.
Applausi finali: poco prima di mezzanotte, la Monte Carlo Night in salsa bassanese abbassa il sipario. Una serata - complice anche il bel tempo, rimasto in bilico fino all'ultimo - perfettamente riuscita. Merito dell'organizzazione di Montegrappa Italia - diamo a Cesare quel che è di Cesare -, dell'alto livello degli artisti sul palco, della gestione operativa dell'evento affidata allo staff di Enrico Cuman, del supporto logistico e di sicurezza degli alpini e delle forze dell'ordine, dell'impeccabile servizio drink&finger food dei ragazzi del Danieli. L'ennesima e ulteriore prova che quando a Bassano si uniscono le forze, per promuovere il meglio della città, non ce n'è per nessuno.
E Quincy Jones? Finita la festa, il nottambulo ospite d'onore si trasferisce al Danieli, seguito come ombre dalle guardie del corpo, per una cenetta post spettacolo. Instancabile viaggiatore nonostante i suoi 81 anni, il giorno dopo sarà già in Olanda, e successivamente al Festival di Montreux.
Bye-bye Quincy: anche se per un giorno soltanto, Bassano is Your Lady.