Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 12-04-2017 21:58
in Enogastronomia | Visto 3.565 volte

Asparagi Under 18

Come “svecchiare” il bianco turione e superare l'immutabilità degli eterni Sparasi e Ovi: al ristorante “Al Camin” la sesta edizione del concorso “Giovani Ricette con l'Asparago Bianco di Bassano DOP”

Asparagi Under 18

Il gruppo dei giovani partecipanti al concorso 2017 con le autorità (foto Alessandro Tich)

“L'Asparago di Bassano è come un quadro del Rinascimento: non dovete ridipingerlo, dovete solo restaurarlo.”
Con questa indicazione resa in cucina dal cordialmente severo chef - nonché componente tecnico della giuria - Guerrino Maculan, i giovani chef del futuro si sono nuovamente cimentati in quella che è un'autentica prova del cuoco per dei ragazzi della loro età.
Tutti sotto i 18 anni, alle prese col nobile turione che, nell'occasione, cerca di “svecchiarsi” gastronomicamente e di scrollarsi di dosso quella stanca patina di immutabilità nel piatto rappresentata dagli eterni Sparasi e Ovi.
Sipario alzato, oggi al ristorante “Al Camin”, sulla sesta edizione del concorso “Giovani Ricette con l'Asparago Bianco di Bassano DOP”, promossa dal Gruppo Ristoratori Bassanesi per diffondere tra gli studenti degli istituti alberghieri e professionali di Stato l'arte di trasformare gli asparagi sui fornelli ma anche per trovare nuovi e innovativi spunti, proprio dalle idee dei giovani, per declinare il rinomato prodotto in ambito culinario.
A rispondere all'appello, quest'anno, sono stati cinque gruppi di concorrenti, accompagnati dai rispettivi docenti, di altrettanti istituti del territorio: l'Enaip di Bassano del Grappa (“detentore” del titolo dell'anno scorso), l'Istituto Professionale di Gastronomia Dieffe di Lonigo, l'Ipssar “Maffioli” di Crespano del Grappa e, con due classi distinte, l'Iis “Mario Rigoni Stern” di Asiago.
Chiamata a valutare con un'apposita scheda per ogni piatto le creazioni dei concorrenti, una giuria presieduta anche quest'anno dall'assessore regionale all'Istruzione Elena Donazzan. Al termine della degustazione - sotto l'attenta supervisione del presidente del Gruppo Ristoratori Bassanesi Sergio Dussin e con Nicola Cerantola di Confcommercio Bassano nella sua ormai consolidata veste di presentatore - è giunto l'atteso verdetto.
A vincere la prova sono stati i ragazzi del “Maffioli” di Crespano con un piatto, intitolato “Pazienza Bassanese”, che ha davvero raccolto l'approvazione generale: una versione rivoluzionaria proprio degli Asparagi e Uova, con i turioni “pazientemente” (per l'appunto) trasformati in forma di spaghettini e una cialda al formaggio ad arricchire, con armonia, le sensazioni al palato.
Classificate inoltre al secondo e al terzo posto, rispettivamente, una delle due classi del “Rigoni Stern” di Asiago e i ragazzi del Dieffe di Lonigo.
Per le tre squadre sul podio, composte da personale di cucina e personale di sala, non finisce qui: per il titolo definitivo 2017 delle “Giovani Ricette” si “scontreranno” nuovamente lunedì 24 aprile, nell'ambito della manifestazione “Asparagus” al Museo Civico di Bassano.
Sarà la finale di Champions League dell'Asparago Under 18.

Più visti