Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 19-01-2020 16:28
in Calcio | Visto 1.460 volte
 

San Bass(i)ano

Ottima vittoria per i ragazzi di Maino in quel di San Nazario contro il Valbrenta. Schio sempre a +1

San Bass(i)ano

Ottimo l'impatto sul match di Cusinato da seconda punta

La formazione di Bassano del Grappa supera l'ostacolo Valbrenta e ottiene altri tre punti fondamentali nel duello a distanza con lo Schio. Finisce 1 a 3 con la macchia di cinque minuti di panico nel momento in cui i cugini trovano il pareggio tanto estemporaneo quanto potenzialmente devastante. Segnano Montagnani, Pinton e Cusinato. Vittoria comunque estremamente meritata, giocata a senso unico salvo i primi venti minuti di rodaggio. Domenica prossima al Mercante è atteso il Rosá, poi trasferta a Tombolo prima dello sconto diretto in casa con un peso specifico enorme nel decidere le sorti del torneo.

La formazione 4-4-2. Complice l'infortunio dell'ottimo Michelon, debutta Gottin che è un 2002. Lo sottolineiamo perché prende il posto di Alberti in qualità di under e davanti Maino può schierare l'attacco pesante composto da Battistella e Montagnani sulle fasce e Garbuio in coppia con Giulio Bizzotto davanti. La difesa è completata da Benetti, Bonaguro, Gambasin e Dal Dosso. In mediana Pinton e Dalla Costa.

Il campo è particolarmente piccolo e si sapeva. Il Valbrenta mette da subito in campo grandissima aggressività e una maggiore caparbietà sulle seconde palle. Nei primi 25 minuti sono infatti i padroni di casa a presentarsi temibilmente più volte dalle parti di Gottin, Bonaguro e Gambasin sono chiamati ad interventi risolutivi. La prima fiammata arriva da un gran gesto tecnico di Montagnani che permette a Battistella di colpire, peccato che troppo debolmente. Al 37' duplice occasione giallorossa: Gambasin e Garbuio impegnano severamente Fantin. Subito dopo è Bizzotto a seminare il panico, viene atterrato e per l'arbitro è fallo dal limite. Non è finita perché Gambasin coglie anche una clamorosa traversa.
Dopo il thè caldo Garbuio colpisce subito un'altra traversa. La porta arancioazzurra sembra stregata, almeno fino al 5' quando Garbuio spizza, Montagnani lascia lì un'accelerata degna di Ben Johnson e batte il portiere in uscita disperata. A questo punto la gara diventa a senso unico, Bizzotto lascia il posto a Cusinato, piovono occasioni e corner ma non si concretizza lasciando il risultato pericolosamente sull'1 a 0. Ed infatti al 32' arriva il pareggio del Valbrenta su palla inattiva al primo tentativo del secondo tempo. Da infarto. Sconvolgente. Passano cinque lunghissimi minuti. Eppoi l'arcobaleno. L'arcobaleno che parte dal piede di Alberto Pinton, un raggio di calore sottoforma di calcio di punizione che spezza il gelo di San Nazario. Il gol è liberatorio. Ed è seguito prontamente dal terzo gol, Garbuio serve Cusinato che in doppio passo di prima sigla il primo gol bassanese.