Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 10-07-2009 07:06
in Attualità | Visto 1.842 volte

Consiglio Comunale: prima “crepa” tra Lega e PdL

La minoranza divisa sul nome del candidato alla vicepresidenza del consiglio. La questione rinviata alla prossima seduta dell'assemblea civica

Consiglio Comunale: prima “crepa” tra Lega e PdL

Primo consiglio comunale della nuova legislatura a Bassano

E' stato il primo consiglio comunale dell'era-Cimatti. Ma la notizia del giorno è un'altra: la prima divergenza, all'inizio di legislatura, tra PdL e Lega Nord, alleati in campagna elettorale. I due gruppi di minoranza si sono infatti trovati divisi sul nome da proporre e far votare come vicepresidente del consiglio comunale, incarico che secondo consuetudine spetta a un rappresentante dell'opposizione.
Nicola Finco, capogruppo Lega Nord, ha infatti proposto il nome della collega di gruppo leghista Tamara Bizzotto. Stefano Monegato, per il PdL, ha invece proposto la candidatura del collega di partito Rodolfo Celestino. Francesco Fantinato, capogruppo di maggioranza, ha quindi chiesto di rinviare la questione al prossimo consiglio comunale. “Dalla minoranza ci aspettavamo l'indicazione di un nome unico - ha spiegato Fantinato -. Sarebbe ingiusto sul piano politico se la maggioranza dovesse scegliere per conto della minoranza un candidato rispetto all'altro”. Proposta approvata: se ne riparla alla prossima seduta.
Per il resto, tutto secondo copione. Aria da primo giorno di scuola e pubblico delle grandi occasioni. Unico assente, il consigliere di “Cittadini per Bassano” Bruno Bernardi, in questi giorni all'estero. Qualche intoppo tecnico all'inizio, con i nuovi consiglieri non ancora abituati al sistema del voto con il collegamento elettronico.
All'ex sindaco Bizzotto, in veste di consigliere anziano, il compito di presiedere la prima parte dell'assemblea. Tra i banchi di maggioranza, altri due volti nuovi: quelli di Elisa Cavalli (PD) e Roberto Lanaro (“Cittadini per Bassano”) subentrati rispettivamente a Carlo Ferraro e Alessandro Fabris, nominati assessori.
Al giuramento del sindaco Cimatti è seguita l'elezione del presidente del consiglio comunale: Mauro Beraldin (PD), proposto dalla maggioranza, è stato eletto con 29 favorevoli e 1 astenuto. “Essere il presidente di questo consiglio è un grande onore - ha detto Beraldin nel suo intervento di insediamento -. Difenderò l'esercizio del diritto di critica della minoranza e difenderò il diritto della maggioranza di governare la città”.
Il sindaco Cimatti ha quindi le dato le sue prime comunicazioni al consiglio in ordine alla nomina della giunta comunale. Signori, si parte.

    LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

    Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

    Più visti