Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 30-05-2015 18:02
in Cronaca | Visto 2.622 volte

Spazi elettorali, blitz di Forza Nuova

Blitz nella notte a Bassano dei militanti forzanovisti: sovrapposti ai manifesti elettorali i manifesti di FN. La denuncia del Partito Democratico del Bassanese: “Gravi atti vandalici a poche ore dal voto”

Spazi elettorali, blitz di Forza Nuova

Foto tratta da Forza Nuova Veneto / facebook

Blitz nella notte dei militanti di Forza Nuova che in alcune città del Veneto - tra cui Bassano del Grappa e alcuni Comuni del circondario - hanno ricoperto i pannelli elettorali con manifesti di Forza Nuova, sovrapponendoli ai manifesti regolarmente affissi negli spazi assegnati alle liste e ai candidati alle elezioni regionali.
Ne danno notizia gli stessi militanti forzanovisti nella pagina facebook di Forza Nuova Veneto, con un post, corredato di foto, pubblicato dall'addetto stampa di Forza Nuova Veneto Davide Visentin e intitolato “Forza Nuova: violato il silenzio elettorale della vergogna”.
“I militanti forzanovisti veneti delle sezioni di Padova, Treviso e Bassano del Grappa - si legge nella pagina social - hanno ricoperto questa notte i pannelli elettorali con i manifesti di Forza Nuova, come ulteriore atto di protesta contro le scorrettezze attuate dal sistema per escludere dalle competizioni elettorali regionali e comunali veneziane l'unico movimento italiano che, a differenza degli altri, fa attività politica 365 giorni l'anno e che dal 1997 combatte nelle strade per il popolo italiano.”
“Dalle motivazioni assurde fornite dalla corte d'appello per la ricusa della lista dei candidati alla regione fino ad arrivare alle ultime notizie sull'apertura di un fascicolo d'indagine su presunte firme false sui nostri moduli - prosegue il post -, è stato un susseguirsi di atti vergognosi studiati per silenziare Forza Nuova. Le diffamazioni a mezzo stampa sono organiche al sistema in quanto distolgono l'attenzione dei cittadini in maniera strategica dai giochi sporchi che i partiti di massa, ai quali tutto è concesso, continuano a perpetrare indisturbati, come nel caso della lista Casson a Venezia, dove sulle liste dei sottoscrittori ci sono stati dei candidati (inseriti contro la loro volontà) che sono poi stati depennati. Forza Nuova é stata esclusa per fatti molto meno gravi.
“In questo clima di illegalità, corruzione e giochi sporchi - conclude FN Veneto - riteniamo che le prossime elezioni amministrative e regionali siano a pieno titolo nulle e pertanto invitiamo militanti e cittadini forzanovisti ad astenersi dal voto di domani e a non rendersi complici della prossima marionetta che il sistema imporrà sul Veneto.”
Il blitz forzanovista ha riguardato gli spazi di propaganda elettorale di tutte le formazioni in lizza alle elezioni regionali. Ma è il Partito Democratico, e nella fattispecie il PD del Bassanese, a denunciare in particolare l'episodio tramite un comunicato stampa trasmesso in redazione, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

GRAVI ATTI VANDALICI A POCHE ORE DAL VOTO

Nella notte sono stati strappati i manifesti PD in molti comuni del Bassanese

Bassano del Grappa, 30 maggio.

A poche ore dal voto si sono verificati gravi atti vandalici a Bassano del Grappa, a Rosà, a Tezze e in molti altri comuni del Vicentino. Nella notte alcuni sostenitori di Forza Nuova hanno sostituito i manifesti elettorali regolarmente affissi degli altri partiti in Viale delle Fosse e in Via XI Febbraio a Bassano, in altri comuni come a Rosà molti manifesti in particolare del Partito Democratico sono stati strappati e in alcuni casi, come ad Asiago, imbrattati da scritte.
“Come purtroppo già successo in passato - dichiara il sindaco Riccardo Poletto - anche in occasione delle elezioni regionali dobbiamo assistere ad atti di gruppi di persone che non sono in grado di rispettare nemmeno le più elementari regole democratiche. Lo dimostra l’evidente mancanza di rispetto degli spazi elettorali. Persone che ritengo essere impreparate alla gestione della cosa pubblica.”
Il Partito Democratico bassanese ha già allertato i vigili e lunedì procederà con la denuncia in procura. Nel frattempo tutti i volontari si stanno adoperando per affiggere nuovamente i manifesti.

Luigi Tasca
Portavoce Zona PD Bassanese

Libertà è Parola

Libertà è Parola: “Scuola: tra passato e futuro” Intervista a Gianni Zen

Nelle emergenze, come nel quotidiano, il tema della #scuola ritorna sempre: infrastrutture, didattica, qualità e molto altro. Col nostro ospite,...

Più visti