Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 02-04-2015 14:38
in Cronaca | Visto 2.436 volte

Mai dire Bike

Scoperto e denunciato dai Carabinieri ladro seriale di biciclette. Ne aveva rubate 5 nel mese di marzo a Bassano. E' un pluripregiudicato di Camposampiero: nel 2012 aveva già compiuto analoghi furti nel Bassanese

Mai dire Bike

Il ladro in azione nel parcheggio del Grifone, mentre taglia il lucchetto con la grossa tenaglia, immortalato dalla videocamera di sorveglianza (fonte immagine: Carabinieri Bassano del Grappa)

Mai dire Bike. Anche perché il furto di una bicicletta, per quanto “minore” rispetto ad altri reati, è sempre un fatto molto spiacevole per chi lo subisce.
Prova ne sia - come conferma il comandante della Stazione dei Carabinieri di Bassano del Grappa, luogotenente Antonio Bellanova - la reazione di felicità di chi si vede restituire la due ruote sottratta, quando questa viene recuperata.
E la mamma dei ladri di biciclette, purtroppo, è sempre incinta. C'è poi chi, dell'appropriazione delle bici altrui, ne fa un'attività di furto seriale.
E' il caso di T.R., 43 anni, residente a Camposampiero (Pd), nullafacente, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e non solo, denunciato dai militari della Stazione di Bassano per furto pluriaggravato e continuato.
Le indagini sono scattate a seguito di quattro denunce per altrettanti furti di biciclette compiuti a Bassano nel mese scorso: rispettivamente il 12 marzo davanti alla scuola media Bellavitis 2.0 a Santa Croce; il 13 marzo davanti al centro sportivo di Santa Croce in via Ca’ Dolfin e nel parcheggio del centro commerciale Il Grifone; il 21 marzo ancora nel parcheggio del Grifone.
Un raid continuato che ha interessato derubati di tutte le età: le due bici sottratte a Santa Croce appartengono a due studenti minorenni, con denuncia presentata ai Carabinieri dai genitori.
Il cerchio sull'autore dei furti si è presto stretto: visionando i filmati della videocamera di sorveglianza del centro commerciale, i militari hanno infatti notato che si trattava della stessa persona. Che utilizzava i suoi oggetti del desiderio anche come mezzi di spostamento per reiterare il reato.
In uno dei due furti oggetto di denuncia compiuti al Grifone, l’individuo ha raggiunto il posto con una delle due bici rubate a Santa Croce, ne ha prelevato un'altra tagliando il lucchetto con una grossa tenaglia e quindi, alla sera, è tornato a recuperare la due ruote con la quale era arrivato.
Ieri in tarda mattinata i Carabinieri di Bassano lo hanno finalmente rintracciato
in zona Centro Studi a Santa Croce, uno dei luoghi preferiti delle sue visite, mentre si muoveva con fare circospetto.
Riconosciuto, identificato e fermato, T.R. è stato perquisito: rinvenuta, una tasca del giubbotto, la grossa tenaglia che usava per i furti, che è stata sequestrata.
Dai successivi riscontri investigativi è emerso che il padovano aveva compiuto anche un quinto furto di bicicletta, il 4 marzo scorso, sempre al Grifone.
La indagini proseguono e sono in corso accertamenti per valutare e confermare anche la pista del reato di ricettazione. Secondo elementi in possesso degli investigatori, T.R. avrebbe rivenduto infatti le bici rubate a suoi contatti nel Padovano. Due biciclette - entrambe rubate il 13 marzo a Santa Croce e al Grifone - sono state recuperate e restituite ai proprietari.
Ladro seriale, ma non da adesso: il denunciato, nel 2012, si era già reso responsabile di analoghi furti nel Bassanese.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti