Pubblicato il 07-12-2020 11:22
in Danza | Visto 521 volte

A Casa Nostra, in danza

Con Zebra, a teatro e online la danza anima l'inverno all'interno del progetto per la rigenerazione artistica e culturale promosso dalla Regione

A Casa Nostra, in danza

Chiara Frigo in Himalaya_Drumming (fonte FB)

Proseguono nei teatri del Veneto le attività del progetto regionale “A Casa Nostra”, realizzato con il coordinamento artistico di Giancarlo Marinelli, realizzato in partnership con Arteven e il Teatro Stabile del Veneto. La piattaforma per la rigenerazione artistica e culturale promossa dalla Regione coinvolge otto compagnie di spettacolo (teatro, danza, musica), a fare da capofila è il Teatro Comunale Città di Vicenza. Il teatro nonostante le chiusure al pubblico è sempre attivo e presente per le sue comunità con le compagnie che “abitano” i luoghi dello spettacolo dal vivo, grazie a questo progetto e alla formula delle residenze artistiche.
Unica compagnia di danza tra quelle selezionate per “A Casa Nostra”, è l’associazione culturale veneziana Zebra-CulturalZoo, che vede coinvolte le coreografe Chiara Frigo, Silvia Gribaudi e altri nomi facenti capo al progetto di ricerca partecipata.
Dall’8 all’11 dicembre, Silvia Gribaudi, coreografa e performer molto apprezzata a livello nazionale e internazionale, fortemente riconoscibile per la sua personalissima cifra autoriale, da sempre impegnata contro il body shaming (il suo pluripremiato “Graces” ha fatto tappa per Operaestate anche a Bassano www.bassanonet.it/cultura/27948-con_grazia.html) sarà impegnata con il processo creativo del nuovo spettacolo che porta il titolo: “Memorie di intime rivoluzioni”. Con lei collabora Chiara Frigo, coreografa e danzatrice la cui performance “Blackbird” ha chiuso a Montebelluna il programma 2020 di Operaestate Festival e a novembre è stata protagonista di una residenza artistica ospitata negli spazi del CSC (Centro per la Scena Contemporanea); l’esito artistico e performativo prodotto di due diverse visioni coreografiche sulla percezione del confinamento e la trasformazione del corpo è in programma al Teatro Comunale a fine gennaio. Oltre alla nuova produzione il pubblico potrà assistere a uno spettacolo di repertorio della compagnia e a uno spettacolo di altri interpreti scelti da Zebra.
Al termine della residenza, venerdì 11 dicembre, dalle ore 19 alle 21, Silvia Gribaudi sarà online sulla piattaforma Zoom con la masterclass intitolata “A corpo libero”, per spettatori selezionati a chiamata.
Sabato 12 dicembre, alle 14.30, alle 15.30 e alle 16.30 (in tre sessioni da 45 minuti ciascuna) è in programma il laboratorio di movimento per famiglie e bambini dai 6 ai 12 anni “A un passo dal mostro”, con il danzatore e coreografo Matteo Marchesi: il gruppo “virtuale” di bambini e bambine partecipanti esplorerà la natura dei mostri immaginari che danno forma e concretezza all’invisibile, al desiderio di essere diversi, di crescere e cambiare.
Gli altri appuntamenti con la danza di Zebra sono in programma per fine gennaio e a febbraio.

Più visti