Pubblicato il 29-03-2010 20:23
in Attualità | Visto 3.866 volte

L'Orient Express approda a Bassano

Lo storico treno francese, giunto in mattinata in città, ha un tecnico che parla bassanese.

L'Orient Express approda a Bassano

Graziano Faggion, bassanese, responsabile tecnico del Venice-Simplon Orient Express (foto Nicola Parolin)

Inutile descrivere lo stupore dei presenti quando, questa mattina, ha fatto il suo ingresso in stazione di Bassano l'intero convoglio del Venice Simplon Orient Express, lo storico treno che ha ispirato ed è stato ambientazione del celebre romanzo di Agatha Christie.
E' proprio il tecnico responsabile della manutenzione del treno, il bassanese Graziano Faggion, a raccontarci le motivazioni di questo arrivo a sorpresa, lui che ci lavora da oltre 25 anni, dapprima come manutentore di bordo e successivamente come direttore dei lavori di manutenzione.

“L'arrivo dell'Orient Express in città è stato voluto principalmente per un fattore pubblicitario, serviva infatti un paesaggio naturale e pianeggiante dove poter scattare delle foto suggestive al treno in corsa. Potete immaginare quale sia stata la mia felicità quando ho saputo che il tutto si sarebbe fatto sulla linea Venezia-Bassano.”

Cosa prova un bassanese a lavorare a bordo di un “pezzo di storia” quale è l'Orient Express?
“Non le nego che nonostante tutti questi anni di servizio, rimango ancora entusiasta ogni qualvolta salgo a bordo di queste carrozze, in cui in ogni angolo si respira l'atmosfera della Belle Epoque. In tutti i vari viaggi che ho effettuato ho avuto modo di entrare in contatto con ogni sfaccettatura della vita di bordo, ad esempio ho imparato ad apprezzare e a praticare la cucina francese.”

Un tecnico con la passione per la cucina?
“Assolutamente sì. Durante la vita di bordo ho stretto amicizia con tutti i grandi chef che hanno lavorato alle cucine del treno e ogni occasione era buona sia per carpire qualche nuovo suggerimento sia per assaggiare tutte le novità culinarie in serbo per i passeggeri.”

Per concludere, cosa più di tutto rende indimenticabile un viaggio in Orient Express?
“Il fatto di poter fare un vero e proprio salto nel passato, lasciandosi alle spalle ogni sorta di tecnologia attuale e intraprendendo una sorta di “viaggio nel tempo” sui binari.

Messo in servizio per la prima volta nel 1883 dalla Compagnie Internationale des Wagons-Lits, il percorso originale dell'Orient Express collegava Parigi con Istanbul. Sospeso durante la prima guerra mondiale, il servizio venne successivamente ripreso al termine del conflitto e, grazie all'apertura del Tunnel Del Sempione avvenuta nel 1906, si venne a creare un nuovo servizio ferroviario passante per Losanna, Milano, Venezia e Trieste noto come Simplon Orient Express.
Negli anni trenta l'Orient Express conobbe il periodo di massimo splendore con tre collegamenti paralleli in funzione, capaci di toccare buona parte delle capitali Europee con collegamenti settimanali con carrozze ristorante e vagoni letto.
Successivamente, attorno ai primi anni 60, due dei tre servizi vennero dismessi, mentre l'intero progetto Orient Express venne concluso definitivamente nel 1977 con l'ultimo viaggio Parigi-Istanbul.
Nel 1982 venne inaugurato il Venice-Simplon Orient Express, servizio ferroviario privato effettuato con carrozze degli anni trenta appositamente restaurate, che nel periodo Marzo-Novembre settimanalmente collega Londra e Parigi a Venezia. Nello stesso periodo vengono effettuati due viaggi all'anno sulla tratta Parigi-Budapest-Bucarest-Istanbul e un viaggio all'anno sul collegamento Istanbul-Bucarest-Budapest-Venezia.

LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

Più visti