ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 04-05-2019 16:21
in Politica | Visto 3.533 volte
 

Marisca la leghista

Presentata la lista “Marisca Scapin Sindaco - 100% Tezze”. L'assessore leghista di Tezze sul Brenta Marisca Scapin si candida a primo cittadino, ma il partito le ha negato il simbolo della Lega

Marisca la leghista

Il candidato sindaco Marisca Scapin, al centro nella foto, assieme ai candidati della sua lista

Questa è la storia di una lista che è nata nell'ambito della Lega, guidata da un assessore uscente leghista che è stato votato candidato sindaco dalla grande maggioranza degli iscritti alla sezione locale della Lega, che tra i 16 candidati annovera 10 leghisti tra militanti e sostenitori ma che non corre alle amministrative con il simbolo della Lega, assegnato dai referenti nazionali del partito ad una lista concorrente, fedele al sindaco uscente Valerio Lago. È la storia della lista civica “Marisca Scapin Sindaco - 100% Tezze” che si presenta all'appuntamento col voto a Tezze sul Brenta.
Marisca Scapin, che nella giunta Lago ha seguito vari referati tra cui Politiche della famiglia, Politiche giovanili, Quartieri e Pari opportunità, si rimbocca le maniche per un'avventura elettorale - è proprio il caso di dirlo - nuova al 100%.
“Il segretario nazionale della Lega-Liga Veneta Toni Da Re all'ultimo minuto, di nascosto e senza avvertirmi, ha assegnato il simbolo ad un'altra lista dove militanti leghisti non ce ne sono, a parte due candidati - spiega la Scapin a Bassanonet -. Il 90% della sezione della Lega di Tezze, che è commissariata e di cui il commissario è Germano Racchella, aveva votato per me. Ma alla fine il partito ha deciso che il simbolo non è nostro.”
Dunque Marisca la leghista, che nella foto ufficiale sui manifesti ha la spilla di Alberto da Giussano sulla giacca, corre contro la sua adorata Lega. Tra i suoi trofei c'è la foto con il vicepremier Salvini che campeggia ovunque sulla sua pagina Facebook: ma non è bastata per aggraziarsi i favori del Carroccio.
In sede di presentazione della lista civica, nella sala Tessarollo di Tezze, il candidato sindaco snocciola i vari punti del programma “che è già pronto al 100%”. Riduzione dell'Irpef comunale, acquisire un terreno per realizzare una casa di riposo per anziani comunale, creazione di nuovi spazi per i giovani nei confronti dei quali l'aspirante prima cittadina, madre di tre adolescenti, è particolarmente sensibile. E ancora sostegno alle famiglie in difficoltà, contributi per i libri di testo delle scuole primarie e medie, abbattimento del divario digitale per una “Tezze connessa”, valorizzazione del Parco dell'Amicizia con concerti ed eventi col patrocinio della Pro Loco.
In più cura e decoro urbano e miglioramento delle barriere architettoniche sul quale la Marisca si sente “molto partecipe” rimarcando che la giunta uscente “ha tenuto poco conto dei bandi della Regione”. Ma anche istituzione del servizio di “controllo di vicinato” con “corsi di preparazione per i volontari”, completamento della rete di videosorveglianza nelle zone sensibili e riorganizzazione del Corpo di Polizia locale: “Dobbiamo uscire dal Consorzio di Polizia locale, il nostro Corpo di Polizia locale va valorizzato.”
Focus sul contrasto alla diffusione della ludopatia: “Ci sono più cartelle aperte per ludopatia che per alcolismo.” In programma inoltre l'istituzione del “Job Day” per favorire l'incontro tra le aziende e i giovani, lo studio e miglioramento della viabilità nella varie frazioni (in particolare a Granella, Belvedere e Stroppari), il completamento della rete ciclabile comunale, l'attuazione del progetto ciclabile “Monaco - Venezia” lungo l'argine del Brenta, la messa in sicurezza delle scuole con priorità alla scuola di Granella.
Infine la riqualificazione urbana di aree dismesse, agevolazioni per la ristrutturazione e costruzioni di edifici ad energia quasi zero, dialogo diretto con le attività produttive e commerciali del territorio.” “Dobbiamo cercare il confronto ma anche l'ascolto - afferma Scapin -, che in questi cinque anni è stata una cosa trascurata.”
I 16 candidati, uno alla volta, si presentano spiegando il perché della loro decisione di mettersi in gioco con questa squadra. Si tratta di Milika D'Incau, Leri Trento, Federica Vanzetto, Marco Lunardon, Silvia Lago, Agostino Bresolin, Giampietro Toso, Daniele Sartore, Bruno Stocco, Mauro Basso, Gianluca Bosa, Francesca Cavazzan, Anna Tessarollo, Gessica Dalla Costa, Michele Alessio e Eros Parolin.
“Vogliamo raggiungere più cittadini possibili - conclude il candidato sindaco Marisca Scapin -, confrontarci e dare ascolto. Questa è la forza di questo gruppo. Noi siamo la volontà del cambiamento. Facce nuove in amministrazione, ma facce conosciute nel territorio.” Ora è il momento di correre. Ovviamente, al 100%.