Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 23-04-2012 14:14
in Politica | Visto 2.527 volte
 

Paolo Bordignon: “L'avanzo di bilancio è dimostrazione di buona gestione della cosa pubblica”

Il candidato sindaco di “Continuità e Rinnovamento” alle amministrative di Rosà: “Chiediamo fiducia nel proseguire il lavoro sin qui svolto”. Questa sera in sala consiliare il primo faccia a faccia tra i candidati a primo cittadino

Paolo Bordignon: “L'avanzo di bilancio è dimostrazione di buona gestione della cosa pubblica”

Il candidato sindaco di "Continuità e Rinnovamento" Paolo Bordignon (foto Alessandro Tich)

La lista “Continuità e Rinnovamento”, in corsa alle elezioni amministrative di Rosà del 6 e 7 maggio, ha trasmesso in redazione il comunicato che riportiamo di seguito:

COMUNICATO

Chiuso il fine settimana tra la gente nei vari gazebo allestiti nelle Piazze di Rosà, questa sera lunedì 23 aprile con inizio alle ore 20,30 nella Sala Consiliare del Municipio, è in programma il primo confronto per Paolo Bordignon con gli altri candidati.
Il ‘faccia a faccia’ è organizzato dalle Categorie Economiche e sarà condotto nel ruolo di moderatore dal giornalista Gianni Celi.
Per Paolo Bordignon, assessore uscente della Giunta Lanzarin che entra nella Sala Consiliare per la prima volta con un’altra veste, sarà l’occasione per far conoscere, in un confronto diretto, i progetti che stanno alla base del programma elettorale che viene presentato ai cittadini nel segno della continuità, dopo dieci anni di buona amministrazione.
Tra i tanti risultati dell’Amministrazione uscente, sabato è arrivato da parte del Consiglio comunale nella sua ultima seduta, l’approvazione del Rendiconto di Gestione con un Avanzo di bilancio di 417 mila euro.
“Oltre a far rientrare Rosà nel Patto di Stabilità - commenta Paolo Bordignon - chiudere con un Avanzo di bilancio un anno come quello del 2011 che è stato fortemente segnato dalla crisi economica, è dimostrazione di una buona gestione della cosa pubblica. Ricordo che non abbiamo aumentato le tasse ai cittadini, Rosà è uno dei pochi comuni del bassanese a non aver applicato l’addizionale IRPEF ed i costi dei servizi son rimasti invariati.
È con questo genere di numeri e risultati che ci presentiamo ai cittadini chiedendo la fiducia nel proseguire il lavoro sin qui svolto.”

(Comunicato trasmesso dall'Ufficio Stampa di “Continuità e Rinnovamento”)