Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 07-08-2010 16:08
in Attualità | Visto 3.211 volte

“Bretella Ovest, Cartigliano deve opporsi”

Il gruppo consiliare “Vivere Cartigliano” invita la Provincia a non reintrodurre il progetto dell'arteria nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. “Anche da noi era opportuno convocare un consiglio comunale sulla questione”

“Bretella Ovest, Cartigliano deve opporsi”

Villa Morosini Cappello a Cartigliano, sede del Municipio

L'ormai famosa “Bretella Ovest” - assoluto tormentone politico dell'estate 2010 - non è mai stata amata a Cartigliano. Tant'è che nel 2005 e nel 2007 l'Amministrazione comunale si era opposta alla realizzazione dell'arteria, che interessa il territorio cartiglianese, come ha informato il sindaco Germano Racchella, per un tratto di circa 300 metri.
Una posizione che negli ultimi tempi è stata rovesciata dallo stesso sindaco Racchella che, seppure a denti stretti, si è unito al gruppo dei sindaci favorevoli alla costruzione dell'infrastruttura dicendo “sì”, ma ad una condizione: “Se passa questa bretella - aveva detto al recente incontro tra Amministrazioni alla centrale di San Lazzaro a Bassano - Cartigliano non paga soltanto, ma deve anche avere.”
Ma la questione, in paese, è ben lungi dall'essere conclusa. Sull'argomento interviene infatti oggi il gruppo consiliare comunale “Vivere Cartigliano”, che ribadisce l'esigenza di confermare la posizione contraria del Comune e invita la Provincia di Vicenza - che, come noto, ha stralciato il progetto della Bretella Ovest dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale - a non ritornare sui suoi passi.
Qui sotto riportiamo integralmente il comunicato del gruppo consiliare:

“Il gruppo consigliare “Vivere Cartigliano” composto dai consiglieri comunali Monia Bordignon, Marco Pegoraro e Francesca Tartaglia ha presentato alla Provincia di Vicenza un’osservazione al P.T.C.P. in cui chiede che la tanto discussa bretella ovest Bassano - Padova, stralciata dal P.T.C.P. di Vicenza, non venga per alcuna ragione reintrodotta in tale strumento urbanistico.
Il Consiglio Comunale di Cartigliano aveva in precedenza, in una seduta del 2005 e in una del 2007, espresso contrarietà all’ipotesi di tale soluzione. Molti dei comuni coinvolti, come Tezze e Bassano, in questi giorni hanno nuovamente deliberato in Consiglio Comunale la loro posizione nei riguardi della Bretella Ovest. Questo non è accaduto nel Comune di Cartigliano, dove ci sembrava opportuno invece la convocazione del Consiglio in cui si votasse nuovamente la contrarietà alla realizzazione di tale soluzione, a rafforzo delle delibere precedenti, soprattutto in considerazione degli ultimi articoli in merito apparsi sulla stampa locale.
Da quanto riportato sulla stampa, frasi come “Anche Cartigliano ha assunto una posizione maggiormente positiva e aperta a individuare alcune ipotesi di compensazione e adattamenti che attenuino l'impatto dell'opera nel territorio di competenza (Giornale di Vicenza e Gazzettino 19/01/10) ci preoccupano in quanto non mostrano nel sindaco quella ferma contrarietà del 2007.
Per quanto appena scritto e comunque ricordando che le amministrazioni parlano con gli atti ufficiali e non attraverso la stampa, abbiamo ritenuto opportuno rafforzare quanto negli anni passati deliberato in consiglio ribadendo con la nostra osservazione la contrarietà alla realizzazione di tale opera. Riteniamo infatti che la bretella Ovest sia una soluzione viabilistica che graverebbe pesantemente sul territorio di Cartigliano ed in particolare sulla località Scalchi, pensiero condiviso da buona parte dei cittadini di Cartigliano come è emerso nei vari incontri tenuti per discutere su tale argomento.”

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti