Pubblicato il 22-01-2010 00:39
in Attualità | Visto 3.071 volte

Romano d'Ezzelino: accordo tra il Comune e la Banca Popolare di Marostica

Formalizzata l'intesa tra l'ente bancario e l'Amministrazione per la cessione del credito a favore di imprese fornitrici di beni o servizi al Comune di Romano.

Romano d'Ezzelino: accordo tra il Comune e la Banca Popolare di Marostica

Il sindaco Rossella Olivo ed il Direttore della Banca Popolare di Marostica Gianfranco Gasparotto sottoscrivono l'accordo

"Siamo contenti di essere il primo Comune del territorio a fare passi concreti per venire incontro a quelle realtà artigiane medio-piccole messe a dura prova dalla crisi economica che stiamo vivendo". Esordisce così il sindaco di Romano d'Ezzelino Rossella Olivo nel presentare l'accordo stipulato con la Banca Popolare di Marostica per la cessione all'istituto bancario del credito a favore di imprese che forniscono servizi o beni al Comune. "Questa iniziativa - spiega l'Assessore al Patrimonio Massimo Ronchi - nasce da una precisa richiesta pervenutaci dalle Associazioni di categoria tre mesi fa: l'accordo appena stipulato rappresenta una sorta di 'paracadute' nella remota e malaugurata ipotesi in cui il Comune non possa corrispondere alle aziende interessate i pagamenti per la fornitura di servizi. Sarà sufficiente presentarsi presso una delle filiali della Banca Popolare di Marostica con la certificazione del credito rilasciata dal Comune di Romano per ottenere il pagamento dovuto".
Insoluti che si trascinano per mesi, con aziende che non potendo fare affidamento su grandi capitali economici spesso sono persino costrette a cessare l'attività: è per scongiurare scenari come questo che in breve tempo l'accordo è stato ratificato, con reciproca soddisfazione delle parti interessate: "Romano da questo punto di vista è un Comune 'pilota', - spiega il Direttore della Banca Popolare di Marostica Gianfranco Gasparotto - e spero che il suo esempio possa servire ad altre Amministrazioni per intraprendere iniziative a favore del territorio. Grazie a questa collaborazione il nostro istituto può mettersi a disposizione delle aziende: le procedure di pagamento richiedono che venga aperto un conto corrente, ma una volta conclusa la procedura il titolare può decidere in piena libertà se mantenerlo o chiederne la chiusura".
Parole di grande apprezzamento sono state espresse dai rappresentanti di quelle Associazioni di categoria che avevano richiesto l'intervento del Comune in tal senso: Sergio Serradura, Maurizio Camazzola e Carla Bordignon, Presidenti rispettivamente dell'Associazione Artigiani del mandamento di Bassano del Grappa, di quella di Romano e dell'Associazione dei Commercianti romanese concordano nel definire l'iniziativa "un segnale da parte del Comune di sensibilità e attenzione verso le necessità concrete di quelle realtà commerciali che permettono lo sviluppo dell'economia locale".

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti