ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 14-03-2019 15:56
in Politica | Visto 2.564 volte
 

A qualcuno piace Aldo

Elezioni amministrative: il sindaco uscente di Cassola Aldo Maroso di nuovo in lizza per la civica Vivere Cassola

A qualcuno piace Aldo

Il sindaco di Cassola Aldo Maroso in una foto di archivio

Il sindaco uscente di Cassola Aldo Maroso resta alla guida della lista civica Vivere Cassola e annuncia la sua ricandidatura a sindaco alle prossime elezioni amministrative.
Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui erano presenti tutti i membri dell'attuale Giunta e della maggioranza, il primo cittadino ha sciolto le riserve e ha reso ufficiale una decisione che, come ha spiegato, è il frutto di una “lunga riflessione personale” e di un “intenso confronto con l'intero gruppo di maggioranza e con i sostenitori”.
“Questa scelta - ha dichiarato Maroso - è condivisa unanimemente da tutta la squadra, che ha individuato nella mia persona il “miglior candidato” per portare avanti questa esperienza di governo, da noi tutti giudicata positiva.” “Non è una scelta scontata - ha ammesso -: per molto tempo ho pensato di non ripresentarmi per il ruolo di primo cittadino e già cinque anni fa avevo dichiarato di essere intenzionato a restare in carica per un solo mandato.” “Nel corso del quinquennio, tuttavia - ha aggiunto -, l'attenzione di tutti è stata rivolta alle “cose da fare”, alle strategie amministrative da mettere in atto e ai problemi da risolvere e solo negli ultimi mesi ci siamo trovati di fronte alla necessità di individuare un candidato sindaco che potesse sostituirmi. A quel punto la squadra di maggioranza e il gruppo di Vivere Cassola mi hanno chiesto di tornare sui miei passi e di mettermi nuovamente in prima linea, assicurandomi in cambio il supporto di tutti.”
L'intera giunta, infatti, sarà ancora della partita. E come afferma la civica Vivere Cassola, “è pronta a sostenere il suo candidato sindaco con la stessa coesione e la stessa determinazione dimostrata nell'ultimo quinquennio, senza vincoli ideologici ma con il solo fine del bene del territorio.” “È stato questo a far pendere l'ago della bilancia verso la ricandidatura - svela il primo cittadino uscente -: la consapevolezza che, se fossi rimasto, tutti gli assessori, nonostante gli impegni famigliari e professionali e anche a dispetto della stanchezza dovuta a ritmi di lavoro sfiancanti, avrebbero acconsentito ad impegnarsi ancora una volta assieme a me in questa nuova avventura.”
La lista rimarrà una civica e al suo interno continueranno a “convivere” persone di diverso orientamento politico ma con una linea di pensiero unitaria sulle scelte amministrative. “Una formula che ha funzionato bene negli ultimi cinque anni - rimarca Maroso -, consentendoci di sciogliere i nodi più intricati del nostro Comune (in primis la questione Acquapark), di ridurre l'indebitamento, di creare una proposta culturale degna di questo nome e di investire oltre 13 milioni in opere per il miglioramento della sicurezza, della viabilità, della qualità della vita e dell'edilizia scolastica e sportiva.”
“Ora - sottolinea la civica - si riparte da qui, con la forza delle competenze maturate giorno dopo giorno dal 2014 ad oggi e con la freschezza dei nomi nuovi che andranno a completare la lista.” Vivere Cassola, inoltre, già da tempo sta lavorando alla stesura di un nuovo programma elettorale, con incontri tematici coordinati dagli assessori di riferimento di ogni area. “Il passaggio più importante, naturalmente, sarà il voto e la rinnovata fiducia dei cittadini - chiude il candidato sindaco e aspirante successore di se stesso -. Ma intanto (ri)cominciamo da qui. Tutti insieme.”
A qualcuno piace Aldo: giunta, maggioranza e sostenitori di civica in primis. La conferma definitiva, adesso, spetterà ai cittadini.