Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Pubblicato il 12-11-2009 21:56
in S.O.S. città | Visto 3.401 volte

Metropark: la storia continua...

La segnalazione di un nostro lettore: il Metropark di Largo Parolini ancora al centro di dinamiche poco chiare.

Metropark: la storia continua...
Riceviamo dal nostro lettore Luca M.C. questa segnalazione:

"Il parcheggio Metropark della stazione ferroviaria è nuovamente nel centro del mirino.
Da un po' di giorni a questa parte il servizio è stato sospeso, naturalmente il motivo è avvolto dal mistero...e nessuno riesce a dare delle spiegazioni.
Fatto sta che dopo una prima asfaltatura completa di ritinteggiatura delle strisce, dopo una seconda asfaltatura ed ulteriore rifacimento della segnaletica orizzontale, il parcheggio ha sospeso il servizio.
E' passato poco più di un anno da quando la precedente Amministrazione l'aveva orgogliosamente inaugurato, con la segnalazione da parte dei media locali della sua particolare 'circolazione all'inglese', proprio per non farci mancare niente! Però, almeno, era entrato in azione: chi ci abita vicino può testimoniare in merito alla quantità di lavori che sono stati svolti. Tutti questi lavori avranno ovviamente avuto un costo, e dopo il sostegno economico della città, giace inutilizzato, della serie: '...e io pago!'.
Qualche settimana fa, la svolta: vengono tolte le sbarre ed il parcheggio può essere utilizzato gratuitamente. Il pensiero di tutti è stato: 'Vista la scarsa frequentazione, questo può essere un modo per promuoverne l'utilizzo!'.
Troppo bello per essere vero: meno di 5 giorni fa è stato nuovamente bloccato.
Mi chiedo: se la penuria di parcheggi è uno dei fattori più critici della nostra città, è mai possibile che quelli che esistono non vengano utilizzati in maniera adeguata?".

Più visti