Canova
Canova

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Attualità

Pantani in pista

L’assessore ai Lavori Pubblici Zonta replica alle accuse mosse dal PD sullo “stato di abbandono generale” di Parco Ragazzi del ‘99. “Questione monitorata, problemi noti, studiate alcune soluzioni e a breve interverremo per attuarle”

Pubblicato il 23-11-2022
Visto 6.446 volte

Canova

Questa mattina sono andato a fare un bel giretto di perlustrazione in Parco Ragazzi del ‘99.
Vista anche la nitida giornata di sole, dopo il diluvio di ieri, è stata anche una passeggiata piacevole.
Ma non mi sono recato al parco per diletto, magari.

Foto Alessandro Tich

Ci sono andato per verificare di persona la situazione, dopo che sabato scorso 19 novembre il Circolo di Bassano del Grappa del Partito Democratico aveva diffuso un comunicato stampa che accusava “lo stato di abbandono generale” in cui versa il parco cittadino e dopo che questa mattina è pervenuto in redazione un nuovo comunicato, questa volta del vicesindaco e assessore comunale ai Lavori Pubblici Andrea Zonta, di replica alle osservazioni critiche lanciate dal PD.
Riassunto della puntata precedente, già riportata nel mio precedente articolo “Park Condicio”. Ciò che è stato evidenziato dal Circolo Dem è il fatto che dopo il concerto di Elisa dello scorso 3 agosto “Parco Ragazzi del ‘99 è rimasto esattamente come il giorno dopo il concerto, con larghe zone di verde ridotte a fango, recinzioni divelte, barriere mobili a delimitare alcune aree del parco e uno stato di abbandono generale che mal si addice al nostro bel parco cittadino”. “Parco Ragazzi del ’99, il salotto verde della nostra città - è un altro passaggio del comunicato del PD -, in queste condizioni di abbandono non si era mai visto.”
Dunque oggi ho compiuto un sopralluogo nell’area che è l’oggetto del contendere, ho circumnavigato il parco per intero e la prima cosa da dire è che a fronte dell’“abbandono generale” lamentato dal partito di opposizione non ho notato niente di particolare.
La stagione è quella che è, l’erba non si presenta propriamente come un prato inglese, c’è qualche mucchio di fango qua e là, i viali sono ovviamente cosparsi di fogliame ma non c’è nulla che faccia gridare allo scandalo. In più all’interno del perimetro del parco pubblico non c’è alcuna barriera mobile che impedisca la libera circolazione delle persone.
Tuttavia un punto del parco che grida vendetta effettivamente c’è ed è proprio quello immortalato dalle foto del Circolo PD di Bassano. Si tratta dell’angolo a nordest di Parco Ragazzi, attiguo alla piazzola al termine della via Santo Stefano che costeggia il lato nord dell’area verde cittadina.
Qui la recinzione è stata divelta da ignoti e rimpiazzata da transenne con la scritta “Vietato l’ingresso ai non autorizzati”, dietro le quali si vede una pista di terreno oggettivamente ricoperta di melma. Pantani in pista: e non è un’epopea ciclistica.
Inoltre rimane sempre attuale il problema della rete metallica di recinzione del parco che in alcuni punti - come accaduto nel 2003 dopo la storica festa con concerto di Moby per i 25 anni della Diesel - si presenta danneggiata e andrebbe ripristinata. In particolare ancora in via Santo Stefano e in corrispondenza del parcheggio Prato 1 in Prato Santa Caterina.
Ma ecco che sulla questione, come già anticipato sopra, interviene oggi l’assessore Andrea Zonta con un comunicato “di risposta” sui problemi evidenziati.
“La situazione di Parco Ragazzi del ’99 - spiega l’esponente di giunta - è dovuta ad una serie di condizioni che troveranno soluzione non appena l’amministrazione comunale riceverà tutte le autorizzazioni dagli enti preposti e si potrà procedere con gli interventi di sistemazione di questo ingresso al parco, in primavera.”
“Il concerto estivo - aggiunge il vicesindaco - è stato solo uno degli appuntamenti che hanno interessato l’area, perché tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno ci sono state varie iniziative organizzate o patrocinate dal Comune di Bassano in quel luogo, come la città dello sport, il circo, la giornata della famiglia e le riprese del film dedicato alla vita di Tina Anselmi.” “Il fango che si è formato, ed è chiaro viste le particolari condizioni climatiche di questi mesi, è recente e dipende dalle piogge delle ultime settimane - continua -. Non appena terminerà questa ondata di maltempo verrà sistemata anche la rete.” “Si tratta di una questione che teniamo monitorata e ne conosciamo i problemi e le fragilità - conclude Zonta -, ma abbiamo studiato alcune soluzioni e a breve interverremo per attuarle.”
Sulla Park Condicio per il momento è tutto, a voi la linea.

Più visti

1

Cronaca

29-11-2022

Coming Home

Visto 8.034 volte

2

Politica

29-11-2022

Pietrosante non è un’opinione

Visto 7.995 volte

3

Politica

28-11-2022

Grande Fratello Vip

Visto 6.957 volte

4

Attualità

29-11-2022

L’industriale e il contadino

Visto 6.725 volte

5

Attualità

01-12-2022

Le due verità

Visto 6.710 volte

6

Attualità

01-12-2022

L’Isola dei Dubbiosi

Visto 6.330 volte

7

Attualità

29-11-2022

L’erba del vicino

Visto 6.265 volte

8

Attualità

02-12-2022

Dynasty

Visto 4.863 volte

9

Magazine

01-12-2022

Una Madonna, un artista e Tre Briganti

Visto 3.787 volte

10

Teatro

29-11-2022

LA stagione teatrale bassanese apre con Servo di scena

Visto 3.271 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 12.312 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 8.430 volte

3

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.169 volte

4

Cronaca

29-11-2022

Coming Home

Visto 8.034 volte

5

Politica

29-11-2022

Pietrosante non è un’opinione

Visto 7.995 volte

6

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.609 volte

7

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.566 volte

8

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.468 volte

9

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.402 volte

10

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.360 volte