Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 01-03-2021 17:07
in Attualità | Visto 2.545 volte

Dal lockdown al countdown

C'è chi fa il conto alla rovescia verso la data dell'inaugurazione del Ponte restaurato. Intanto da lunedì 8 marzo il monumento resterà chiuso al transito dalle 8 alle 17 per altri cinque giorni

Dal lockdown al countdown

Foto Alessandro Tich

Dal lockdown al countdown. Da qualche settimana il mio amico Fulvio Bicego - noto benefattore della città, col ricavato del cui ultimo calendario fotografico sarà finanziato il restauro di alcune opere d'arte - ha cominciato a fare periodicamente sulla sua pagina Facebook il conto alla rovescia verso il prossimo 23 maggio, data in cui dovrebbe svolgersi la cerimonia di inaugurazione ufficiale del Ponte restaurato.
Un conteggio dei giorni che mancano al fatidico traguardo che si presenta un po' nella maniera dei “tot giorni all'alba” o, se preferite, nello stile della famosa palla luminosa che ad ogni San Silvestro scende su Times Square a New York per fare il conto alla rovescia dei secondi che mancano al Capodanno.
Scrivo che la cerimonia “dovrebbe” svolgersi quella domenica di maggio perché il condizionale è ancora d'obbligo e lo stesso Bicego aggiorna i suoi post con la scritta “- x giorni al 23 maggio, ipotetica data dell'inaugurazione del nostro Ponte Vecchio”.
Già: “ipotetica”. Che il Big Day sia previsto proprio quel giorno, infatti, lo hanno comunicato gli alpini della sezione ANA Montegrappa, ma non ancora l'amministrazione comunale. Comunque sia, il countdown di FB (Fulvio Bicego) su FB (Facebook) è sintomatico del clima di attesa che, dopo le inenarrabili vicende dell'ultimo quinquennio, si respira in città, laddove non si aspetta altro che finisca l'ultimo atto della posa della pavimentazione e che questa infinita commedia si concluda una volta per tutte.
Nel frattempo il nostro amato Ponte resterà nuovamente chiuso al transito per cinque giorni nella prossima settimana, a partire da lunedì 8 marzo e fino a venerdì 12 marzo o comunque fino al termine delle operazioni previste, dalle ore 8 alle ore 17.
Ne dà notizia un comunicato stampa dell'amministrazione comunale nel quale si spiega che la nuova chiusura temporanea è stata disposta per permettere all'impresa Inco Srl “lo smontaggio della trave reticolare provvisoria di sostegno degli impianti al di sotto della copertura” che comporta “la necessità di occupare l'intero camminamento nel corso dell'intervento”.
Giuro che a forza di scrivere in tutti questi anni di travi reticolari varie, di impalcato o di fondazione che siano, quest'ultima “trave reticolare provvisoria di sostegno degli impianti” mi era sfuggita. Ma tant'è: ora si toglie ciò che è diventato superfluo e poi sarà finalmente allestito il pavimento. Dopodiché la palla luminosa potrà scendere anche sopra il Brenta e fare il countdown ufficiale verso il fatidico ed effettivo taglio del nastro del Ponte restituito alla città, per la gioia di FB (Fulvio Bicego) e di tutti gli altri FB (Fedeli Bassanesi).

Più visti