Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 21-04-2013 19:31
in All Stars | Visto 4.403 volte
 

La sequoia di Francesca

Francesca Cavallin, attrice bassanese e star delle fiction Tv, interviene da madrina alla manifestazione “Di rara pianta” ai Giardini Parolini a Bassano e pianta una secolare sequoia che sarà dedicata a lei

La sequoia di Francesca

Francesca Cavallin ai Giardini Parolini (foto Alessandro Tich)

Da ragazza veniva in questo parco “a vedere il cineforum”, ovvero i film di Operaestate Festival. Ora, in questo stesso parco, crescerà nientemeno che una sequoia a lei dedicata. Per una star della fiction televisiva, del resto, si può fare questo ed altro: a maggior ragione se la celebrità Tv in questione è una delle nostre parti. Francesca Cavallin si concede una pausa domenicale, assieme al marito e al figlio, per partecipare nella sua città - in veste di madrina - all'edizione 2013 di “Di rara pianta”, la manifestazione dedicata alle piante e alla natura ai Giardini Parolini, organizzata dal botanico Giuseppe Busnardo per riportare l'attenzione sull'oasi verde
L'arrivo della bionda attrice, verso le quattro del pomeriggio, porta bene dal punto di vista meteorologico: questa mattina l'apertura dell'evento espositivo, con la contestuale inaugurazione della manifestazione “Giardini a Bassano”, era stata infatti accompagnata dalla pioggia a tamburo battente. Poi l'improvviso “squarcio” che ha favorito l'afflusso pomeridiano del pubblico, premiando gli sforzi organizzativi di chi - come Busnardo e il Rotary Club Bassano del Grappa Castelli - ha dedicato tempo e risorse alla buona riuscita dell'appuntamento.
Francesca Cavallin fa la sua comparsa nello spazio a sud dei Giardini, in corrispondenza di vicolo Parolini, per dare il primo “colpo di vanga” alla piantumazione di una sequoia omaggiata alla città di Bassano da uno sponsor. Sotto l'albero sarà collocata una targa che affiancherà il suo nome a quello della secolare pianta. “Una sequoia come simbolo di lunga vita - afferma Giuseppe Busnardo -, e che torna ai Giardini Parolini dopo la sequoia distrutta da una bufera di neve nel '35. Sarà la sequoia di Francesca Cavallin.”
La diretta interessata, mentre parla al microfono, si dice commossa e non sta recitando: la sua voce, di fronte alla “sua” gente, è davvero emozionata. “Sono io che devo ringraziare voi - dichiara l'attrice -. Mettere il mio nome sotto la pianta è un regalo enorme. Sono in questo luogo, dove mi ricordo una gita scolastica e dove venivo a guardare il cineforum. Questo giardino deve tornare ad essere di tutta la cittadinanza.”
La macchina operatrice di Etra colloca la giovanissima sequoia nel punto di piantumazione, e alla protagonista di “Un medico in famiglia” non resta che dare i primi colpi di vanga. Tutti si aspettano un gesto simbolico: ma le “badilate” della Cavallin, nonostante l'esile figura, sono energiche e reali. Ci prende anzi gusto a fare la giardiniera, mentre il figlioletto fa la sua parte di lavoro smuovendo la terra con le mani. Il pubblico - presenti anche il sindaco Cimatti e l'assessore Dario Bernardi - sorride ed applaude. Dalle seggiole collocate tutt'intorno per il successivo spettacolo delle Arti per Via, si sprecano le foto dai telefonini.
Terminata la breve cerimonia, la nota attrice invita i bambini presenti a venire con lei vicino all'albero per continuare a gettare la terra sul punto della messa a dimora della pianta. Bella, gentile, materna e rassicurante. Non c'è che dire: Francesca Cavallin è proprio una da Rai Uno.