Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 24-07-2012 13:31
in Attualità | Visto 2.356 volte

Roma, nun fa' la stupida

Una rappresentanza di avvocati e sindaci del Circondario giudiziario di Bassano del Grappa ha manifestato questa mattina nella capitale a sostegno del Tribunale. Consegnate in Senato le oltre 8000 firme raccolte in città in una sola settimana

Roma, nun fa' la stupida

Sindaci a Roma questa mattina a sostegno del Tribunale. Dietro lo striscione si riconoscono i primi cittadini di Tezze sul Brenta, Nove, Cassola e Cartigliano (foto trasmessa in redazione dall'avv. Nereo Merlo)

Tutte le strade portano a Roma: soprattutto se sono in gioco i destini di importanti servizi per la comunità. E così, una rappresentanza di avvocati e di sindaci del Circondario giudiziario di Bassano del Grappa si è recata questa mattina nella capitale per partecipare alla manifestazione indetta dai Comitati a difesa dei Tribunali minori e dall'ANCI contro i tagli previsti dalla “spending review”.
“L'occasione - informano i rappresentanti della delegazione partita questa notte dalla nostra città - é stata preziosa per consegnare al Senato le oltre ottomila firme raccolte a Bassano in una sola settimana, con l'intento di portare all'attenzione del Ministro la particolare situazione di Bassano del Grappa che, come solo altri due Tribunali in tutta Italia, può già disporre di un nuovo Palazzo di Giustizia, una vera "Cittadella", già pronta per la consegna nel prossimo mese di agosto.”
I portavoce bassanesi si sono portati, pertanto, davanti a Palazzo Madama, “in rappresentanza di tutti coloro, cittadini, professionisti, commercianti, artigiani, sindaci, che hanno firmato con convinzione contro la soppressione del Tribunale e della Procura della Repubblica della città".
“L'auspicio - commenta da Roma l'avv. Nereo Merlo, una delle toghe presenti alla manifestazione - è, quindi, che possano trovare ascolto tutte le voci che si sono levate a sostegno delle serie e fondate ragioni che impongono il mantenimento del Tribunale, a tutela e presidio dei mille variegati interessi della numerosa popolazione, che attualmente può contare su una risposta di giustizia rapida ed efficiente, oltre che comodamente e rapidamente accessibile. La raccolta delle firme continua sino al 12 agosto, perché è necessario non abbassare la guardia, in questi giorni davvero cruciali.”

Libertà è Parola

LIBERTÀ E' PAROLA - #civediamoasettembre

#LIBERIDIRACCONTARCI non è solo un titolo, ma una presa di posizione che come Libertà è Parola abbiamo voluto portare avanti, anche durante mesi...

Più visti