Radici Future 2030
Radici Future 2030

Laura VicenziLaura Vicenzi
Giornalista
Bassanonet.it

Incontri

Venezia-Tokio: andate e ritorni

Centorizzonti Estate ha inaugurato il programma della stagione 2022 alla Tomba Brion di San Vito di Altivole con le narrazioni di Luca Scarlini e il flauto di Fabio Pupillo

Pubblicato il 20-06-2022
Visto 3.558 volte

Radici Future 2030

Domenica 19 giugno, Centorizzonti Estate ha inaugurato il programma della stagione 2022 a San Vito di Altivole.
Anticipato dai saluti del sindaco Chiara Busnardo e della responsabile della rassegna culturale Cristina Palumbo, nel piazzale antistante la chiesa del paese, nei pressi della Tomba Brion, Luca Scarlini accompagnato dal flauto di Fabio Pupillo ha portato sotto le stelle in prima nazionale un racconto affascinante dedicato a personaggi e luoghi che appartengono al territorio.
La formula di questi appuntamenti, che coniuga narrazione e arti, ha dimostrato negli anni di essere molto apprezzata e in questo caso si tradurrà per il pubblico in un dittico — il secondo spettacolo avrà luogo ad Asolo il 29 luglio.

Tomba Brion, a San Vito di Altivole (foto Laura Vicenzi)

Veneto Manga – o del Giappone in Veneto e del Veneto in Giappone era il titolo dell’appuntamento: oggetto dell’esplorazione di Scarlini il connubio tra il Paese del Sol Levante e Venezia, in modo particolare ai tempi della Serenissima. L’incontro è stato suddiviso in due parti: la prima, volta a tessere rotte fra panorami e storie di uomini vissuti tra arte e commercio (e traiettorie del potere, a partire da quello religioso) che hanno attraversato i secoli e che profumavano di viaggi impossibili, da caravanserraglio, fino ad arrivare, tra lampi di divagazioni approdate al cinema, alla letteratura, al teatro, alla fotografia e all’architettura, al Novecento di Carlo Scarpa e alla Tomba Brion — un mausoleo, precisa Scarlini, cioè un luogo che anticamente celebrava l’amore; la seconda parte è stata ospitata in notturna nel giardino dove regna la bellezza della tomba progettata da Scarpa dedicata all’imprenditore illuminato veneto che creò la Brionvega. Protagonisti del racconto e delle letture del narratore, sempre in dialogo con la musica eseguita al flauto da Pupillo scelta nel repertorio dei compositori giapponesi Tōru Takemitsu e Kazuo Fukushima e del veneziano Ugo Amendola, sono stati tra gli altri alcuni intrepidi preti Gesuiti e l’ambasciatore dell’imperatore Ito Mancio; con loro Enrico di Borbone, conte di Bardi, appassionato collezionista i cui innumerevoli tesori raccolti durante i viaggi che intraprese in Oriente nell’Ottocento si possono ammirare al Museo di Ca’ Pesaro, a Venezia; inoltre Felice Beato, fotografo italiano che fu tra i primi a tracciare una nuova via d’oro, scattando fotografie in Asia Orientale, e poi naturalmente Carlo Scarpa, con la sua ossessione per la luce e come avrebbe detto Vitaliano Trevisan, con il suo delirio per il particolare.
A fare la loro comparsa in questo racconto tutto al maschile ci sono D’Annunzio, con la novella Mandarina dove lo scrittore criticava la moda del Japonisme, ma poi anche Patty Pravo, con la famosa bambola canterina in versione giapponese. I rimandi al teatro nō, con le sue architetture ardite che per noi sono silenzio, meriterebbero una trattazione a parte, soprattutto se riferibile in concatenazione all’appassionata rappresentazione con commentario cifrato del ciclo della natura (nascita, appassimento, decadimento, morte e rinascita) che è la Tomba Brion.
Seppur nascano dall’erudizione, la cifra di queste narrazioni offerte al pubblico da Scarlini non ha una complessità che frappone distanze: nel buio del fine serata, vicinissimi l’ombra nera e alta del mais e uno sciabordio d’acqua che si sente prezioso come le note cantate dal flauto, queste storie accennate che travalicano spazio e tempo si avvicendano nella mente in composizione e vanno a dialogare senza sforzo con le linee belle del cemento armato a nudo, voci su un’astronave che parla di umanità, e di notte.

Più visti

1

Politica

29-09-2022

Bella Ciao

Visto 7.316 volte

2

Politica

26-09-2022

Giorgia on my mind

Visto 6.917 volte

3

Attualità

28-09-2022

Siamo Agri

Visto 6.847 volte

4

Politica

28-09-2022

I Grandi Fratelli

Visto 6.655 volte

5

Attualità

30-09-2022

A.RI.A di casa

Visto 6.472 volte

6

Attualità

28-09-2022

Lo zio di Darwin

Visto 6.377 volte

7

Attualità

28-09-2022

Canova Caput Mundi

Visto 6.373 volte

8

Attualità

28-09-2022

Parco RAASM, oasi e strumento del “fare impresa”

Visto 6.162 volte

9

Politica

29-09-2022

A onor del Viero

Visto 6.095 volte

10

Attualità

28-09-2022

Collezione Harmony

Visto 6.074 volte

1

Politica

07-09-2022

L’Architetto del Grillo

Visto 15.314 volte

2

Politica

05-09-2022

Marinmoto

Visto 11.034 volte

3

Attualità

14-09-2022

Herr Bifrangi

Visto 8.426 volte

4

Politica

19-09-2022

Capitano Coraggioso

Visto 8.145 volte

5

Politica

07-09-2022

Astenersi perditempo

Visto 7.649 volte

6

Politica

06-09-2022

Voci sul vice

Visto 7.619 volte

7

Politica

11-09-2022

Angelo, Maria e Bepi

Visto 7.530 volte

8

Politica

09-09-2022

Niente a post

Visto 7.499 volte

9

Politica

29-09-2022

Bella Ciao

Visto 7.316 volte

10

Politica

06-09-2022

Impegno per Momento

Visto 7.130 volte