Pubblicato il 05-04-2012 22:31
in Life & Style | Visto 3.780 volte

Etra “promuove” i pannolini lavabili

Entra nel vivo la campagna “In tessuto è meglio”, volta a sensibilizzare la cittadinanza alla conoscenza e scelta dei pannolini lavabili quale alternativa ecologica ai pannolini usa e getta: meno rifiuti e risparmio per le famiglie

Etra “promuove” i pannolini lavabili

Il presidente di Etra Stefano Svegliado con un pannolino lavabile. Il progetto è patrocinato dalle Ulss 3, 15 e 16

Locandine affisse nei Comuni, volantini distribuiti agli utenti, convenzione con alcuni negozi: è entrata nel vivo la campagna di promozione dei pannolini lavabili “In tessuto è meglio!”, volta a sensibilizzare la cittadinanza alla conoscenza e alla scelta dei pannolini lavabili in sostituzione dei pannolini “usa e getta”. Un’alternativa ecologica ed economica che porta considerevoli vantaggi all’ambiente, alle famiglie e ai bambini.
“Il progetto è patrocinato da Ulss 3, Ulss 15 e Ulss 16, - spiega il presidente del Consiglio di sorveglianza di Etra, Manuela Lanzarin - e si rivolge in particolare alle famiglie con nuovi nati, tramite la distribuzione di un pieghevole informativo negli uffici comunali, negli sportelli Etra e negli ospedali di Asiago, Bassano, Camposampiero e Cittadella che hanno accolto l’iniziativa nei reparti di ostetricia-ginecologia e pediatria. L’intera cittadinanza sarà tuttavia coinvolta con locandine che promuoveranno l’idea dei pannolini lavabili come regalo sostenibile e intelligente.”
Obiettivi della campagna: ridurre il rifiuto secco non riciclabile (si pensi che i pannolini arrivano a determinare circa il 20% del rifiuto secco totale e che un bambino fino ai tre anni ne adopera circa 6.000 per un peso complessivo di una tonnellata!) con vantaggi per l’ambiente, ma anche per la collettività; permettere un considerevole risparmio alle famiglie, calcolato in circa 1.000 euro nei primi tre anni di vita del bambino; infine, ma non ultimo, migliorare la qualità della vita del bimbo con la riduzione del rischio di arrossamenti, irritazioni e allergie.
L’efficacia dell’operazione è rafforzata dalla presenza nel territorio di una rete di vendita affidabile e vicina alle famiglie, che rappresenta non solo un canale di acquisto del prodotto, ma anche e soprattutto un punto di riferimento per informazioni e assistenza.
“Attualmente abbiamo l’adesione di 15 negozi, di cui sette nel Bassanese e otto nel Padovano. - puntualizza Stefano Svegliado, presidente del Consiglio di gestione di Etra -. Ci auguriamo che il numero possa presto crescere.”
L’elenco dei punti vendita aderenti è disponibile sul sito di Etra (www.etraspa.it), cliccando su “riduzione rifiuti”, mentre i punti vendita che vogliono aderire all’iniziativa possono contattare Etra all'indirizzo mail menoemeglio@etraspa.it.
Nei punti vendita convenzionati i cittadini potranno trovare pannolini lavabili ritenuti qualitativamente buoni, informazioni e supporto sia nella fase di pre-acquisto che in quella post-acquisto (infopoint e assistenza), per garantire il corretto e regolare utilizzo dei pannolini lavabili da parte degli acquirenti.
“Per incentivare le famiglie, i diversi Comuni aderenti alla campagna possono prevedere agevolazioni economiche, - conclude Manuela Lanzarin - come l'acquisto di un kit di pannolini lavabili con pagamento rateale o contributi per l’acquisto.”

Più visti