ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 06-02-2019 19:03
in Manifestazioni | Visto 788 volte
 

Un mondo di canapa

“Alla riscoperta della canapa”: domani sera 7 febbraio al Teatro Remondini di Bassano un incontro di conoscenza ed esperienza sensoriale, a ingresso libero, sui mille usi della canapa industriale

Un mondo di canapa

Uno degli incontri informativi organizzati da Scuola Canapa

Alimenti, cosmetici, farmaci, abbigliamento, carta, plastica, bioedilizia, carburanti.
Sono i principali settori produttivi che si avvalgono dell'utilizzo della canapa, per oltre mille destinazioni d'uso. Già: la canapa, questa sconosciuta. Anzi, per meglio dire: questa misconosciuta. Parliamo di canapa ad uso industriale, la cui coltivazione, come sottolineano gli addetti ai lavori rappresenta l'opportunità di una “nuova grande economia agricola sostenibile”. Se ne parlerà domani sera, giovedì 7 febbraio, con inizio alle ore 20.45, al Teatro Remondini di Bassano del Grappa. L'incontro, a ingresso libero, è intitolato “Alla riscoperta della canapa. Patrimonio umano di benessere e sostenibilità”.
Lo scopo della serata è quello di presentare “i mille usi della canapa industriale” attraverso un percorso di “conoscenza ed esperienza sensoriale”. L'iniziativa è organizzata da Scuola Canapa (www.scuolacanapa.it), che ha sede a San Martino Buon Albergo in provincia di Verona ed è composta da un gruppo di professionisti del settore - docenti e formatori, agronomi coltivatori biologi, sviluppatori d'impresa nonché esperti in campo mercato estero, legale e comunicazione - che svolgono attività di formazione, consulenza, servizi e rete di incontri sulla tematica in questione.
Domani sera sul palco del Remondini l'argomento sarà affrontato da Alessio Manfredini, esperto consulente in coltivazione e da Riccardo Novellini, perito tecnico agrario. I due relatori, come spiegano gli organizzatori, illustreranno “i valori e le proprietà di una pianta che ha caratterizzato l'economia agricola fino agli anni '40 in Italia”, spiegheranno perché la coltivazione rappresenta “una seria opportunità per il 2019” e descriveranno le peculiarità di “un prodotto naturale biologico e sostenibile per un mondo più sano ed ecologico”.
Insomma: un'occasione per saperne molto di più su questa pianta dalle mille sorprese ma anche per schiarire le mente sugli equivoci, sulle informazioni carenti e anche sui pregiudizi - bombardati, come siamo, dalle notizie di cronaca anche locale - che la parola “canapa” ovvero “cannabis” può suscitare.