Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 22-09-2019 17:45
in Calcio | Visto 400 volte
 

Che spettacolo!!

Il Bassano vince 4 a 0 grazie ad una prova maiuscola. In gol Calgaro, Alberti e Garbuio

Che spettacolo!!
Tutto un altro spartito, tutta un'altra musica, tutta un'altra partita. C'è anche un pizzico di fortuna nello sbloccare la sfida su rigore ma il predominio di Calgaro e compagni è qualche cosa di mai in discussione. Un dominio sui praticamente compaesani del Valbrenta sui quali pende sempre la macchia di aver preferito Monte Berico alle comuni radici. D'altronde le decisioni di pochi non possono ricadere su tutti ed infatti il clima in campo è stato esemplare ed il Terzo Tempo una festa per molti versi epica e di grande fratellanza.
E con questa sono tre vittorie consecutive in campionato, punteggio pieno e grandissima risposta a polemiche, dubbi, incertezze sul fatto che questi ragazzi facessero sufficientemente in fretta a diventare gruppo e squadra. Difficile trovare il migliore in campo, fondamentale però la prestazione collettiva del centrocampo.

La formazione (4-3-3). De Carli in porta. Gallonetto, Gambasin, Baggio e Rossi in difesa; Dalla Costa, Sandoná e Pinton a centrocampo; tridente offensivo composto da Alberti, Garbuio e Calgaro.

C'è molto da farsi perdonare per il Bassano, già eliminato dalla Coppa Veneta e a seguito di una partita deludente anche sul piano dell'abnegazione. Maino deve aver strigliato a dovere i suoi perché l'impatto sul match è aggressivo e aggredente. Si gioca prevalentemente nella metà campo ospite e gli attacchi arrivano soprattutto da sinistra dove galoppa Calgaro. Il Valbrenta presenta una formazione molto simile al mercoledì di Coppa, è compatto e difende con concentrazione ma non riesce a ripartire. Al FCB manca un po' di precisione degli ultimi venti metri anche se la pressione è costante. A stappare la bottiglia arriva al 20' un calcio di rigore per fallo su Calgaro, trasformato dallo stesso attaccante. Due minuti più tardi Alberti coglie una grande traversa. E si continua a giocare nella stessa metà campo con il pallone che gira veloce e gli ospiti ad inseguirlo. Un'altra gran bella cosa è la gestione del pallone da parte di Sandoná e compagni: preciso, puntuale e anestetizzante di ogni tentativo dei bluarancio di mettere fuori la testa.
Ad inizio secondo tempo mister Baggio effettua subito due cambi offensivi per scuotere i suoi. A Maino invece è sufficiente stare a guardare Alberti presentarsi a tu per tu con Basso e trafiggerlo con un rapido rasoterra. 2 a 0, grande festa al Mercante.

Il raddoppio spegne un po' gli ardori giallorossi e il Valbrenta esce. Prima coglie un palo, poi De Carli compie un miracolo e sulla ribattuta la palla esce di poco sopra la traversa. Calo di concentrazione, fase difensiva meno feroce e grosso rischio davvero di riaprire la partita. Ci vuole un altro contropiede fulminante, Garbuio lanciato da Pinton non si fa pregare e sigla il 3 a 0. Dopo la solita girandola di cambi arriva anche il 4 a 0 a conclusione di una grandissima azione di prima ed in velocità. Calgaro dal fondo appoggia per Solomon tutto solo e Russo nel tentativo di anticiparlo va in...autogol! E Mason si divora anche il 5 a 0 in maniera del tutto clamorosa.