Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 24-02-2011 20:16
in Attualità | Visto 3.040 volte

“Mio figlio come Kubica, ringrazio l'ospedale di Bassano”

Lettera in redazione della mamma di un dodicenne rimasto ferito a San Nazario in uno scontro contro un guard rail, e ora fuori pericolo grazie cure dei sanitari. “Guard-rail ancora pericolosi per l'incolumità degli automobilisti”

“Mio figlio come Kubica, ringrazio l'ospedale di Bassano”

Il pilota di F1 Robert Kubica, rimasto ferito al rally di Andora

Riceviamo in redazione, e volentieri pubblichiamo, una lettera molto particolare.
A scriverla è la mamma di un ragazzo di 12 anni rimasto coinvolto, domenica scorsa, in un incidente stradale simile, per dinamica, a quello occorso al pilota di Formula 1 Robert Kubica, finito contro un guard-rail durante il rally di Andora.
Il ragazzo rimasto ferito nell'incidente a San Nazario, grazie alle cure dei sanitari, è fuori pericolo. Da qui la lettera della madre, che punta anche il dito, nell'occasione, sulle condizioni dei guard-rail sulle nostre strade:

“Sono la mamma di R., il dodicenne coinvolto domenica 13 febbraio nell'incidente automobilistico di San Nazario, analogo per dinamica a quello subito dal pilota Kubica.
Con questa lettera voglio ringraziare tutti i sanitari e parasanitari dell'Ospedale di Bassano del Grappa che si sono prodigati con professionalità, competenza ed umanità per  la salute di mio figlio.
Non voglio elencare  la lista dei nomi in quanto sarebbe troppo lunga e certamente ne dimenticherei qualcuno, ma ringrazio di cuore tutto il personale dei reparti di Pronto Soccorso e 118, di Anestesia e Rianimazione, Chirurgia Vascolare e, ultimo ma non ultimo per importanza, il reparto di Ortopedia.
In tempi nei quali è più facile leggere nelle cronache quotidiane di episodi di malasanità, mi è cosa gradita condividere quanto di positivo ho potuto verificare nel Servizio Sanitario dell'ULSS 3 che, pur nell'evidente carenza di personale che tutti conosciamo, nel caso di mio figlio ha saputo gestire al meglio un caso di emergenza da Codice Rosso.
Ritengo possa essere rassicurante per tutti noi cittadini sapere che in caso di bisogno è presente nel territorio un Servizio Sanitario che sa dare risposte concrete ed altamente qualificate in tempi rapidi.
Inoltre per la mia attività professionale conosco e frequento numerosi presidi ospedalieri  veneti e posso affermare che quello di Bassano può vantare un servizio di pulizia quasi maniacale, cosa non secondaria per chi vi è ricoverato.
Infine mi si consenta una considerazione sulla questione guard-rail: all'indomani dell'incidente occorso al pilota Kubica il giornalista Guido Meda ha trasmesso un servizio televisivo nel quale stigmatizzava la presenza sulle nostre strade di chilometri di guard-rail  pericolosi per l'incolumità  degli automobilisti e ne proponeva la modifica.
Non posso che concordare in quanto negli ultimi trent'anni sono sensibilmente migliorati i sistemi di protezione attivi e passivi in dotazione alle auto, ma i guard-rail sono rimasti immutati e nel momento in cui si staccano dai supporti si trasformano in "spade" affilate che trafiggono tutto ciò che incontrano, come successo nel caso di mio figlio.
 
Ringraziando per l'eventuale pubblicazione,
cordiali saluti.”

Più visti