Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

All Stars

In barba al mondo

Intervista a Valerio Bresolin, noto imprenditore, figurante del “Vecchio Testamento” alle Feste Quinquennali di Pove. “Con questa barba di sei mesi evito di andare alle fiere”

Pubblicato il 10-09-2010
Visto 5.499 volte

Pubblicità

A Pove del Grappa, ogni cinque anni, i venditori di rasoi vanno in rovina.
Gli uomini del paese, per interpretare i personaggi della Bibbia e del Vangelo alla processione delle Feste Quinquennali in Onore del Divin Crocifisso, devono calarsi completamente nel ruolo e per meglio raffigurare i protagonisti delle Sacre Scritture si fanno crescere, obbligatoriamente, la barba.
Non fa eccezione l'ing. Valerio Bresolin, noto imprenditore bassanese che a Pove del Grappa risiede da 23 anni e che nel Quarto Quadro della grande sfilata in costume delle Feste Quinquennali 2010 interpreta “il profeta Ezechiele con le ossa aride”.

Valerio Bresolin, "profeta Ezechiele" alle Feste del Divin Crocifisso

Titolare della Hydor - azienda di spicco a livello internazionale nel settore dei componenti tecnici per acquari - Bresolin deve far convivere la sua attività di impresa con l'insolito aspetto biblico richiesto dalla rappresentazione povese, alla quale partecipa per la quarta volta.

Valerio Bresolin, come funziona questa storia della barba alle Feste del Divin Crocifisso di Pove?
“In occasione delle Feste Quinquennali, i partecipanti maschi che interpretano i personaggi dell'Antico Testamento devono farsi crescere la barba lunga. Barba naturale e capelli naturali. Io la barba ce l'ho sempre, ma è una normale “barbetta”. Per interpretare il profeta Ezechiele, che è dell'Antico Testamento, l'ho dovuta far crescere di sei mesi. Pensi che chi interpreta il Mosè deve farsi crescere una barba di un anno e mezzo, e deve avere barba bianca e capelli bianchi. Per i personaggi del Nuovo Testamento, invece, basta anche la barba di un mese.”

Ma come reagiscono i clienti e fornitori in azienda quando la vedono con questo look?
“La prima reazione è quella di sorpresa. I clienti vedono subito che c'è qualcosa di strano, ma non mi chiedono il perché ed è certo che non pensano che mi sia andato di volta il cervello. Poi quando gli vai a spiegare il perché della barba lunga, la ragione piace.”

Come si gestisce il lavoro, impegni di rappresentanza compresi, con una barba così “ingombrante”?
“Non vado alle fiere. Non potrei. Per parteciparvi dovrei essere un figurante del Nuovo Testamento, con la barbetta di un mese. L'ultima fiera a cui sono sono andato è quella di Norimberga, lo scorso maggio. Stavo già facendo crescere la barba, ma era ancora entro limiti accettabili.”

Oltre alla barba obbligatoria, ci sono altri impegni per i figuranti delle Feste di Pove?
“C'è sempre qualcosa da fare nei mesi precedenti alla manifestazione, ci sono gli archi e le strutture da realizzare, gli addobbi e le luci, e poi arrivano le prove. Nell'anno delle Feste, praticamente, non si fanno ferie. Quest'estate sono andato in vacanza solo per pochi giorni.”

Quindi la sfilata delle Feste, barbe da far crescere comprese, vi tiene occupati per circa mezzo anno...
“Praticamente sì, ma non c'è solo la sfilata tra le cose a cui pensare. Proprio domani mattina alle 10, con i vecchi paesani, organizziamo in Piazza a Pove un concerto didattico per i bambini. Nel mio paese di origine, che è Pederobba, la cultura musicale è molto sviluppata e sarebbe bello poterla sviluppare anche a Pove. Ci sarà l'orchestra che suona e i ragazzini delle elementari e delle medie potranno provare gli strumenti e muoversi in mezzo ai concertisti durante l'esecuzione. Anche così si può fare educazione.”

Domenica è l'ultima giornata delle Feste Quinquennali. Dopodiché, andrà subito dal barbiere?
“Ho già l'appuntamento per martedì mattina. Lunedì sera a Pove c'è la “Messa e cena delle barbe”, a cui partecipano tutti i figuranti uomini e che è stata istituita cinque anni fa. Poi la barba ce la tagliamo tutti da martedì in poi.”

Press Edition New

Bassanonet.it Press Edition

Più visti

1

Elezioni 2024

15-06-2024

Tutti insieme apparentemente

Visto 23.741 volte

2

Elezioni 2024

17-06-2024

Tribuno del popolo

Visto 18.137 volte

3

Elezioni 2024

16-06-2024

Ti FdI di me?

Visto 17.483 volte

4

Elezioni 2024

16-06-2024

Marin Le Pen

Visto 17.369 volte

5

Elezioni 2024

19-06-2024

Ultime lettere di Elena Pavan

Visto 16.925 volte

6

Elezioni 2024

19-06-2024

Impegno per Roberto

Visto 15.758 volte

7

Elezioni 2024

17-06-2024

La confederAzione

Visto 15.365 volte

8

Elezioni 2024

17-06-2024

Il ritorno dello Jedi

Visto 15.064 volte

9

Elezioni 2024

18-06-2024

Press conference

Visto 14.853 volte

10

Elezioni 2024

21-06-2024

Facoltà di voto

Visto 10.940 volte

1

Elezioni 2024

02-06-2024

Tortelli d’Italia

Visto 45.572 volte

2

Elezioni 2024

23-05-2024

Guglielmix

Visto 33.070 volte

3

Elezioni 2024

31-05-2024

Promesso e non concesso

Visto 32.260 volte

4

Elezioni 2024

10-06-2024

Mezzo e Mezzo

Visto 31.433 volte

5

Elezioni 2024

12-06-2024

Per chi suona la campagna

Visto 30.727 volte

6

Elezioni 2024

03-06-2024

Chiedo Asilo

Visto 30.189 volte

7

Elezioni 2024

05-06-2024

Centrodestra Brenta

Visto 27.088 volte

8

Elezioni 2024

05-06-2024

O così o PD

Visto 24.767 volte

9

Elezioni 2024

29-05-2024

Long Playing

Visto 24.090 volte

10

Elezioni 2024

11-06-2024

Think Fink

Visto 23.762 volte