Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Politica

Marzullo per Tutti

Consumo di suolo, scuola, partecipazione: la civica Bassano per Tutti si fa delle domande e si dà delle risposte. E diffonde per l’inizio anno una “intervista immaginaria al sindaco di Bassano che vorremmo”

Pubblicato il 02-01-2023
Visto 7.214 volte

Pubblicità

Democrazia Cristiana

Tanto per cominciare, cito l’inossidabile Gigi Marzullo: “Si faccia una domanda e si dia una risposta”.
Perché è proprio quello che ha fatto la lista civica Bassano per Tutti, che di domande con relative risposte se ne è anzi posta più di una.
La lista di opposizione ha infatti inviato ai media locali un proprio “commento sul dibattito cittadino a cavallo di Capodanno”. Il quale altri non è che il dibattito sulla variante produttiva di San Lazzaro, che dopo l’intervista di fine anno del sindaco Elena Pavan al GdV sta generando botti e petardi che neanche alla mezzanotte dell’1 gennaio.

Fonte immagine: bresciatoday.it

L’intervento di Bassano per Tutti è stato realizzato in “una forma inconsueta”, come anticipa nella mail ricevuta in redazione il portavoce della civica Paolo Retinò.
Non si tratta infatti del “solito” comunicato stampa, ma di una “intervista immaginaria al sindaco di Bassano che vorremmo”.
Un commento politico in forma per l’appunto di domande (con relative risposte) rivolte a quel sindaco di Bassano che secondo la civica di minoranza si vorrebbe che ci fosse ed invece non c’è, come dal testo che segue:

Intervista immaginaria al sindaco di Bassano che vorremmo.

Come sta, sindaco?


Bene. Il 2023 sarà determinante per la nostra città e lavoreremo con la comunità cittadina per affrontare al meglio le sfide del futuro: il rispetto del suolo e del territorio, l'attenzione all'infanzia e alle fasce deboli, una mobilità che favorisca l'uso della bici e tuteli pedoni e ciclisti.

Tanta carne al fuoco. Si spieghi meglio.

Partiamo da suolo e territorio. Noi abbiamo in mente un modello di sviluppo diverso per la nostra città, che rispetti le aziende che vogliono investire e contemporaneamente i territori. Siamo convinti che vada fermata l'ulteriore colata di calcestruzzo che molte aziende vogliono realizzare lungo l'asse della SPV. Ma non siamo un fronte del NO: si deve agire rapidamente per "riciclare" vecchi insediamenti industriali abbandonati che sono dappertutto nel nostro territorio, da est a ovest. E per fare questo serve che i comuni lavorino insieme, perchè un'area cementificata come san Lazzaro sarebbe un problema per tutto il territorio, non solo per Bassano. Ed è una scommessa a perdere per le future generazioni: il territorio perso non si recupera, è perso per sempre.

Catastrofico, non le pare?

No, realista, concreto. Sono gli altri a essere incoscienti e ad avere una visione di futuro pari a zero. La politica non può puntare solo a gestire l'oggi, l'esistente, ma deve guardare ad un futuro di qualità conciliata con lo sviluppo. Crediamo che si possa fare impresa nel rispetto dei territori, senza finte operazioni di greenwashing come quelle proposte su san Lazzaro. Se un'azienda vuole lavorare per la comunità può piantare 35000 nuovi alberi senza per questo chiedere in cambio la distruzione di un'area felice come Riva Bianca.

Cambiamo argomento. Parliamo di scuola e infanzia.

Vede, per noi tutto gira intorno a due capisaldi: la comunità e il bene pubblico.
Ciò che ci muove per san Lazzaro ci muove per le scuole: costruire una città moderna, europea, che sia giusta per chi la vivrà fra trent'anni, quando gli amanti del cemento di oggi magari avranno abbandonato l'ennesimo insediamento che trent'anni prima era "di fondamentale importanza per lo sviluppo". Sulla scuola è lo stesso: siamo consapevoli che il calo demografico è importante, ma non sarà chiudendo scuole senza criterio che lo combatteremo e di certo non aumentando le tariffe mensa per le famiglie con i figli al tempo pieno. Lavoreremo per ripristinare maggiore giustizia per le famiglie con figli, per facilitare la conciliazione tra lavoro e famiglia dei genitori.

Ci sarebbe tanto da dire, ma il tempo è scaduto. Un'ultima battuta?

Vogliamo amministrare questa città puntando sul coinvolgimento e sulla partecipazione. Vogliamo tutelare sviluppo d'impresa e territorio. Per fare questo noi usiamo un antico metodo di democrazia: parlare con la gente. E se qualche luogo della nostra città dovesse sembrare infelice, faremo di tutto per renderlo felice.

Pubblicità

Andrea ZontaRoberto Marin SindacoNicola Ignazio FincoElena PavanRoberto Campagnolo SindacoElena Donazzan

Più visti

1

Elezioni 2024

23-05-2024

Guglielmix

Visto 26.533 volte

2

Elezioni 2024

22-05-2024

Ora et Labora

Visto 19.512 volte

3

Elezioni 2024

22-05-2024

Campi magnetici

Visto 19.241 volte

4

Elezioni 2024

22-05-2024

Movimento 5 Sberle

Visto 19.092 volte

5

Elezioni 2024

23-05-2024

Ursulo von der Finco

Visto 17.121 volte

6

Elezioni 2024

24-05-2024

Donzelli d’Italia

Visto 13.679 volte

7

Attualità

25-05-2024

Cromo 6 spacciato

Visto 10.699 volte

8

Attualità

25-05-2024

El Pirata

Visto 9.560 volte

9

Attualità

24-05-2024

Odi Barbare

Visto 9.202 volte

10

Attualità

25-05-2024

Tadej-Day

Visto 8.799 volte

1

Elezioni 2024

23-05-2024

Guglielmix

Visto 26.533 volte

2

Elezioni 2024

15-05-2024

Che la Forza sia con te

Visto 25.318 volte

3

Elezioni 2024

19-05-2024

Fincantieri

Visto 21.830 volte

4

Elezioni 2024

14-05-2024

Ruggeri-Morandi-Tozzi-Pasinato

Visto 20.998 volte

5

Elezioni 2024

21-05-2024

Società per Azione

Visto 20.858 volte

6

Elezioni 2024

21-05-2024

Conte partirò

Visto 20.720 volte

7

Elezioni 2024

20-05-2024

Sul Conte di Bassano

Visto 20.487 volte

8

Elezioni 2024

15-05-2024

Wolfgang Amadeus Marin

Visto 19.604 volte

9

Elezioni 2024

21-05-2024

Lo strano caso del Dottor Renzi e Mr. Finco

Visto 19.564 volte

10

Elezioni 2024

21-05-2024

La resa dei Conte

Visto 19.553 volte