Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 15-07-2017 19:56
in Cronaca | Visto 890 volte
 

Padre-orco finisce in carcere

37enne residente nel Bassanese arrestato dai Carabinieri di Marostica su ordine di custodia cautelare. Per oltre sei anni avrebbe abusato sessualmente della figlia, ora quindicenne

Padre-orco finisce in carcere

Fonte immagine: casertasera.it

Nella serata di ieri i militari della Stazione Carabinieri di Marostica hanno arrestato un 37enne residente nel Bassanese che per oltre sei anni avrebbe abusato sessualmente della figlia, ora quindicenne.
L'incubo della ragazzina è cominciato quando aveva appena sette anni ed è andato avanti fino alla fine del 2015. Solamente nel maggio del 2016, a scuola, al termine di una lezione in classe sulla violenza di genere ed in particolare sugli abusi sessuali compiuti dai genitori nei confronti dei figli, un'insegnante ha notato la giovane alquanto turbata.
Una volta messa a suo agio, la minorenne ha iniziato a raccontare all'insegnante quanto costretta a subire negli anni dal genitore, che da tempo si era separato dalla madre.
In sostanza nei fine settimana, in occasione delle visite al padre nella sua nuova abitazione, la ragazzina ha dovuto soddisfare le avances del genitore, ovviamente durante l'assenza della nuova compagna dell'uomo.
Sono così scattati gli accertamenti e sono stati attivati i servizi di assistenza e di tutela nei confronti della minore. In parallelo le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla procura della Repubblica di Vicenza, hanno consentito di raccogliere prove congruenti che hanno portato all'emissione di un'ordinanza di misura cautelare in carcere a carico del 37enne da parte del Gip del Tribunale di Vicenza.
Il presunto padre-orco è ora richiuso nel carcere della città berica.
Robert CapaFondazione Pirani

Editoriali

Superman a Bassano

Superman a Bassano

Alessandro Tich | 57 giorni fa

Il "Tich" nervoso Il celebre supereroe avvistato in città. Scopo della missione, raddrizzare il Ponte degli Alpini. Ma l'impresa, questa volta, non gli è riuscita

Robert CapaFondazione Pirani