Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 03-03-2020 19:02
in Cronaca | Visto 2.149 volte

Penso positivo

48enne risultato positivo al Coronavirus in Abruzzo. Dal 21 al 23 febbraio scorsi aveva soggiornato a Valstagna. Il sindaco di Valbrenta Luca Ferazzoli: “Situazione sotto controllo”

Penso positivo

Valstagna, oggi (foto Alessandro Tich)

Tra i 5 casi di Coronavirus riscontrati in Abruzzo vi è anche quello di un 48enne che ha soggiornato, con la Commissione Nazionale Speleosubacquea del CNSAS, a Valstagna dal 21 al 23 febbraio scorsi. Il soggetto, accertata la positività dopo alcuni giorni dal rientro a casa, si è attivato secondo tutte le procedure che sono state diramate dal Ministero della Salute: attualmente è ricoverato a Pescara in condizioni non preoccupanti.
Ieri pomeriggio, lunedì 2 marzo, la comunicazione è pervenuta anche al sindaco di Valbrenta Luca Ferazzoli che, a sua volta, ha informato i vertici dell'Ulss 7 per condividere le modalità di intervento. Finora, visto che la situazione - come informa un comunicato trasmesso nel primo pomeriggio da Ferazzoli - è “sotto controllo”, le attenzioni da mantenere sono già espresse nell'ultimo decreto della Presidenza del Consiglio.
In questo periodo Valstagna (diversamente dalla bella stagione e in particolare nella affollatissima giornata del Palio delle Zattere a fine luglio) non è un luogo, per così dire, da “assembramenti”. Oggi il Caffè Nazionale in piazza è chiuso, il bar gelateria “Da Gino” è chiuso fino a giovedì 5 marzo e mentre faccio un giro di perlustrazione in paese al Centro Federale Slalom Valstagna solo tre canoisti si stanno allenando tra le porte degli slalom sulle rapide del Brenta. Tutto tranquillo, come peraltro dev'essere. Tuttavia, visto che in questo momento le precauzioni non bastano mai, il sindaco Ferazzoli indica le misure “governative” che nel Comune di Valbrenta (che oltre a Valstagna include gli ex Comuni di Campolongo sul Brenta, San Nazario e Cismon del Grappa) devono essere prese in particolare in considerazione dalla popolazione:

- sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, fino all'8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse;

- sospensione, sino all'8 marzo 2020, di tutte le manifestazioni organizzate, di carattere non ordinario, nonché degli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale;

- l'apertura dei luoghi di culto è condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti;

- svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub a condizione che gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;

- apertura delle attività commerciali condizionata all'adozione di misure organizzative tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori;

- privilegiare, nello svolgimento di incontri o riunioni, le modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie e sociosanitarie, servizi di pubblica utilità e coordinamenti attivati nell'ambito dell'emergenza COVID-19.

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti