Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 17-09-2019 15:08
in Attualità | Visto 1.760 volte
 

Le mezzebuste

Inaugurato lo studio virtuale di Tva Bassano Notizie, il più seguito ed apprezzato Tg bassanese. Parata di sindaci, Eleva Pavan in primis, all'inaugurazione

Le mezzebuste

Foto di gruppo nel nuovo studio virtuale del Tg bassanese di Tva

Oh, benon: oggi parliamo di Tv locali. Le quali, come ben sapete, sono state il mio primo e principale amore professionale. Me ne occupo perché ieri alle 18.55 è andata in onda la prima edizione del rinnovato Bassano Notizie, il telegiornale bassanese di Tva Vicenza, condotta in studio dal collega Emanuele Borsatto. Rinnovato perché l'emittente vicentina ha voluto effettuare un importante investimento per dotare il notiziario di un nuovo studio virtuale, che grazie al green screen alle spalle del conduttore consente di costruire una scenografia completamente digitale. Lo studio dispone inoltre di tre nuove telecamere robotizzate di ultima generazione, comandabili a distanza. È stata infine allestita una nuova regia Full HD ad alta definizione, già attrezzata quindi per rispondere alle esigenze della televisione dell'immediato futuro.
La prima edizione del nuovo Tg “digitale” della redazione bassanese di Tva è andata in onda preregistrata, per fare in modo che in concomitanza con la sua messa in onda potesse svolgersi una piccola cerimonia inaugurale nella sede bassanese dell'emittente in via Croceron in territorio di Cassola. Alla quale - e questo mi ha fatto estremo piacere - sono stato invitato anch'io, memore Tva del fatto che nel 2005 ho avuto l'opportunità di avviare Bassano Notizie, quando il direttore di testata era ancora Luca Ancetti, e di curare e condurre quel telegiornale per quattro anni. È stato davvero un gesto elegante: perché la riconoscenza, in campo televisivo bassanese, non è da tutti.
All'evento inaugurale nella sede della Tv, accompagnato da un brindisi con calici di bollicine, è intervenuto uno stuolo di sindaci e di esponenti politici del nostro territorio. Una cosa inevitabile, vorrei dire, visto il taglio ”istituzionale” che da sempre contraddistingue la linea editoriale di Tva. Il compito di fare gli onori di casa - assieme ai colleghi della redazione Emanuele Borsatto, Matteo Spinazzè, Johnny Lazzarotto e Vincenzo Pittureri (il mitico “Pittu”) e accanto a tutti i collaboratori e ai tecnici, Alessandro Lago detto “Lake” in primis - è toccato ad Alberto Luca, presidente della società editrice Videomedia Spa, al direttore generale Francesco Nicoli e al direttore di testata Domenico Basso. Tutti insieme appassionatamente per festeggiare il varo della nuova avventura. Della quale si può assolutamente nominare come madrina il sindaco di Bassano del Grappa Elena Pavan, che della prima edizione del Tg nella sua nuova ambientazione virtuale è stata l'ospite in studio e che a telecamere spente ha affermato che “sembra di essere a Rai 3”. Dando inoltre la sua benedizione a quello che è il mantra dell'emittente vicentina, vale a dire quello di dare un'informazione “di equilibrio e obiettività”.
“Credo che sia doveroso - ha dichiarato il sindaco Pavan nel corso del telegiornale - comunicare in maniera obiettiva i fatti che accadono, sentendo le varie campane e da sindaco mi rendo conto quanto facile sia cadere nelle strumentalizzazioni.”
"Varie campane" che, a quanto pare, portano a positivi effetti concreti.
La linea “dell'obiettività e della qualità di una informazione puntuale”, ribadita dal direttore Domenico Basso nel suo editoriale, premia infatti i risultati di ascolto di Bassano Notizie nei confronti del suo principale competitor, il Tg Bassano di Rete Veneta. Quello stesso Tg Bassano che, giova ricordarlo, ai tempi della storica Bassano Tv chi vi scrive ha avuto l'onore di fondare e di dirigere per oltre sette anni.
Oggi Bassano Notizie è il telegiornale bassanese più seguito ed apprezzato. Non era così agli inizi, dovendo contrastare il quasi monopolio dell'informazione televisiva locale esercitato dall'emittente concorrente.
Poi, negli anni, l'informazione diffusa da via Croceron ha progressivamente rimontato le posizioni, attestandosi oggi ampiamente sul gradino più alto del podio degli ascolti locali. A sancirlo sono i dati ufficiali Auditel, che nell'ultima rilevazione totale annuale riferita al 2018 riportano 45.364 contatti per Bassano Notizie rispetto ai 38.252 di Tg Bassano, pari a una differenza del 18,6% che si impenna al 41,8% sul dato dell'ascolto medio: 12.921 ascolti per Bassano Notizie rispetto ai 9.112 di Tg Bassano.
Insomma: il fatto di essere “istituzionali”, equilibrati ed obiettivi - come continuano a ripetere i vertici di Tva - concorre al gradimento del pubblico televisivo, testimoniato anche dai primi cittadini e dai politici intervenuti nell'occasione.
Oltre al sindaco di Bassano Pavan, non sono mancati all'appuntamento inaugurale Aldo Maroso, sindaco di quella Cassola sul cui territorio è ubicato lo studio televisivo, e i suoi colleghi di Rosà Paolo Bordignon, di Cartigliano (nonché onorevole) Germano Racchella, di Marostica Matteo Mozzo, di Nove Raffaella Campagnolo. Assente il sindaco di Romano d'Ezzelino Simone Bontorin, il cui messaggio di complimenti e di auguri è andato tuttavia in onda nel telegiornale. Presenti inoltre, tra gli altri, l'assessore regionale Manuela Lanzarin, l'ex sindaco e attuale assessore di Pove del Grappa Orio Mocellin, il preside del Brocchi Gianni Zen. Conclusione col siparietto finale della foto di gruppo nel nuovo studio digitale di Bassano Notizie a sfondo verde (per la probabile gioia dei sindaci Pavan, Bordignon, Racchella e Mozzo) e coi due sindaci di Bassano Elena Pavan e di Nove Raffaella Campagnolo sedute in prima fila sul tavolo del Tg nell'inedita veste di mezzebuste. Come dire: a noi due Lilli Gruber ci fa un baffo.