Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 27-08-2015 19:46
in Attualità | Visto 2.827 volte

Nel secolo fedele

Festaggiato a Costalunga, sul Grappa, il 106° compleanno dell'appuntato dei Carabinieri in congedo Giovanni Quarisa

Nel secolo fedele

L'appuntato dell'Arma Giovanni Quarisa tra il comandante provinciale dei Carabinieri col. Giuseppe Zirone e il comandante della Compagnia di Bassano del Grappa cap. Mario Rocco

Quando in Italia scoppiò la Prima Guerra Mondiale, tragico evento di cui quest'anno si ricorda il centenario, lui aveva già 6 anni.
Ha vissuto sulla sua pelle la Seconda Guerra Mondiale, nella quale ha combattuto tra le file del 6° Corpo d'Armata - 189° Sezione Autisti di Bologna. Partito nel 1941 per il fronte di Spalato, in Dalmazia, dal 1943 al 1945 è stato rinchiuso nel campo di prigionia di Dubrovnik. Poi nel '45, terminata la guerra, è stato liberato e ha fatto ritorno, a piedi, in Italia.
E' davvero una gran pellaccia Giovanni Quarisa, classe 1909, residente a Bassano, appuntato dei Carabinieri in congedo. E martedì scorso 25 agosto - in occasione del suo 106° compleanno - ha ricevuto gli auguri dell'Arma dei Carabinieri, rappresentata dal comandante provinciale di Vicenza col. Giuseppe Zirone e dal comandante della Compagnia di Bassano del Grappa cap. Mario Rocco che si sono recati in visita all'ultracentenario collega nella sua casa di vacanza a Costalunga, sul Grappa.
Nell'occasione è stata consegnata all'appuntato Quarisa una “fiamma” (simbolo della Benemerita) in cristallo ed una lettera di auguri del comandante generale dell'Arma, generale di corpo d'armata Tullio Del Sette e del comandante interregionale Carabinieri Vittorio Veneto, generale di corpo d'armata Carmine Adinolfi.
Il longevo militare si è arruolato nell'Arma nel 1929. Ha prestato servizio nelle stazioni dei Carabinieri di Salice Salentino (Le) dal 1931 al 1932; di Riva del Garda (Tn) dal 1932 al 1934; del Passo della Mendola, tra le province di Trento e Bolzano, dal 1934 al 1936; di Castelrotto (Bz) dal 1936 al 1937; del Brennero (Bz) dal 1937 al 1938 e di Bologna dal 1938 al 1940. Quindi la lunga parentesi della guerra dopo la quale, nel 1945 ha ripreso servizio alla stazione dei Carabinieri di Bassano del Grappa fino al 1951, l'anno del congedo.
“Il senso di appartenenza all'Arma e l'amore per l'istituzione - afferma un comunicato dei carabinieri di Bassano - non sono mutati nell'appuntato Quarisa, che si è commosso per l'affetto e la vicinanza dell'Arma in occasione del suo 106° compleanno.”
Complimenti, appuntato Giovanni: una straordinaria età davvero.
E sui di lei possiamo riscrivere, eccezionalmente, il motto della Benemerita:
nel secolo fedele.

Pubblicità

Mostra

Più visti