Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 19-02-2015 22:18
in Cronaca | Visto 4.315 volte

Cassola, incendio al centro dentistico

Un corto circuito nella sala sterilizzazioni scatena il fumo nella sede della cooperativa sociale odontoiatrica SocialDent a San Giuseppe. Pareti annerite e danni ingenti, attività sospesa per almeno una ventina di giorni

Cassola, incendio al centro dentistico

La sala sterilizzazioni della SocialDent, dove si è verificato il corto circuito (foto Alessandro Tich)

L'allarme è scattato alle 5 di questa mattina: una coltre di fumo che ha completamente invaso la sede della cooperativa sociale odontoiatrica SocialDent, al primi piano del civico 52 di via Papa Giovanni Paolo II, laterale della trafficata via Zarpellon, a San Giuseppe di Cassola. Annerite tutte le pareti e i pavimenti, sui 200 metri quadri della sede che comprendono ambulatori e uffici. Il titolare del centro dentistico, dr. Paolo Magnaguagno, ha immediatamente allertato i Vigili del Fuoco che, dotati di bombole di ossigeno, hanno lavorato circa quattro ore, in due distinti e successivi interventi, per spegnere il focolaio, disperdere il fumo e mettere in sicurezza i locali.
Il fumo - complice l'impianto di aspirazione dell'aria sul soffitto - si è diffuso su tutti i locali della struttura, propagandosi anche nell'attiguo locale vuoto di proprietà dell'azienda Zilio Spa, dove pure una parte dei muri sono rimasti anneriti.
A originare l'incendio, come accertato dai Vigili del Fuoco, è stato un corto circuito nella sala sterilizzazioni. La distruzione degli impianti di sterilizzazione, gli unici interessati dalle fiamme, ha reso di conseguenza inservibili tutte le apparecchiature medicali e odontoiatriche. Ingenti i danni, tra struttura e strumentazioni: sul posto, questa mattina, anche un perito dell'assicurazione.
A causa dell'inagibilità della sede, l'attività della SocialDent - che conta 12mila pazienti, con una media di un centinaio di visite dentistiche al giorno - subirà uno stop forzato fino al ripristino della struttura. Per tutta la giornata le assistenti della cooperativa odontoiatrica sono rimaste all'ingresso della sede per informare i pazienti in arrivo, con appuntamento già fissato, della sospensione forzata dell'attività a causa dell'incendio. Tutti gli appuntamenti saranno rinviati di almeno una ventina di giorni. Per le urgenze, i pazienti saranno dirottati in altri studi dentistici del comprensorio.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti