Canova
Canova

Redazione Redazione
Bassanonet.it

Attualità

Romano d'Ezzelino, stanziati oltre 220mila euro per il Bonus Eco Casa Sicura

Pubblicato il 28-09-2014
Visto 3.303 volte

Canova

Non ha ancora compiuto un anno e già ha permesso all’economia ezzelina di ritornare a puntare sugli investimenti. E’ il Bonus Eco Casa Sicura, promosso dall’assessore alle Politiche per il lavoro di Romano d'Ezzelino Massimo Ronchi e inaugurato a novembre dell’anno scorso.
Questi i numeri del progetto fino ad oggi: 220.493 gli euro stanziati dall’Amministrazione, 110 le domande pervenute, 418.171 euro le spese totali dei cittadini, delle quali 245.322 euro sostenute a Romano e 172.848 euro fuori Comune.
L’iniziativa fa incontrare le esigenze dei cittadini che devono realizzare interventi in casa e le aziende che nel reparto casa ci operano. Si tratta di un fondo pensato e destinato per chi deve sostituire serramenti, infissi, caldaie, realizzare inferriate o mettere a norma l’impianto elettrico. Se l’impresa esecutrice dei lavori viene scelta nel territorio comunale l’incentivo a fondo perduto rimborsa il 60 per cento della spesa, 50 per cento invece se l’azienda è del circondario.

Possono presentare domanda, scaricabile dal sito del Comune, tutti quei cittadini che vogliono sostenere spese per la realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche, della sicurezza e della qualità abitativa. Il reddito famigliare complessivo non deve superare i 50mila euro annui e il Bonus non può essere accumulato con altri contributi pubblici o agevolazioni fiscali. L’incentivo finanziabile è commisurato su un intervento massimo di 5mila euro della spesa sostenuta.
Il progetto, partito a novembre dell’anno scorso, in soli due mesi ha permesso di eseguire 52 lavori per un totale liquidato di 105mila 619 euro. Quest’anno invece il bando si è aperto il 27 marzo con un impegno di 165mila euro.
“Con questo Bonus - commenta l'assessore Ronchi - sono tre gli obiettivi che ci siamo posti: ridurre il consumo di gas dannosi per l’ambiente, rendere più sicure le case dei nostri cittadini e allo stesso tempo stimolare l’economia locale. Tutto questo per promuovere sì il rispetto, il risparmio e la tutela delle risorse ambientali, ma anche per dare uno scossone alle nostre imprese, dando loro la possibilità di mantenere l’occupazione.”

Più visti

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 11.961 volte

2

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.257 volte

3

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.047 volte

4

Attualità

20-11-2022

Profumo di Leandro

Visto 6.552 volte

5

Attualità

23-11-2022

Pantani in pista

Visto 6.345 volte

6

Attualità

24-11-2022

Born To Be Wild

Visto 5.112 volte

7

Incontri

20-11-2022

Tra le Arti sorelle

Visto 3.313 volte

8

Musica

24-11-2022

Flaviada con Paolo Conte

Visto 2.733 volte

9

Calcio

20-11-2022

Bassano da rincorsa

Visto 2.055 volte

10

Lavoro

26-11-2022

È sparito il potere d’acquisto

Visto 767 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 11.961 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 8.381 volte

3

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.119 volte

4

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.554 volte

5

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.526 volte

6

Attualità

29-10-2022

O mia cara finestra

Visto 7.386 volte

7

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.343 volte

8

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.269 volte

9

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.257 volte

10

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.047 volte