Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 03-07-2014 19:40
in Attualità | Visto 1.994 volte

Una città per danzare

Centro storico invaso dalla gente per la “serata sotto le stelle” dedicata alla danza urbana. Coreografie e improvvisazioni firmate Operaestate nei più diversi spazi del salotto cittadino e dietro le vetrine dei negozi

Una città per danzare

Foto Alessandro Tich

Ci vediamo a Bassano il mercoledì sera. “Bassano sotto le stelle”, il programma infrasettimanale di eventi promosso dalla Confcommercio cittadina - con i negozi aperti fino a mezzanotte e una messe di spettacoli e animazioni dentro e fuori le vetrine - è ormai un marchio di fabbrica e se il cielo non fa le bizze il successo è assicurato.
Se poi ci mettiamo anche il contributo artistico e organizzativo di Operaestate Festival, si raggiunge il top. Prova ne sia - come è successo, regolarmente, anche gli anni scorsi - il grande richiamo di pubblico della serata della kermesse dedicata alla danza, resa possibile proprio grazie alla collaborazione con Operaestate.
E anche quest'anno, in occasione di “Danza urbana sotto le stelle”, è “invasione” del centro storico: una fiumana di persone che si mescolano tra le performance e le improvvisazioni coreografiche nei più diversi angoli del salotto di Bassano. E' il momento nel quale il festival delle “città palcoscenico” esce dai teatri e si diffonde ulteriormente nel tessuto cittadino. E lo fa, attingendo alla sua estesa progettualità, con il progetto “Dance Raids: Bassano a passo di danza”, parte della sezione “Architetture del corpo”, che accende i riflettori sui giovani artisti della danza contemporanea.
Ce n'è per tutti i gusti: dai danzatori della rete No-Limit-Action che allo scoccare di ogni ora si esibiscono in piazza Garibaldi al gruppo di Stian Danielsen, reduce dalla Biennale Danza 2014. E ancora - per citare solo qualche nome - le coreografie di Tiziana Bolfe, Lucy Briaschi, Selenia Mocellin, Barbara Todesco, Michela Negro, Laura Boato, Giulia Vidale, Giovanna Garzotto che si dividono tra gli spazi urbani del centro e le vetrine dei negozi, trasformate in suggestivi schermi danzanti.
Nella piazzetta interna di via Vittorelli Chiara Frigo e il gruppo Lift propongono “Ballroom”, una sala da ballo a cielo aperto con il coinvolgimento attivo e diretto degli spettatori.
Oltre a “Dance Raids”, la serata vede anche la partecipazione di altri gruppi e scuole di danza, grazie alle quali in piazza Libertà è di scena il coinvolgente ritmo del tango mentre in via Verci si scatena l'hip hop.
Una città per danzare: formula vincente non si cambia, e il numeroso pubblico gradisce.

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti