Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 03-07-2014 19:40
in Attualità | Visto 1.873 volte

Una città per danzare

Centro storico invaso dalla gente per la “serata sotto le stelle” dedicata alla danza urbana. Coreografie e improvvisazioni firmate Operaestate nei più diversi spazi del salotto cittadino e dietro le vetrine dei negozi

Una città per danzare

Foto Alessandro Tich

Ci vediamo a Bassano il mercoledì sera. “Bassano sotto le stelle”, il programma infrasettimanale di eventi promosso dalla Confcommercio cittadina - con i negozi aperti fino a mezzanotte e una messe di spettacoli e animazioni dentro e fuori le vetrine - è ormai un marchio di fabbrica e se il cielo non fa le bizze il successo è assicurato.
Se poi ci mettiamo anche il contributo artistico e organizzativo di Operaestate Festival, si raggiunge il top. Prova ne sia - come è successo, regolarmente, anche gli anni scorsi - il grande richiamo di pubblico della serata della kermesse dedicata alla danza, resa possibile proprio grazie alla collaborazione con Operaestate.
E anche quest'anno, in occasione di “Danza urbana sotto le stelle”, è “invasione” del centro storico: una fiumana di persone che si mescolano tra le performance e le improvvisazioni coreografiche nei più diversi angoli del salotto di Bassano. E' il momento nel quale il festival delle “città palcoscenico” esce dai teatri e si diffonde ulteriormente nel tessuto cittadino. E lo fa, attingendo alla sua estesa progettualità, con il progetto “Dance Raids: Bassano a passo di danza”, parte della sezione “Architetture del corpo”, che accende i riflettori sui giovani artisti della danza contemporanea.
Ce n'è per tutti i gusti: dai danzatori della rete No-Limit-Action che allo scoccare di ogni ora si esibiscono in piazza Garibaldi al gruppo di Stian Danielsen, reduce dalla Biennale Danza 2014. E ancora - per citare solo qualche nome - le coreografie di Tiziana Bolfe, Lucy Briaschi, Selenia Mocellin, Barbara Todesco, Michela Negro, Laura Boato, Giulia Vidale, Giovanna Garzotto che si dividono tra gli spazi urbani del centro e le vetrine dei negozi, trasformate in suggestivi schermi danzanti.
Nella piazzetta interna di via Vittorelli Chiara Frigo e il gruppo Lift propongono “Ballroom”, una sala da ballo a cielo aperto con il coinvolgimento attivo e diretto degli spettatori.
Oltre a “Dance Raids”, la serata vede anche la partecipazione di altri gruppi e scuole di danza, grazie alle quali in piazza Libertà è di scena il coinvolgente ritmo del tango mentre in via Verci si scatena l'hip hop.
Una città per danzare: formula vincente non si cambia, e il numeroso pubblico gradisce.

Più visti