Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 18-05-2014 14:14
in Politica | Visto 2.568 volte
 

Te la do io la Caserma

L'assessore regionale Massimo Giorgetti, assieme alla collega Donazzan e alla coalizione di centrodestra pro Federica Finco, annuncia il raggiunto accordo col Demanio per la cessione della Caserma Montegrappa alla Regione

Te la do io la Caserma

L'assessore regionale Massimo Giorgetti col candidato sindaco Federica Finco e i referenti della coalizione di centrodestra davanti alla Caserma Montegrappa (foto tratta da facebook)

Penso che alla grande Raffaella Carrà oramai fischieranno le orecchie.
Perché dobbiamo riferirvi dell'ennesimo “Carramba che sorpresa” della campagna elettorale a Bassano.
A darcene l'occasione è l'assessore regionale ai Lavori Pubblici Massimo Giorgetti, che assieme alla collega di giunta Elena Donazzan, al consigliere regionale Nicola Finco, al candidato sindaco della coalizione di centrodestra Federica Finco e ad alcuni candidati della medesima coalizione - tra cui il presidente di Ater Vicenza Valentino Scomazzon, candidato nella lista della Lega Nord - annuncia a Bassano il raggiunto accordo con l'Agenzia del Demanio per la cessione alla Regione Veneto della Caserma Montegrappa.
Il protocollo d'intesa tra Demanio e Regione deve essere ancora firmato, mancando ancora “alcuni pareri”, ma l'accordo viene presentato come cosa fatta.
L'annunciata intesa tra i due enti bypassa di fatto le competenze del Comune di Bassano circa la destinazione d'uso dell'ex complesso militare, passandone la proprietà alla Regione nell'ambito di una serie di permute tra l'Agenzia del Demanio e la Regione medesima. L'intenzione dichiarata della giunta regionale è quella di collocare nell'ala ovest della struttura di viale Venezia le nuove sedi del Commissariato di Pubblica Sicurezza e del Comando della Polizia Stradale, più 48 alloggi Ater dotati di parcheggi e aree verdi.
La palazzina comando e l'ala est dell'ex Caserma verso via Gaidon, più il settore dei magazzini, rimarranno invece in dotazione alla Regione Veneto, che a sua volta, pur restandone proprietaria, le destinerà alla città di Bassano, con la quale l'ente regionale dovrà stipulare un nuovo ed apposito accordo di cessione d'uso in vista anche e soprattutto - come sottolinea Giorgetti - “del Centenario della Grande Guerra”. Lo studio di fattibilità della risistemazione dell'ex Caserma, già pronto e strategicamente presentato nel cuore della campagna elettorale, prevede una serie di lavori a carico della Regione quantificati in circa 9 milioni di euro.
La novità, in realtà, era nell'aria: l'assessore regionale Elena Donazzan, nella sua nota conferenza stampa convocata quasi un paio di settimane fa assieme al collega consigliere Nicola Finco, aveva parlato di varie questioni della città ma non ancora della Caserma Montegrappa sulla quale, aveva anticipato, “diremo cose importanti nei prossimi giorni”.
E la stessa Donazzan delinea il futuro della “struttura vincolata” che sarà messa a disposizione del Comune di Bassano: diventerà infatti “un luogo della memoria legato alla storia alpina della città”, dando gli spazi in gestione alla sezione ANA Montegrappa per realizzarvi un museo e dislocando in sede anche i locali della Protezione Civile, attualmente ospitati nell'ex Caserma Fincato.
“Per noi - scrive sulla sua pagina Facebook Federica Finco riguardo alla Caserma Montegrappa - é una priorità! Bassano capitale delle Commemorazioni della Grande Guerra deve avere il suo percorso ideale tra Caserma Monte Grappa, Tempio Ossario, Ponte degli Alpini e poi lassù ...Sacrario Militare di Cima Grappa. La nostra città ha il suo cuore pulsante in questi simboli che avranno la nostra attenzione grazie al rapporto con la Regione. Ringrazio Elena Donazzan e Nicola Finco che hanno portato in città oggi Massimo Giorgetti, assessore ai lavori pubblici che ci ha detto di non avere mai ricevuto alcuna richiesta sulla Caserma Monte Grappa da parte della amministrazione Cimatti-Bernardi-Giunta.”
La domanda finale sorge spontanea: il futuro accordo della Regione Veneto col Comune di Bassano per la cessione d'uso del corpo centrale e dell'ala est dell'ex Caserma verrà stipulato indipendentemente da chi, il 25 maggio o l'8 giugno in caso di ballottaggio, sarà eletto sindaco?