Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 09-04-2014 17:50
in Politica | Visto 2.672 volte

A Mussolente il “Patto” scende in campo

Il progetto civico “Patto per Mussolente e Casoni” rompe gli indugi e presenta il candidato sindaco per le amministrative: è Cristiano Montagner, consigliere comunale uscente. “Il nostro non è un programma elettorale, ma di governo”

A Mussolente il “Patto” scende in campo

Il candidato sindaco del "Patto per Mussolente e Casoni" Cristiano Montagner

Anche a Mussolente si scaldano i motori per le prossime elezioni amministrative.
Il progetto civico “Patto per Mussolente Casoni” scende in campo con lo slogan “hashtaggato” #insiemecelafaremo e presenta ufficialmente il proprio candidato sindaco: Cristiano Montagner, consulente aziendale e fiscale presso la Confartigianato AsoloMontebelluna, attivo nell'associazionismo e nel volontariato, consigliere comunale uscente (per il suo profilo: www.ilpmc.it/?page_id=19).
Ne dà notizia un comunicato stampa trasmesso in redazione dai promotori della lista, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

Il Patto per Mussolente e Casoni, laboratorio civico finalizzato alle elezioni amministrative 2014, ha rotto gli indugi.
Dopo un anno di lavoro, di cui negli ultimi tre mesi passati tramite sedici incontri con la cittadinanza e le categorie socio economiche del territorio, ha presentato il candidato sindaco.
Si tratta del consigliere comunale Cristiano Montagner, quarantaduenne, sposato con quattro figli e funzionario presso la Confartigianato AsoloMontebelluna.
“La non facile decisione di intraprendere questo percorso - ha esordito Cristiano Montagner - nasce dalla ferma intenzione di migliorare la nostra comunità per il futuro delle generazioni che ci seguiranno.”
Ma quali i capisaldi di questa lista civica?
“Il nostro non è un programma elettorale, ma di governo - precisa Cristiano Montagner -. Queste le nostre priorità: 1) trasparenza delle scelte amministrative, 2) diminuzione dell'IMU (oltre che TASI e TARI) per i proprietari che decideranno di affittare le loro case sfitte a persone e famiglie che hanno problemi di lavoro oppure che devono accudire persone diversamente abili; 3) un programma operativo concreto sulla scuola, a partire dalle scuole per l'infanzia all'istituto comprensivo, sia per quanto riguarda il supporto nella gestione dei bisogni delle famiglie in difficoltà, che in un piano di manutenzione e ristrutturazione degli edifici delle due elementari di Mussolente e Casoni; 4) promuovere il territorio dal punto di vista storico, culturale e turistico cercando di trasformarlo, anche dal punto di vista economico, in una zona di importante attrazione in collaborazione con tutte le categorie imprenditoriali, anche attraverso l'utilizzo di fondi europei; 5) difesa incondizionata del territorio rispetto a qualsiasi genere di speculazione: sì ad una urbanizzazione sostenibile per le esigenze ed i bisogni reali dei cittadini riguardo alla casa, no alle lottizzazioni selvagge; 6) riorganizzazione degli uffici comunali per rispondere ai bisogni di cittadini ed impresa.”
“Per questo sono stati organizzati numerosi incontri pubblici - conclude Montagner - per raccogliere dai cittadini idee, proposte e suggerimenti per il programma della prossima amministrazione con l'obiettivo di prendere atto della realtà attuale per andare oltre e costruire un nuovo futuro per la comunità misquilese.”

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti