Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 05-05-2015 06:48
in Ambiente | Visto 2.233 volte
 

Strade morte?

Mercoledì 6 maggio, al Caffè dei Libri, la presentazione di un libro che scandaglia il fondale oscuro delle grandi opere viarie del Veneto

Strade morte?
Mercoledì 6 maggio, dalle ore 20.45, al Caffè dei Libri, ci sarà la presentazione del libro Strade Morte, un istant book nel quale gli autori scandagliano il fondale oscuro delle grandi opere viarie del Veneto. La pubblicazione pone l’accento sugli scandali che ne sono emersi, dal Mose fino agli arresti della questione Lupi-Incalza, con una domanda di fondo: un altro Veneto e un altro Paese sono possibili? Gli autori: Francesco Celotto, bassanese, consulente aziendale, fondatore e attivista del Covepa (Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa), ex portavoce del gruppo “Grandi Opere” del M5S veneto e candidato al Senato nel 2013 sempre con il Movimento Cinque stelle, dal quale è stato espulso nel 2014 per insanabili contrasti con la strategia politica dei vertici; Carlo Costantini, veneziano, architetto, consulente tecnico per conto di alcuni tribunali del Veneto, è stato tra i fondatori della Rete di associazioni e comitati AltroVE; Massimo Follesa, fondatore e portavoce del Covepa, che da anni si batte per bloccare la Spv, oltre a occuparsi delle tematiche ecologiche della valle dell'Agno, è da anni al fianco degli espropriati nell'ambito della realizzazione Pedemontana Veneta, è stato consigliere comunale a Trissino, per il Pd, partito che ha lasciato per inconciliabili divergenze sulla questione morale e sulla questione ambientale; Marco Milioni, giornalista.
L’appuntamento è a ingresso libero.