Canova
Canova

Marco PoloMarco Polo
Giornalista
Bassanonet.it

Calcio

Mannaggia...

Il Bassano si mangia le mani per due punti lasciati per strada. Il 2 A2 finale lascia l'amaro in bocca ma conferma la crescita della squadra

Pubblicato il 30-10-2022
Visto 2.211 volte

Canova

Due punti persi o uno guadagnato? La sensazione è quasi di averne persi tre di punti. Perché il Bassano ruggente e lucido di oggi sembra poter asfaltare tutti e tutto. Orchestrato magistralmente da Perosin, perfetto sia nel dare ordine che nel battersi fisicamente con gli avversari, il BV dà l'impressione di aver mandato a regime gli insegnamenti glereaniani, nei compiti e nelle idee. E corre con una grinta e una determinazione notevoli. Se tre settimane fa era come se mancasse quasi tutto, oggi a mancare sono alcuni dettagli (e un pizzico di fortuna) che però con l'Eurocalcio fanno tutta la differenza del mondo: imprecisione nell'ultimo passaggio e mancanza di riflessi quando si tratta di tramutare un andamento prettamente offensivo in uno drasticamente difensivo. Ecco spiegato il motivo per cui non è arrivata una vittoria che ai punti, e a contar le occasioni, sarebbe sacrosanta. Ed ecco perchè gli ospiti vanno a segnare due volte il gol del pareggio pochi minuti dopo aver subito la rete giallorossa. In tutto questo va evidenziata la prova dell'Eurocassola: squadra ben messa in campo, dove la qualità dalla mediana in su è notevole e dove la forza del gruppo è palpabile.

Ezio Geren riesce a schierare per la terza volta di fila la stessa formazione. Dunque Costa in porta, difesa a tre con Zanata, Marchiori e capitan Pellizzer; tre anche a centrocampo con Sanzovo, Perosin regista e Peotta; Gashi dietro alle punte Bounafaa, Lukanovic e Chia.

Giocatori stremati a fine partita

Parte forte, fortissimo, il Bassano. l giallorossi sembrano indemoniati: ringhiano su tutti i palloni con la chiara intenzione di vincere i contrasti e impossessarsi delle seconde palle. Per due volte Lukanovic fugge sulla sinistra e mette in mezzo due traversoni rasoterra liberati con grande affanno dalla retroguardia ospite. Dopo un paio di tentativi dalla lunga distanza, Gashi pennella proprio per Lukanovic che di testa infila il pallone sul primo palo. Tutto ciò quando siamo appena al 5'. Miglior partenza non poteva esserci ma a volte non basta. Eh si perchè l'Eurocalcio ha il merito di non rimanere ansimante, sulle ginocchia, bensì reagisce subito con veemenza. E come spesso capita nella vita, un pizzico di fortuna non guasta. I rossoblù si proiettano in avanti e trovano l'episodio: un traversone colpisce a distanza ravvicinata la mano di Pellizzer. Rigore inevitabile e trasformazione perfetta di Fagan. La controreazione è ancor più notevole: due volte Chia, una collezione infinita di calci d'angolo, un penalty reclamato a gran voce per un fallo di mano sul quale però non abbiamo certezze, un altro paio di conclusioni di Perosin e Bounafaa. A conti fatti però si rimane sull'1 a 1. La ripresa è inizialmente contraddistinta da maggior equilibrio ma con il passare dei minuti è una tambureggiante frenesia dei padroni di casa che non sfocia nella confusione solo grazie alla sapiente regia di Perosin e gli sbocchi che dà sulla sinistra Bounafaa. Si percepisce quasi fisicamente, come fosse una sostanza densa come il miele, la voglia dei giallorossi di andare a rete. Al 10' Peotta di testa dentro l'area piccola colpisce di nuca invece che con la fronte. Poi al 18' un'azione insistita di Bounafaa si chiude con un tiro che passa in mezzo ad alcuni giocatori e finisce in rete. Ancora una volta la cosa più difficile è fatta, la partita è stappata. Ed invece ancora una volta il Bassano va in pappa di fronte all'immediata reazione rossoblù. Dopo alcuni rimpalli la palla finisce a Tronco che dentro l'area prende la mira e fa secco Costa. Glerean prova a dare nuova linfa con i cambi, in precedenza era uscito Gaschi per Zuin. E proprio Zuin per due volte non riesce ad essere preciso nel lanciare il compagno a campo aperto (!!!) sfruttando il momento in cui l'Euro smette di difendere per cercare di mettere a segnola zampata da tre punti. I giallorossi inoltre perdono di lucidità: Bounafaa invece di giocare semplice e proficuo si intestardisce dando l'opportunità agli ospiti di essere pericolosi. E ancora una volta la squadra rischia di spezzarsi in due perchè gli attaccanti a palla persa seguono l'avversario per qualche metro per poi disinteressarsi: una cosa questa che proprio non si può vedere.

    Più visti

    1

    Cronaca

    29-11-2022

    Coming Home

    Visto 8.031 volte

    2

    Politica

    29-11-2022

    Pietrosante non è un’opinione

    Visto 7.995 volte

    3

    Politica

    28-11-2022

    Grande Fratello Vip

    Visto 6.956 volte

    4

    Attualità

    29-11-2022

    L’industriale e il contadino

    Visto 6.724 volte

    5

    Attualità

    01-12-2022

    Le due verità

    Visto 6.709 volte

    6

    Attualità

    01-12-2022

    L’Isola dei Dubbiosi

    Visto 6.330 volte

    7

    Attualità

    29-11-2022

    L’erba del vicino

    Visto 6.265 volte

    8

    Attualità

    02-12-2022

    Dynasty

    Visto 4.754 volte

    9

    Magazine

    01-12-2022

    Una Madonna, un artista e Tre Briganti

    Visto 3.783 volte

    10

    Teatro

    29-11-2022

    LA stagione teatrale bassanese apre con Servo di scena

    Visto 3.270 volte

    1

    Attualità

    21-11-2022

    Oh che bel Macello

    Visto 12.312 volte

    2

    Attualità

    15-11-2022

    L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

    Visto 8.429 volte

    3

    Politica

    11-11-2022

    Ho visto cose

    Visto 8.168 volte

    4

    Cronaca

    29-11-2022

    Coming Home

    Visto 8.031 volte

    5

    Politica

    29-11-2022

    Pietrosante non è un’opinione

    Visto 7.995 volte

    6

    Politica

    09-11-2022

    Una Giada in Museo

    Visto 7.608 volte

    7

    Attualità

    12-11-2022

    Abbey Road

    Visto 7.565 volte

    8

    Politica

    19-11-2022

    Park Condicio

    Visto 7.467 volte

    9

    Cronaca

    14-11-2022

    La febbre del sabato sera

    Visto 7.401 volte

    10

    Attualità

    20-11-2022

    Veni, Vidi, Deficit

    Visto 7.358 volte