Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 26-01-2020 16:47
in Calcio | Visto 516 volte
 

Controsorpasso d'autore

Bizzotto e Garbuio firmano una vittoria da panico, bellissima e fondamentale.

Controsorpasso d'autore

Garbuio marchia l'ennesima partita. Dietro giganteggia Gambasin

Al triplice fischio il sospiro di sollievo è immenso. Il Rosá stava mettendo alla frusta i padroni di casa e l'orecchio di tutto il pubblico, immobile come tante statue, è teso ad Altavilla dove è impegnato lo Schio. Alla fine le notizie sono tutte fantastiche, il Bassano vince, i vicentini pareggiano, il controsorpasso è firmato. Il Gruppo Grappa canta "salutate la capolista" che forse è prematuro ma racchiude una grande verità. la formazione di Bassano del Grappa è tornata in vetta. E le firme sono d'autore. Giulio Bizzotto e Nicolò Garbuio è una coppia d'attacco da sogno per la categoria. L'altra firma è quella di Gianluca Gottin, portierino classe 2002, che a conti fatti salva il risultato con due interventi decisivi nel finale. Ora mancano undici partite, la prossima a Tombolo poi scontro diretto con lo Schio al Mercante per un campionato tutto da vivere con l'adrenalina al massimo.

La formazione (4-4-2). Maino schiera Gottin in porta, difesa a quattro con Gallonetto, Bonaguro, Gambasin e Dal Dosso; a centrocampo Alberti, Pinton, Dalla Costa e Montagnani; coppia d'attacco Bizzotto e Garbuio. Il Rosá schiera Mason, Maino, Bizzotto, Reginato, Lovato, Gheno, Guarisce, Loro, Lazzarotto, Battaglia, Gallina.


Il copione l'abbiamo visto, rivisto, stravisto. Come ogni domenica al Mercante l'avvio è a netto appannaggio degli ospiti. Il FCB viene affrontato da avversari che sputano sangue, che sbuffano vapore rovente da ogni articolazione. La domenica in questione non fa eccezione se non per il gol giallorosso che arriva piuttosto presto, al 10'. Giulio Bizzotto si fa trovare smarcato dentro l'area e da lì un giocatore come lui non sbaglia. Con una seconda punta classica in appoggio a Garbuio ne beneficia anche la manovra perché è come mettere sulla trequarti un regista d'attacco. I ragazzi di Maino continuano a battere l'area del Rosá che a sua volta ci mette l'anima per creare principi di grattacapi dalle parti di Gottin senza però impegnare il portiere.

La ripresa inizia con un'occasione clamorosa, ancora Bizzotto tira in diagonale chiamando Mason al grandissimo intervento. Il Bassano c'è e macina gioco. E al 7' raddoppia grazie ad una giocata di rapina di Garbuio. Il centravanti intercetta un pallone e infila la palla in rete. Il due a zero permette a Maino di gestire la condizione atletica di Bizzotto e Garbuio, tra l'altro diffidato, al loro posto Cusinato e Battistella. Peccato che al quarto d'ora Pinton si becca il secondo giallo e lascia i compagni in dieci. La perdita è importante perché il centrocampista è sicuramente uno dei leader tecnici della squadra e sta vivendo un eccellente momento di forma. Mister Maino abbassa Cusinato in coppia con Dalla Costa e inserisce Il terzino Benetti al posto di Alberti. Al 28' la difesa giallorossa liscia un pallone liberando Battaglia davanti a Gottin. L'attaccante sigla la rete che riapre la partita, vista anche la superiorità numerica degli ospiti. Al 35' Rosá vicinissimo al pareggio, Gottin sventa con un tuffo felino, è però un fatto che i giallorossi hanno perso compattezza rischiando di vanificare una partita dominata. Il pericolo è nell'aria, il Bassano inspiegabilmente si fa attrarre dai passaggi del Rosá per poi farsi infilare come un arrosticino abbruzzese. Al 90' Gottin respinge, poi Gambasin libera. Anche questa domenica è servita la dose di microinfarti. Al triplice fischio il sospiro di sollievo è immane.