Pubblicato il 12-01-2020 16:51
in Calcio | Visto 612 volte

La domenica perfetta!

Garbuio abbatte la formidabile Marosticense. Lo Schio sconfitto è a un punto

La domenica perfetta!

Grande amicizia in campo e in tribuna tra Bassano e Marosticense

Decide il bomber, il bomber d'eccellenza anche se gioca in Promozione. Il Bassano si aggrappa alle possenti spalle di Garbuio che pur non nella sua giornata migliore, spacca la partita con una doppietta fondamentale. I giallorossi vincono un match estremamente equilibrato contro un team forte e preparato sotto tutti i punti di vista, ottimamente allenato ma sprovvisto di un vero cannoniere. Con una battuta potremmo dire che il buon Glerean adesso si farebbe andar benone anche Sandro Cresca. La differenza la fa proprio il reparto offensivo, quello di Maino irrobustito anche dallo spettacolare debutto di Giulio Bizzotto nella prima giornata così così di Montagnani. In effetti le difese si sono equivalse e si è vista tutta un'altra solidità rispetto a Caldogno. Maino ci mette del suo intervenendo al momento giusto con cambi di uomini e di assetto. E al triplice fischio arriva la notizia tanto attesa, lo Schio sconfitto ad Arzignano dal Tezze è distante un solo punto. Tra i migliori meritano una citazione Battistella, Michelon e Pinton.

La formazione (4-4-2). Per lo snodo cruciale contro la Marosticense, mister Maino insiste sul sistema tattico con due punte e due esterni offensivi. Rientra Gambasin in retroguardia al fianco di Marchioron, Benetti e Dal Dosso sono i terzini. A centrocampo Alberti, Pinton, Sandoná e Montagnani. Davanti Battistella e Garbuio.
Glerean risponde con Bertoncello; Minato, Covolo, Stocco, Bellossi; Signori, Cortese; Primon, Contro, Merlo, Nonni.

Gli scontri diretti raramente sono unidirezionali. Bassano Marosticense non fa eccezione. I rossoneri partono decisamente meglio in termini di personalità, di palleggio, di recupero palla attraverso il pressing. Dopo il quarto d'ora esce il FBC con un paio di belle sgroppate sulle fasce laterali, specie con Montagnani a sinistra ed il terzino Benetti a destra. Il match è molto tattico pur a ritmi abbastanza alti. Al 38' Montagnani spreca un ottimo contropiede. L'idea è proprio che sia necessaria la giocata del singolo per riuscire a rompere lo 0 a 0.
La ripresa si apre con il cambio di modulo del Bassano, Maino torna al 4-3-3 con Gonnella per Alberti, e con un rigore non assegnato alla squadra di Glerean che da fuori sembra evidente. Al 6' Montagnani si divora un gol da non dormire la notte su splendido assistenza di Battistella. Al 14' Michelon è strepitoso su Merlo lanciato a rete. A quel punto Maino rischia la quarta punta, fuori Sandoná e dentro Giulio Bizzotto. È tutta un'incognita, si soffre, i rossoneri prendono campo. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa il bomber. Bizzotto allarga per Pinton, cross in mezzo dove Garbuio controlla e batte Bertoncello. Esplode il Mercante, come ai bei tempi, per rompere una tensione palpabile come un pezzo di piombo nello stomaco. Signori sfiora il gol alla sinistra di Michelon, risponde Bizzotto con una giocata pazzesca e palo. È tutto aperto, persino troppo al cospetto di una delle migliori squadre in assoluto viste in questo campionato. Al 35' è ancora Garbuio a griffare l'incontro. Sempre di scaltrezza, sempre d'opportunismo. Sempre decisivo. E il pubblico scandisce a squarciagola "Garbuio". Entra anche Xamin a contribuire a gestire il vantaggio, stavolta in maniera organica e veramente capace.

    Bassanonet TV

    CULT tv

    "Non è invisibile"

    Un virus invisibile ma allo stesso tempo presente nella realtà di tutti i giorni. Marco Chiurato è artista poliedrico, spazia tra performances,...

    Più visti