Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 06-10-2019 18:39
in Calcio | Visto 417 volte
 

Maino rischia e la vince

I giallorossi dilagano nella ripresa. Doppietta di Dalla Costa e timbro di Rossi e Calgaro

Maino rischia e la vince

Quattro vittorie e un pareggio per i giallorossi

Il Bassano riprende la marcia, batte il Tombolo-Vigontina-San Paolo per 4 a 1 e si prepara per il big match di domenica prossima in casa dello Schio co-capolista. Gli scledensi arrivano all'incontro con un perentorio 4 a 2 al Villafranca. Il successo bassanese arriva grazie al fondamentale contributo dei giovani Dalla Costa e Rossi e con tanti elementi alla prima da titolare.

La formazione (4-3-3). Francesco Maino rivoluziona l'undici che scende in campo contro il Tombolo-Vigontina. L'unico intoccabile al momento è De Carli in porta; in difesa, da destra, Gallonetto, Bonaguro, Gambasin e Rossi; a centrocampo Dalla Costa, Xamin e Zanin; in attacco Alberti, Garbuio e Battistella.
Alla lettura delle formazioni è inevitabile rimanere quantomeno sorpresi. Il Bassano che scende in campo è completamente rivoluzionato. Di per sé per una squadra in costruzione e reduce da un pareggio non sembra la migliore delle idee. Ed invece bisogna dare atto a Cesco Maino di aver azzeccato ad aver sfruttato un turno sulla carta favorevole per chiamare in causa tanti elementi fin qui meno utilizzati. Anche a costo di schierare un undici che non ha mai giocato assieme.

L'incontro entra subito nel vivo, giocato a viso aperto anche dagli ospiti nonostante la non felice posizione in classifica. Le prime due occasioni sono di marca bassanese. Prima Garbuio inquadra il sette e il portiere respinge. Tocca però a Battistella, titolare dopo diverse tribune per infortunio, a non capitalizzare a tu per tu con il portiere. Infine ancora Garbuio per poco non propizia un autogol. I granata non stanno a guardare, tanto che spiccano gli interventi puliti e tempestivi di un'attenta linea a quattro. In particolare i due centrali Bonaguro e Gambasin sono concentrati e sul pezzo. Il gioco scorre abbastanza fluido, Xamin è puntuale ad allargare il gioco e specie a sinistra i ragazzi di Maino arrivano spesso al cross.
Il risultato rimane inchiodato sullo 0 a 0 e Maino ad inizio ripresa si gioca la carta Mason a giostrare alle spalle di Garbuio con Battistella e Alberti larghi.
Al quarto d'ora finalmente arriva la rete che scardina il Tombolo. Conclusione dalla distanza di Dalla Costa, già tra i migliori in campo. La sfera passa tra una selva di gambe e si infila in rete. Il raddoppio lo costruisce Garbuio con un colpo di testa destinato in porta, miracolo del portiere e tap in vincente di Rossi. Il Tombolo colpito duro ha bisogno di diversi minuti per riprendersi anche perché appena rimette fuori la testa Dalla Costa timbra la propria doppietta personale. Nei minuti di recupero arrivano il gol della bandiera ospite e il quarto gol firmato Calgaro.