ELEZIONI
Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 20-01-2019 17:08
in Calcio | Visto 537 volte
 

Inarrestabile Bassano

Ennesima vittoria casalinga per i giallorossi che si issano a +9 in classifica sul Sandrigo secondo. In sette giorni il FCB affronterà un trittico che può dire molto sul proseguo della stagione. Decidono Frangu, Savio e Baldissera.

Inarrestabile Bassano

Primo gol in giallorosso per Baldissera

La formazione di Bassano del Grappa continua a volare nonostante le tante assenze, a confermare la bontà e l’unità della rosa costruita dal ds Giacometti. Un primo tempo non propriamente all’altezza anche per merito di un RVS davvero molto aggressivo e rapido. Una ripresa di tutt’altro spessore anche grazie agli innesti di Frachesen, rientro fondamentale, Cosma e Battistella e con un Savio in versione leader tecnico. La vittoria è particolarmente dolce alla luce della gara d’andata dove la squadra di Maino venne sconfitta ma anche derisa da quelli di Riese. Stavolta a ridere sono solo i giallorossi che collezionano la nona vittoria casalinga su nove partite in campionato alle quali va aggiunto il bottino di tre successi in Coppa Veneto. I tre punti sono conquistati con un ampio e forzato turnover il che rappresenta una garanzia per vedere una squadra competitiva anche nel trittico che può determinare una buona fetta del futuro che aspetta la formazione di Bassano del Grappa: domenica al Mercante arriva l’Arsié, mercoledì 30 scontro ad eliminazione diretta in coppa contro il San Zeno-Arzignano e la domenica successiva trasferta a Sandrigo.

La formazione. Non si è aperto nel migliore dei modi il 2019 per il Football Club sul piano degli assenti. Tra infortunati e squalificati Francesco Maino deve fare ampio ricorso alla profondità della rosa e manda in campo un undici composto da Scaranto in porta; la linea difensiva a quattro, che vede le assenze di Bonaguro e Meneghetti, è composta da Benetti, Baldissera, Frasson e Frangu; a centrocampo Torresan, Scanagatta e Comarin; in attacco Savio guida un reparto completato da Bertollo e Solomon.

La partita. Parte forte il Bassano con Savio che manda in porta Solomon, l’attaccante angolano controlla male e il suo tiro è chiuso in corner dal disperato salvataggio di Rebellato. Risponde il Riese direttamente da calcio d’angolo, Sagrillo coglie il palo a portiere battuto. Le premesse sono quelle di una partita scoppiettante in realtà diventa ben presto combattuta e a fare la figura migliore a metà primo tempo è senz’altro il RVS. La squadra ospite è più pericolosa, tiene bene il campo e aggredisce a ritmi molto alti. I giallorossi faticano a prendere in mano il centrocampo anche per i tanti cambiamenti rispetto ad un undici più collaudato. Savio è un buon punto di riferimento offensivo ma Solomon e Bertollo faticano ad entrare con decisione in partita. Eppoi c’è da dire che la squadra di Riese attacca molto bene la profondità sul filo del fuorigioco, sfruttando anche la mancanza di guardalinee, il che mantiene in costante ansia la retroguardia bassanese.
All’improvviso è l’arbitro ad indirizzare la contesa. Savio viene spinto alle spalle in area, dalla tribuna il contatto è del tutto veniale ma il direttore di gara indica il dischetto. Frangu trasforma al 33’ tra le giuste proteste degli ospiti. La gara s’incattivisce con continue proteste. In chiusura di tempo Savio inventa per Bertollo, testa alto di poco, poi lo stesso Bertollo per Torresan la cui girata è deviata miracolosamente dal portiere biancazzurro.
La ripresa inizia con una grossissima chance per il RSV: la percussione dalla sinistra porta Camapagnolo a concludere a rete sbagliando clamorosamente la mira. I minuti passano ma la prestazione dei ragazzi di Maino non lievita a dovere, il tecnico prova a dare una sterzata facendo entrare capitan Frachesen con il compito di distribuire gioco ed idee. E proprio il capitano determina, prima pressando poi servendo l’assist, il 2 a 0 firmato Savio. Il due a zero è diretta conseguenza di una musica radicalmente cambiata. Per fare una grande prestazione il RVS spende una marea di energie e alla fine paga dazio alla lucidità e qualità messe ora in campo da un FCB riorganizzato da Maino col 4-4-1-1. D’altra parte i due contendenti si allungano molto e fioccano occasioni da una parte e dall’altra. Solomon e Torresan si presentano a tu per tu col portiere, Sagrillo e Cirotto possono calciare da posizione fin troppo favorevole. Entrano Cosma e Battistella per Bertollo e Solomon. E sono ancora due nuovi entrati a portare il Bassano sul 3 a 0. Cross di Battistella, prolunga Cosma di testa, irrompe Baldissera che da due passi spacca la porta al 24’.