Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 18-11-2018 16:36
in Calcio | Visto 582 volte
 

Di nuovo in testa

I giallorossi in piena emergenza squadernano una grande prestazione e vincono 1 a 0 con gol del difensore Frasson. Risultato più stretto di quanto visto in campo, i tre punti riportano la formazione cittadina in vetta

Di nuovo in testa
Il Bassano riprede la propria marcia a suon di successi tra le mura amiche e supera i crespanesi dell’Eagles Pedemontana in maniera molto più netta di quanto dica il risultato. La prestazione dei ragazzi guidati da Francesco Maino è più che positiva tranne forse nella gestione finale dove il minimo vantaggio trasmette quel pizzico di preoccupazione che può estinguersi solo al triplice fischio finale. Anche perché il FCB non è squadra abituata a difendersi e tende a soffrire i concitati finali con palloni (pochi a dire la verità) gettati in area di rigore. Con i tre punti ottenuti contro gli amici di Crespano la compagine guidata dal presidentissimo Fabio Campagnolo torna in vetta alla graduatoria in coabitazione con il Badoere e seguito ad un solo punto dal Carmenta appena battuto in Coppa Veneto e prossimo avversario in quel di Carmignano domenica prossima per la più classica e rischiosa delle rivincite. La speranza è di recuperare qualche calciatore, non tanto perché ci sia qualche elemento non all’altezza come ha dimostrato proprio la partita odierna piuttosto per avere delle alternative da spendere a gara in corso.

Le scelte. Francesco Maino deve arrovellarsi il cervello per mettere in campo il miglior undici possibili. Agli infortuni di Meneghetti, Frachesen, Cosma, Sartor, Gallina, Bertollo si aggiungono anche gli squalificati Xamin e Nacci. Regia della squadra consegnata dunque a Scanagatta, le mezzali sono Torresan e Ceccato. Il portiere è Scaranto, in difesa Benetti, Bonaguro, Frasson e Frangu. In attacco Maistrello, Battistella e Savio.

La partita. Le assenze sono effettivamente pesanti però il Bassano attuale è di tutta un’altra dimensione rispetto a quello di qualche settimana fa, con l'eccezione della giornata storta di Camposampiero. La squadra gioca con grande consapevolezza nei propri mezzi, sa quello che deve fare ed è lievitata nelle conoscenze e intese reciproche. Inoltre è cresciuto tantissimo sul piano della mentalità. Anche l’Eagles gioca con sfrontatezza, quantomeno cerca di sfidare i padroni di casa sul piano del gioco e non solo mettendola su agonismo e interruzioni di tempo come il turno passato. L’unica pecca di un primo tempo di alto livello, sono i troppi gol sbagliati per una questione di sfortuna, centimetri, bravura degli avversari. Il tabellino recita un monologo giallorosso di opportunità, spesso così clamorose da non crederci. Comincia Savio con un destro potente che si infrange sul palo. Due minuti più tardi è Battistella a farsi anticipare di un nulla in centro all’area, servito splendidamente da Frangu. L’azione del Bassano è tambureggiante. Battistella fugge sul fondo, Torresan si inserisce alla perfezione ma viene anticipato praticamente sulla linea di porta. I giallorossi giocano con una consapevolezza nei propri mezzi ben diversa rispetto a qualche settimana fa. A brillare particolarmente, nel senso della crescita della prestazione individuale, ci sono Savio, molto più continuo nell’attaccare ma anche difendere, Torresan, un motorino perpetuo di talento, Frangu e Scanagatta. Al 29’ la formazione di Crespano del Grappa si affaccia in area giallorossa, sugli sviluppi di un corner Zanon non inquadra lo specchio della porta di poco. Ma la risposta giallorossa è ancora più clamorosa, Ceccato servito splendidamente da Savio cicca il pallone ad un metro dalla linea di porta. Lo stesso Ceccato si ripete subito dopo ma stavolta il portiere Codemo compie un miracolo incredibile. Quando al 45’ il direttore di gara fischia la fine della prima frazione osservare il risultato fermo sullo 0 a 0 è qualcosa di abbastanza incredibile. Fortunatamente per i portacolori della città del Grappa ci pensa Frasson al 6’ della ripresa con un bellissimo colpo di testa, assist di Maistrello, ad infilare la porta gialloblù.
Sbloccata la contesa il FCB cerca di gestire le energie e di puntare su rapidi ribaltamenti di fronte, specie con Savio. In panchina non ci sono solo due giocatori sani pertanto Maino centellina i suoi interventi al solo cambio di Gaborin per Frangu. Poi è il turno di Ziliotto per Savio. Maino si sbraccia, il Bassano non perde la testa e porta al sicuro il bottino.