Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 07-11-2018 19:24
in Calcio | Visto 240 volte
 

Tutta un'altra vita

Francesco Maino gongola per l’aver visto finalmente un Bassano all’altezza delle sue ambizioni ma mette in guardia tutti: “Guai dimenticarsi delle brucianti sconfitte con Tezze e Riese”

Tutta un'altra vita

Mister Maino segue le partite sempre con grande trasporto

Un partita mostruosa, la capolista presa a pallonate, la prova di alcuni singoli finalmente a grande livello. La vittoria del FCB contro il Badoere ha dato prova della forza della squadra giallorossa. Le potenzialità sono diventate realtà. Francesco Maino vede raggiunto uno step al quale sta lavorando dall’estate: “Sono due mesi e mezzo con il mio staff ci diamo dentro per costruire un Bassano determinato, aggressivo, ficcante come quello che abbiamo visto con il Badoere. Soprattutto nel primo tempo ho visto la squadra che rispecchia in tutto le mie idee, la squadra che volevo vedere. Non importa che la prima frazione si sia chiusa a reti inviolate, in spogliatoio non ho potuto far altro che ringraziare i ragazzi e far loro i complimenti”. Il Bassano ha proprio fatto un figurone al cospetto di quella che era la regina solitaria del campionato: “Sono convinto che se il Bassano gioca con la fame e la determinazione visti domenica può dire la sua per l’alta classifica anche in categoria superiore. È un fatto di convinzione, deve entrare testa dei ragazzi questa consapevolezza. Per quanti stimoli possono arrivare dall’esterno, non bastano mai se non sono loro a farsi convinti. Dopo il 2 a 0 ho visto degli assoli di livello assoluto. Alleno calciatori che non hanno niente a che vedere con la Prima Categoria ma solo se riescono a calarsi nella mentalità giusta e abbinarci le qualità tecniche che ci sono. Savio è un esempio lampante e lui lo sa. Prima di farlo entrare l’ho incoraggiato a farci vincere la partita, se giocasse sempre così vederlo in Prima Categoria sarebbe un’assurdità”. La formazione di Bassano del Grappa è attesa da due sfide importanti a stretto giro di posta: “Il nostro pensiero deve sempre correre alle sconfitte di Tezze e Riese, se siamo quelli possiamo perdere contro chiunque. Sappiamo che ogni domenica è una battaglia durissima ed adesso iniziamo ad avere anche qualche assenza. Il fatto è che domenica siamo a Camposampiero, contro il Campetra, ma il mercoledì si torna in campo in Coppa Veneto contro il Carmenta in una gara ad eliminazione diretta. Speriamo di recuperare Frachesen e di poter finalmente avere a disposizione Solomon perché Savio sarà squalificato e Cosma si è fatto male e ne avrà per una decina di giorni”.

    Più visti