ELEZIONI
Mauro Sabino
bassanonet.it
Pubblicato il 30-03-2014 21:41
in Volley | Visto 1.467 volte
 

Brunopremi.com perde al tie break e fallisce il sorpasso

La vittoria al 5° set del Martignacco porta in dote un punto che consente di allungare sul Porcia terzultimo, ma ora le leonesse sono quartultime superate di una lunghezza da Brescia e dallo stesso Martignacco

Brunopremi.com perde al tie break e fallisce il sorpasso
Brunopremi.com Bassano - Città Fiera Martignacco 2-3 (22-25, 28-26, 25-22, 15-25, 6-15)
Brunopremi.com Bassano: Botezat, Bridi, Zarpellon 7, Malinov 7, Bettini, Comunello, Zanon G. 15, Guerra 16, Compostella 11, Sgarbossa 12, Zanon C. (L), Andrich, Scanavacca (L). 1° All. Malinov, 2° All. Arsenov
Città Fiera Martignacco: Cozzo 27, Scalettaris 6, Banello 2, Bordon 10, Bianchini 24, Caravello 10, Romano, Dian (L), Rrena, Mazzonetto 7, Zampis, Russo.
Note. Martignacco/Bassano: battute errate 9/7, battute vincenti 3/7, muri 13/15

Un Brunopremi.com in serata non brillantissima e dunque un po meno in palla delle ultime uscite, perde in casa al 5° set lo scontro diretto con il Città Fiera Martignacco che così non si fa sorpassare dal Bassano e anzi allunga di un punto in classifica portandosi al sestultimo posto. Le due squadre alla vigilia erano appaiate e le friulane erano avanti alle bassanesi solo grazie al maggior numero di vittorie ottenute in campionato, per cui la sfida del PalaBruel tra quintultima e sestultima si preannunciava come una delle gare più importanti della stagione per entrambe le squadre. Una vittoria della squadra di Malinov avrebbe significato il sorpasso e soprattutto un posizionamento di classifica decisamente più tranquillo, invece a fine serata arriva un solo punto che diventa comunque prezioso perchè Porcia, la terzultima, perde in casa con Piacenza e dunque finisce a -3. Con 5 giornate da giocare da qui alla fine tutto è ancora possibile: la zona retrocessione è vicinissima (Porcia è terzultima con 23 punti), ma d'altra parte rispetto alla passata stagione va detto che sono vicine anche altre squadre, ovvero Brescia e Martignacco che hanno 27 punti contro i 26 del Bassano, senza contare che l'8° posto occupato da Udine è a quota 29.

Il Brunopremi.com deve sempre rinunciare a Scapati ma recupera Guerra dopo due partite saltate per il male al ginocchio. Nel 1° set il grande equilibrio in campo è rotto solamente sul 20 pari da un break vincente del sestetto ospite che allunga nel finale approfittando di un black out in casa Bassano e tagliando il traguardo sul 22-25. Nel 2° set le leonesse partono male e alla prima sosta tecnica il Martignacco è avanti 5-8. Nella seconda parte del parziale però le giallorosse si rimboccano le maniche e punto dopo punto recuperano il vantaggio portandosi avanti 16-14 e 21-19, con mister Malinov che a inizio set sostituisce Guerra con Comunello, per poi reinserirla sul 17 pari. Nel concitato testa a testa finale le leonesse riescono a mantere il sangue freddo e a portare a casa il parziale con un 28-26 da brividi.

Nel 3° set capitan Malinov e compagne galvanizzate dalla vittoria nel parziale precedente dominano fino al 16-9, dopodichè accade un episodio che raramente si è visto in un campo da gioco: dopo una protesta nei confronti del 1° arbitro, che in precedenza aveva già ammonito la squadra giallorossa, Greta Zanon si becca un cartellino rosso che da quest'anno significa punto per gli avversari. La giovane schiacciatrice bassanese nella concitazione probabilmente non ricorda la nuova regola e se ne va in panchina in lacrime, mentre la sua reazione viene completamente fraintesa dall'arbitro che anzichè spiegare che non si tratta di "rosso calcistico" pensa ad un ulteriore gesto di protesta e quindi espelle, stavolta veramente, Zanon estraendo il giallo e rosso insieme. Fatto che sta che l'episodio costa al Bassano una giocatrice titolare per il resto del set, ma soprattutto costa qualcosa in termini di concentrazione e infatti le bassanesi rischiano di farsi rimontare per poi riuscire comunque a difendersi dal ritorno ospite e a chiudere sul 25-22. Nel 4° set però inizia un'altra partita: le leonesse si sgonfiano e il Martignacco prende coraggio volando via addirittura 4-8, 8-16 e 13-21 prima di chiudere con un eloquente 15-25. Stesso film anche nel tie break: la squadra di Malinov scompare dal campo e invece le friulane partono a razzo ipotecando la vittoria finale già sull'1-5 e poi soprattutto sul 2-10. Il 5° set finisce 6-15 per il Martignacco che festeggia giustamente una vittoria pesante in chiave salvezza, mentre il Brunopremi.com deve accontentarsi di un punto comunque prezioso al termine di una prova in chiaroscuro. Domenica prossima il Bassano sarà atteso dalla trasferta proibitiva in casa del Le Ali Padova secondo in classifica.