Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 20-09-2011 17:14
in Attualità | Visto 3.554 volte

Valsugana. Silvia Pasinato: “Dai sindaci nessuna decisione netta e precisa”

Il sindaco di Cassola prende le distanze dal documento unitario sottoscritto ieri dai sindaci (con lei assente alla firma per un incontro a Mestre con la Regione) sul progetto della Nuova Valsugana. “E' solo un sistema per allungare i tempi”

Valsugana. Silvia Pasinato: “Dai sindaci nessuna decisione netta e precisa”

Un sorridente primo piano di Silvia Pasinato. Sulla questione Valsugana, tuttavia, il sindaco di Cassola ha poca voglia di sorridere

Giornata impegnativa, quella di ieri, per il sindaco di Cassola Silvia Pasinato, impegnata in diversi incontri per discutere il tracciato della Nuova Valsugana.
Nel pomeriggio, infatti, il primo cittadino è tornato a Mestre per incontrare la struttura regionale incaricata di vagliare l’ipotesi di tracciato della nuova infrastruttura.
“Il risultato dell’incontro - dichiara Silvia Pasinato - è positivo, considerato che la struttura regionale si è impegnata ad inserire la proposta avanzata da Cassola nel parere del Nuv, Nucleo Valutazione Investimenti."
“Nonostante il buon esito dell’incontro - continua il sindaco - il neonato Comitato “No alla Nuova Valsugana a Cassola”, continuerà comunque ad esistere fino a quando non verrà cancellato questo mostro dal territorio comunale di Cassola e fino ad allora - garantisce il primo cittadino - non abbasseremo certo la guardia”.
Prima di dirigersi a Mestre, ieri Silvia Pasinato ha presenziato anche alla riunione con gli altri sindaci del territorio - interessati direttamente o meno dal passaggio della Nuova Valsugana - da lei indetta in Municipio a Bassano, in accordo con il collega Stefano Cimatti.
Nell’occasione, il sindaco di Cassola ha chiesto che gli amministratori valutino l’opportunità di realizzare l’opera, così come proposta, in relazione all’interesse pubblico generale dell’infrastruttura stessa.
Costretta a lasciare anzitempo l’incontro, per raggiungere la sede veneziana di Veneto Strade, il sindaco ha appreso solo in serata l’intenzione degli amministratori bassanesi di realizzare un documento unitario - di cui ci occupiamo in un altro articolo - e di chiedere all’assessore regionale Renato Chisso di visionare l’intero progetto.
“A mio giudizio - commenta Silvia Pasinato - questo documento appare solo un sistema per allontanare nel tempo e dilazionare il problema anziché affrontarlo.
È noto, infatti, a tutti quali siano, da quarant’anni, i problemi connessi alla Valsugana e, quindi, come le informazioni in possesso fin d’ora ai vari Comuni siano sufficienti per esprimere un parere”.
“E poi - prosegue il sindaco - credo che da parte dell’assessore Chisso, mostrarci il progetto sia un atto dovuto, che non dovremmo neppure chiedere.
Al di là, dunque, della circostanza per cui tali richieste appaiono scontate, credo invece sia urgente che ogni Comune interessato agisca in fretta, considerato che il parere del Nuv, da notizie apprese, dovrebbe essere espresso a breve”.
“La convocazione dell’incontro tra i sindaci - prosegue Silvia Pasinato - era dettata piuttosto dalla necessità di intervenire insieme fornendo un parere generale tra tutti gli interessati su un’opera che, così come concepita, non è detto serva al territorio. Considerata l’urgenza della questione, non c’è stata, infatti, quella decisione netta e precisa che sarebbe servita e che l’assemblea dei sindaci avrebbe dovuto prendere”.
“Speriamo che tale decisione - continua -, nonostante si debba prima attendere di visionare il progetto e di conoscere gli elementi richiesti, venga presa comunque prima del parere del Nuv, senza che ciò comprometta il futuro del nostro territorio”.
“Ad ogni modo - conclude Pasinato - ribadisco la posizione di Cassola: la Valsugana dev’essere fatta solo se utile a risolvere i problemi della vallata.”

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti