Canova
Canova

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Attualità

Porta a Porta

Angarano News: iniziati i lavori di ripristino e consolidamento del portale Grimani del Ponte di Bassano e di restauro del dipinto dell’Alpino di Antonio Marcon

Pubblicato il 18-10-2022
Visto 6.935 volte

Canova

Nuovo cantiere sul Ponte di Bassano.
Ma niente paura: si tratta del già annunciato intervento di ripristino e consolidamento del portale Grimani, l’arco di entrata del Monumento Nazionale sul lato di Angarano.
I lavori - per un quadro economico complessivo di 60.000 euro - sono iniziati e prevedono la sistemazione del portale cinquecentesco assieme al restauro del “dipinto dell’Alpino”, opera dell’artista bassanese Antonio Marcon, collocato in alto a sinistra di fianco all’edificio della Taverna degli Alpini.

Il cantiere dell’intervento sul portale Grimani (foto Alessandro Tich)

Ne dà notizia, con un comunicato trasmesso alle redazioni, l’amministrazione comunale di Bassano del Grappa.
Aggiungo solo una doverosa annotazione: il restauro del dipinto dell’Alpino è stato in gran parte finanziato da un contributo spontaneo di 12.000 euro erogato da Luca Martinasso, alpino di Ivrea in Piemonte. Ne avevo scritto proprio un anno fa (www.bassanonet.it/news/29463-i_due_alpini.html) ed è giusto ricordarlo anche oggi, visto che il comunicato del Comune informa che “parte dell’intervento relativo al dipinto sarà finanziato da un privato piemontese” ma non ne fa il nome.

COMUNICATO

Ponte degli Alpini
Al via il restauro del portale Grimani e del dipinto dell’Alpino


Inizieranno questa settimana i lavori di ripristino e consolidamento degli elementi lapidei del Ponte degli Alpini per la parte riguardante il portale cinquecentesco detto Grimani, dal lato di Angarano, e il dipinto raffigurante l’Alpino, opera del 1948 del pittore bassanese Antonio Marcon collocato sul lato sinistro del portale.
L’intervento rientra tra le attività connesse al restauro del Ponte degli Alpini e l’area interessata è ad oggi libera da impedimenti che avrebbero compromesso la realizzabilità dell'opera.
In seguito alla conclusione degli interventi sul ponte, nel 2021 sono stati affidati ad alcuni tecnici l’incarico di analisi del degrado e la redazione di schede per il restauro conservativo dei manufatti lapidei, dipinti e componenti decorativi e l’incarico per il coordinamento della sicurezza; successivamente, sempre nel 2021, è giunta l’autorizzazione all’intervento da parte della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza.
“La zona del Ponte degli Alpini, da sempre una delle più visitate in città, sta vivendo un momento di rinascita dopo la conclusione dei lavori e l’inaugurazione dello scorso anno - commenta l’Assessore Andrea Zonta -. Intervenendo sul lato ovest del ponte l’Amministrazione intende non solo completare l’operazione di conservazione di quello che è il simbolo cittadino per eccellenza, ma anche valorizzare l’area di Angarano, che negli anni scorsi ha maggiormente sofferto a causa delle chiusure legate al cantiere”.
Per quanto riguarda porta Grimani verranno rimossi i depositi del particellato e del biodeteriogeno infestante, le stuccature incompatibili cementizie e verranno realizzati le stuccature a base di calce naturale, il trattamento passivante dei ferri ossidati, gli incollaggi delle parti labili; si procederà anche all’inserimento di micro perni in acciaio inox e/o vtr e al trattamento protettivo superficiale. L’intonaco degradato sarà ripristinato anche sulla parte posteriore del Portale.
Il dipinto dell’Alpino si presenta con disgregazione, rigonfiamenti, distacchi, perdite del materiale descrittivo e ampie lacune; l’intervento comporterà la battitura della superficie in bassa frequenza per la determinazione dei distacchi radiali, il preconsolidamento della cartella pittorica, il consolidamento degli strati di intonaco e delle parti sollevate, la ricostruzione delle parti distrutte e cadute, la reintegrazione pittorica e un trattamento protettivo superficiale. Verrà realizzato anche uno studio per la protezione al dipinto delle acque meteoriche.
Il costo degli interventi, comprensivo anche delle spese di studio e di progettazione, è di circa 60.000 euro. Parte dell’intervento relativo al dipinto sarà finanziato da un privato piemontese.

Più visti

1

Attualità

31-01-2023

Il Mozzo dei desideri

Visto 8.901 volte

2

Attualità

01-02-2023

I Palladini del gusto

Visto 7.071 volte

3

Politica

31-01-2023

Così Fiab

Visto 6.903 volte

4

Attualità

01-02-2023

Ascensione, prego

Visto 6.618 volte

5

Politica

03-02-2023

Terzo Polo Museale

Visto 6.591 volte

6

Attualità

01-02-2023

Consulto Astrologico

Visto 6.393 volte

7

Attualità

03-02-2023

Buena Vista Social Hub

Visto 6.163 volte

8

Attualità

31-01-2023

Due cuori e un Museo Civico

Visto 6.123 volte

9

Attualità

02-02-2023

Il bell’Antonio

Visto 6.079 volte

10

Politica

31-01-2023

Siamo nella merla

Visto 5.948 volte

1

Attualità

31-01-2023

Il Mozzo dei desideri

Visto 8.901 volte

2

Attualità

21-01-2023

Premiato Ristorante Da Morena

Visto 8.405 volte

3

Politica

25-01-2023

Un Mose al prezzo di due

Visto 7.514 volte

4

Politica

25-01-2023

Tribuna Politica

Visto 7.221 volte

5

Attualità

13-01-2023

And San Bassiano Goes To…

Visto 7.157 volte

6

Attualità

28-01-2023

Million Dollar Baby

Visto 7.142 volte

7

Attualità

01-02-2023

I Palladini del gusto

Visto 7.071 volte

8

Attualità

29-01-2023

Brioche e Cappuccini

Visto 7.022 volte

9

Attualità

16-01-2023

La Riva Bianca, la freccia verde e l’arcobaleno

Visto 7.004 volte

10

Politica

31-01-2023

Così Fiab

Visto 6.903 volte